In test: Selle Italia Nepal Ti L




Quando lo scorso novembre vi abbiamo presentato la nostra recensione della sella SLR X-Cross Flow di Selle Italia, vi avevamo anticipato che non sarebbe stata l’unica sella del marchio italiano che avremmo avuto la possibilità di testare. Nello stesso periodo abbiamo infatti avuto modo di provare anche un altro modello di questo storico marchio, la Nepal Ti L. Ma non è finita, perchè l’azienda di Casella d’Asolo ci ha proposto nel frattempo altri modelli e, naturalmente, non ci siamo fatti sfuggire questa occasione, per cui restate sintonizzati ed intanto eccovi le nostre impressioni sulla Nepal.

_DSC6934-

Descrizione

Con la sella Nepal, Selle Italia realizza per la prima volta un prodotto specifico per le discipline off-road sulle lunghe distanze. Presentata ad Eurobike 2014, la Nepal ha riscosso subito un gran successo, vincendo dopo poche settimane dal suo lancio il premio “Design and Innovation Award 2015”.

DSC_2646-

La Nepal è una sella progettata in maniera specifica per le uscite più impegnative, allorquando è richiesto il miglior compromesso tra comfort e controllo del mezzo. E’ indirizzata quindi verso un utilizzo che va dal trail riding all’enduro ed è offerta sia nella versione con carrello in manganese che in quella con carrello in acciaio stabilizzato al titanio 316, contraddistinta quest’ultima dalla sigla Ti. Per entrambe le versioni, inoltre, il carrello ha il classico diametro da 7 mm.

DSC_2659-

La sigla S/L aggiuntiva sta invece a rappresentare la categoria di misura, rispettivamente S1 oppure L1, dell’idmatch, un sistema ideato da Selle Italia che ha l’obiettivo di individuare la sella ideale per ogni biker in base ai seguenti quattro livelli di parametri:

  • Parametri generali: età, altezza, peso, genere, tipo di utilizzo della sella
  • Distanza intertrocanterica: misura della distanza tra le due grandi tuberosità del femore
  • Circonferenza cosce: rilevata alla radice del gluteo con uno strumento denominato fettuccia metrica
  • Rotazione del bacino: rilevata tramite l’inclinometro pelvico

Ogni idmatch Center di Selle Italia è dotato di appositi strumenti di rilevazione e di uno specifico software in grado di rilevare tutti i parametri necessari. Parametri che vengono poi elaborati per ottenere un risultato finale rappresentato da una delle 6 categorie di misura. Ad ogni categoria di misura corrisponde un gruppo di versioni di selle, facilitando così la scelta finale e rendendola soprattutto più mirata.

Maggiori informazioni sul sistema idmatch possono essere reperite qui.

L’imbottitura della Nepal è particolarmente pronunciata ma compatta e nella parte posteriore è sagomata verso l’alto per favorire l’appoggio in fase di spinta sui pedali. La coda, inoltre, è caratterizzata da una forma particolarmente arrotondata per facilitare i movimenti in fuori sella.

DSC_2644-

Il rivestimento è realizzato in Fibra-Tek, un materiale altamente resistente mentre i fianchi sono rivestiti da un ulteriore materiale di rinforzo. Sia sulla seduta che lateralmente troviamo poi una serie di inserti antiscivolo. Il naso ha un disegno corto ed è ben imbottito.

Le dimensioni della Nepal Ti L sono di 268 mm di lunghezza e 148 mm di larghezza mentre il peso da noi rilevato è stato di 275 grammi, in linea quindi con quanto dichiarato dal produttore. E’ disponibile nel solo colore nero con inserti bianchi ed è in vendita al prezzo di € 125,00.

Info: www.selleitalia.com

Il test

La Nepal è caratterizzata da una forma abbastanza massiccia che pone in evidenza la sua generosa imbottitura. Riesce, nonostante ciò, a contenere bene il suo peso. L’installazione avviene senza alcun problema, grazie al diametro standard del carrello e all’ampiezza dell’area presente tra scafo e carrello. Ciò evidenzia anche la scelta di Selle Italia di utilizzare materiale laddove serve realmente.

_DSC6945-

Selle Italia ha inoltre preferito optare per una lunghezza ridotta per la Nepal, probabilmente per un contenimento del peso. Nonostante ciò abbiamo trovato comunque confortevole l’avanzamento in punta di sella per affrontare le salite più ripide, grazie all’accogliente ampiezza ed imbottitura del naso.

_DSC6938-

La seduta offre un buon compromesso tra comfort ed appoggio. L’imbottitura la si sente ma non influenza particolarmente la spinta sui pedali, e offre un ottimo supporto durante le uscite che durano anche l’intera giornata. Abbiamo apprezzato inoltre la presenza del piccolo canale centrale che favorisce l’attenuazione dei fenomeni di intorpidimento.

Nonostante la larghezza della seduta superiore alla media, la Nepal non ostacola nei movimenti, grazie a delle forme ben studiate per non intralciare il biker. Non l’abbiamo infatti mai sentita “ingombrante” nell’effettuare il fuori sella e ci è piaciuta l’aderenza offerta dai rivestimenti antiscivolo, non solo nelle giornate umide visto che ha contribuito a fornire un’ottima risposta alla spinta sui pedali.

_DSC6950-

Anche la qualità del rivestimento si è dimostrata eccellente, vista la resistenza agli strapazzi alla quale abbiamo sottoposto questa sella per otto mesi, al termine dei quali possiamo affermare che se l’obiettivo di Selle Italia era quello di realizzare una sella per le uscite off-road lunghe ed impegnative, con la Nepal ci è riuscita pienamente.

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *