In test: Continental Mud King 29 x 1.8″




Quando il mese scorso vi abbiamo parlato dei consigli per proteggere la mountain bike dall’inverno, il primo consiglio è stato quello di procurarsi delle coperture in grado di affrontare i terreni bagnati o invasi dal fango, visto che in inverno capita spesso di ritrovarsi su sentieri di questo tipo. La cosa più saggia è infatti quella di mettere da parte le gomme utilizzate nelle stagioni più calde, per dotarsi di coperture più adatte al bagnato. Noi per farlo non abbiamo comunque aspettato la stagione più fredda, visto che per sei mesi abbiamo provato per voi, per un test di lunga durata, le Continental Mud King ed oggi siamo pronti a darvi il nostro responso.

DSC_4267

Descrizione

La Mud King, come suggerisce lo stesso nome, è una copertura che nasce per un utilizzo in condizioni di fango e bagnato. Il disegno del battistrada è caratterizzato da quattro file ben distanziate di tasselli, per favorire l’espulsione del fango. I tasselli sono ben squadrati e molto pronunciati, pensati per mordere il terreno e garantire quella trazione in più che è richiesta quando il terreno si presenta in condizioni difficili.

DSC_4270

La versione 29″ da noi testata è denominata ProTection in quanto contraddistinta da uno specifico rivestimento presente sia sui tasselli che sui fianchi, che si prefigge l’obiettivo di proteggere la gomma dalle forature e dai tagli. Sui fianchi, inoltre, è ben visibile il caratteristico design a bandiera a scacchi. Sotto il battistrada è presente una carcassa a 4 strati per un totale di 240 TPI mentre sui fianchi gli strati sono 3 a 180 TPI. Il disegno del tallone è tubeless ready.

DSC_4283

La mescola utilizzata è la BlackChili, ideata dallo stesso marchio tedesco e che si basa sulle più recenti scoperte sul polimero ed altre materie prime. Si tratta di un composto costituito da gomme sintetiche e gomma naturale, a loro volta utilizzate insieme a speciali particelle di carbonio nanometrico, che vengono ottimizzate nella forma e nelle proprietà superficiali per poter essere impiegate nelle coperture. L’obiettivo di questa mescola è quello di garantire una diminuzione della resistenza al rotolamento, fondamentale con battistrada di questo tipo, nonchè una maggiore aderenza ed un aumento della durata.

DSC_4288

La Mud King è disponibile nei tre formati ruota. Nella versione 29″ da noi testata viene offerta nella sola sezione da 1.8″. Il peso medio da noi rilevato tra le due coperture in prova è stato di 575 grammi. E’ in vendita al prezzo di € 54,90.

Info: www.continental-tires.com

Distributore per l’Italia: www.a4selection.com

Il test

L’installazione delle Mud King è avvenuta senza particolari problemi, così come la trasformazione in tubeless, viste le caratteristiche di queste gomme. Complice anche la sezione ridotta, siamo riusciti a far aderire i talloni a due diversi modelli di cerchi con il solo utilizzo di una buona pompa da pavimento. Già il giorno dopo l’installazione le gomme non hanno mostrato perdite di pressione.

DSC_4265

Nonostante l’utilizzo nei mesi non dei più freddi, siamo comunque stati “fortunati” visto che i terreni di prova sono stati spesso caratterizzati da continue piogge che ci hanno dato modo di scoprire le doti di queste coperture in tali condizioni. La risposta sul campo è stata infatti entusiasmante, visto con quale disinvoltura i Mud King riescono a passare sulle radici e le rocce bagnate senza mostrare segni di scivolamento. Il battistrada ha dimostrato ottimi livelli di autopulizia, che si sono poi tradotti in un ottimo grip in curva e anche nelle sezioni più ripide così come in frenata, con il risultato di fornire un buon controllo del mezzo.

DSC_4269

Nei tratti più scorrevoli ed asciutti o su asfalto denotano un po’ di resistenza al rotolamento, ma sinceramente ci aspettavamo di peggio avendo visto come si comportano sul bagnato. In ogni caso la sezione ridotta favorisce buoni livelli di rotolamento.

Anche la resistenza alle forature è stata ottima. Nei sei mesi di utilizzo non abbiamo mai forato, nè le coperture hanno subito tagli evidenti sui fianchi.

DSC_4277

La durata rientra nella norma per questo tipo di coperture, che trovano il loro ambiente naturale sui sentieri più avari di grip o infestati dal fango, laddove garantiscono ottimi livelli di padronanza del mezzo con conseguente maggior sicurezza e, quindi, maggior divertimento.

DSC_4376



Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *