Hosting Wordpress

La tedesca 77designz continua ad espandere la sua produzione di componenti, proponendo ogni anno sempre qualche novità. Le più recenti sono state questo kit manubrio/attacco, che ci ha inviato per un test.

DESCRIZIONE

Il manubrio Handlebar Carbon, come indica il nome, è realizzato in fibra di carbonio ed è stato progettato per essere utilizzato esclusivamente in abbinamento con l’attacco manubrio 1 Piece Stem.

Nella zona centrale di accoppiamento con l’attacco è stato aggiunto un manicotto in alluminio 6061, pensato per proteggere le fibre dalle compressioni oltre che facilitare il montaggio dell’attacco dedicato.

Il diametro di accoppiamento con l’attacco manubrio è pari a 35 mm, come ormai sembra essere la tendenza di sempre più produttori, con un backsweep di 8° e un upsweep di 5°. La larghezza è di 800 mm ma è possibile accorciarlo, con le dovute precauzioni trattandosi di carbonio, fino ad una larghezza minima di 740 mm.

L’Handlebar Carbon è disponibile con rialzo da 20, 27,5 o 35 mm e nei colori nero o carbonio naturale. Il peso da noi rilevato della versione da 20 mm di rialzo è stato di 238 grammi. E’ in vendita al prezzo di € 169,95.

L’attacco manubrio 1 Piece Stem è realizzato da un pezzo unico di alluminio 7075, una caratteristica che gli consente di avere un peso ridotto ed allo stesso tempo garantire la giusta resistenza.

Testato secondo gli standard del downhill, l’attacco presenta una viteria in titanio e un’altezza del collare pari a 40 mm per garantire la massima rigidità.

Il 1 Piece Stem è disponibile nelle lunghezze da 35 e 45 mm e in diversi colori. Il peso da noi rilevato nella lunghezza da 35 mm è stato di 71 grammi. E’ in vendita al prezzo di € 99,95.

Info: 77designz.com

IL TEST                                                                                                     di Amedeo Liguori

Il montaggio dell’attacco manubrio sul cannotto della forcella non ha evidenziato alcuna difficoltà, si procede quindi come con qualunque altro tipo di attacco. Meno intuitivo, invece, il montaggio del manubrio, per il quale occorre invece infilare con delicatezza il manubrio all’interno della parte frontale dell’attacco, la quale non è dotata di frontalino apribile come gli attacchi più classici, per cui occorre fare attenzione per evitare di graffiare la superficie del manubrio. Una volta centrato il manubrio rispetto all’attacco e aver scelto l’angolazione che si preferisce, si può procedere a serrare le viti dell’attacco adottando la corretta coppia di serraggio indicata nelle istruzioni, che tra l’altro descrivono anche graficamente le operazioni di montaggio.

Considero la larghezza del manubrio indicata per un utilizzo downhill o comunque più gravity di un utilizzo trail ride/all mountain, per cui se non lo acquistate per un simile uso e a meno che non abbiate le spalle estremamente larghe avrete sicuramente voglia di accorciarlo. Un’operazione possibile fino a 740 mm di larghezza minima, prestando le dovute attenzioni a non rovinare le fibre del materiale. Mi piacerebbe, a questo punto, poter trovare a catalogo anche una versione di lunghezza ridotta, ad esempio a 760 mm.

Sul campo il feeling fornito dal manubrio si è rivelato ottimale, avendo dimostrato un buon compromesso tra rigidità e capacità di smorzare le vibrazioni generate dalle asperità del terreno. Anche il comfort di presa si è dimostrato di buon livello, visto che non ho rilevato particolari affaticamenti alle mani o ai polsi anche dopo diverse ore di guida.

La lunghezza estremamente ridotta dell’attacco manubrio rende il mezzo particolarmente reattivo nei cambi di direzione oltre che preciso. Una precisione accentuata, inoltre, dall’ampiezza del suo accoppiamento con il manubrio. La reattività, invece, è secondo me amplificata anche dall’ottima rigidità torsionale dell’attacco stesso, senza però penalizzare il suo peso, che ritengo particolarmente ridotto al punto che forse qualcuno si preoccuperà nell’utilizzarlo, sebbene senza motivo secondo il mio parere.

Al di là del costo, non per tutte le tasche, si tratta senza dubbio di un upgrade che mi sento di consigliare per la qualità e funzionalità, con l’unico neo rappresentato dal dover acquistare necessariamente entrambi i componenti, visto che il manubrio risulta compatibile solo con questo attacco.