Presentata lo scorso settembre, la SLR Boost X-Cross Superflow è una delle ultime novità di casa Selle Italia, con la quale l’azienda trevigiana estende la sua gamma SLR Boost, fin’ora pensata per il ciclismo su strada, proponendo tre nuovi modelli destinati all’utilizzo in off-road, tra cui la X-Cross Superflow, che abbiamo testato per circa cinque mesi.

DESCRIZIONE

La SLR Boost X-Cross Superflow si presenta con una forma estremamente compatta, grazie alla sua lunghezza ridotta rispetto alla media delle selle pensate per il fuoristrada.

Il rivestimento della seduta è in Fibra-Tek, un materiale di alta durata, con l’aggiunta di specifici inserti laterali in SuperFabric, pensati per proteggere la sella da eventuali abrasioni e graffi tipici dell’utilizzo off-road.

Lo scafo è realizzato in carbonio ed il carrello in acciaio stabilizzato al titanio 316, con diametro di 7 millimetri. Tra scafo e carrello sono presenti degli shock-absorber, la cui presenza dovrebbe contribuire ad assorbire le vibrazioni derivanti dal terreno sconnesso.

La denominazione Superflow sta ad indicare la presenza della generosa apertura centrale, progettata per ridurre la pressione sulle zone del corpo maggiormente sottoposte a stress quando si è in sella.

La SLR Boost X-Cross Superflow è disponibile nelle misure S3 e L3 dell’idmatch, un sistema ideato da Selle Italia che consente di individuare la propria sella ideale in base a quattro livelli di parametri:

  • Parametri generali: età, altezza, peso, genere, tipo di utilizzo della sella
  • Distanza intertrocanterica: misura della distanza tra le due grandi tuberosità del femore
  • Circonferenza cosce: rilevata alla radice del gluteo con uno strumento denominato fettuccia metrica
  • Rotazione del bacino: rilevata tramite l’inclinometro pelvico

Ogni idmatch Center Selle Italia è dotato di appositi strumenti di rilevazione e di uno specifico software in grado di rilevare tutti i parametri necessari e successivamente elaborare il risultato finale, rappresentato da una delle 6 categorie di misura. Ad ogni categoria di misura corrisponde un gruppo di versioni di selle, facilitando così la scelta finale e rendendola soprattutto più mirata. Maggiori informazioni sul sistema idmatch possono essere reperite qui.

La SLR Boost X-Cross Superflow è disponibile nel solo colore nero. Le dimensioni della sella sono di 248 x 145 mm in taglia L3 e di 248 x 130 mm in taglia S3. Il peso da noi rilevato della sella, nella misura L3, è stato di 198 grammi. E’ in vendita al prezzo di € 224,90. In offerta su Amazon a questo link.

Info: selleitalia.com

IL TEST                                                                                                     di Amedeo Liguori

Già avendola tra le mani traspare un’elevata qualità dalla SLR Boost X-Cross Superflow. In fase di montaggio ho apprezzato la presenza di un carrello di lunghezza generosa, che consente sia buoni spazi di manovra che un’ampia possibilità di posizionamento della sella rispetto al morsetto del reggisella. Nessun problema, infine, di adattamento ai vari tipi di morsetto stringisella grazie al classico tondino da 7 mm di diametro del carrello. 

Alla prima uscita non ho riscontrato alcun tipo di fastidio, visto come questo può invece accadere con una nuova sella. Nelle successive uscite poi ne ho apprezzato sempre di più il comfort generale, visto che non ho mai rilevato irritazioni cutanee o intorpidimenti locali, apprezzando in quest’ultimo caso la generosa apertura centrale, che si è dimostrata in grado di alleviare considerevolmente la pressione sulle parti più sensibili ma anche di favorire una buona ventilazione nelle uscite di lunga durata.

Al di là del comfort, la SLR Boost X-Cross Superflow è stata in grado di fornire anche un valido supporto al gesto di pedalata e ne ho apprezzato il profilo ben studiato e la giusta rigidità dello scafo nel momento in cui si spinge con maggior energia sui pedali.

Altri prodotti consigliati

Nell’affrontare le salite più ripide l’appoggio avanzato in punta di sella si è dimostrato confortevole, grazie alle dimensioni del profilo anteriore. In queste circostanze ho apprezzato anche il leggero rialzo della coda, che ostacola la naturale tendenza del biker in questi casi a scivolare verso la ruota posteriore.

In fase di arretramento si avverte la presenza di una seduta non particolarmente ristretta nella zona posteriore, in particolare per la taglia L3, una caratteristica che comunque è attenuata dalla lunghezza ridotta della sella rispetto ad una più classica. Di buon livello, infine, il rivestimento adottato, che anche in presenza di bagnato non mi ha mai fatto avvertire fastidiosi scivolamenti.

Pur in presenza di un prezzo sicuramente non per tutte le tasche, sul lungo periodo di test posso esprimermi più che positivamente per la SLR Boost X-Cross Superflow, che si è dimostrata una piacevole sorpresa per quanto concerne la sua lunghezza ridotta, apprezzandone anche il comfort generale ed il supporto in pedalata. Di ottimo livello, infine, anche le finiture della sella, compresi gli inserti laterali a protezione da eventuali abrasioni.