La scorsa estate MET ha presentato il casco Echo, un casco dal prezzo molto contenuto pensato per chi si avvicina al mondo del trail ride. Conoscendo l’esperienza e la qualità costruttiva degli altri caschi realizzati dall’azienda italiana, non ci siamo fatti sfuggire l’occasione di testarlo per un lungo periodo.

DESCRIZIONE

L’Echo offre una costruzione con la stessa tecnologia e sicurezza degli altri modelli di gamma superiore del brand. Presenta un’ampia copertura in corrispondenza della nuca, caratteristica che lo identifica per un utilizzo in ambito trail ride/all mountain.

La costruzione si basa su una calotta in EPS (Polistirene espanso) con rivestimento stampato in policarbonato. Per la ventilazione troviamo 14 aperture coadiuvate da specifiche canalizzazioni interne.

Il sistema di ritenzione si basa sul Safe-T Mid Fit System, con la possibilità di regolare la circonferenza mediante il classico pomello posteriore. Regolabili, ovviamente, anche le fascette di ritenzione.

Le imbottiture interne sono in Coolmax e con trattamento antibatterico, oltre che rimovibili e lavabili.

La visiera non è regolabile nella posizione ma è facilmente rimovibile, inoltre è stata progettata anche per staccarsi rapidamente in caso di impatto. Sul lato posteriore, inoltre, è presente una grafica riflettente.

Insieme al casco, MET ci ha inviato anche la Duo Light, una luce posteriore costituita da 3 Led che si integra perfettamente con il pomello di regolazione della circonferenza del casco.

Si applica a pressione sul pomello e fornisce due modalità di illuminazione: fissa e lampeggiante, con un’autonomia dichiarata pari a due ore e mezza. E’ alimentata con una batteria al litio da 3V.

Il peso da noi rilevato del casco in taglia S/M è stato di 285 grammi mentre la Duo Light ha un peso di soli 6 grammi. L’Echo è disponibile in diversi colori e nelle taglie S/M (52-57 cm) e M/L (57-60 cm). E’ in vendita al prezzo di € 60,00 mentre la Duo Light ha un prezzo di € 9,00.

Info: www.met-helmets.com

IL TEST                                                                              di Ivana Murace

Ha stupito la sensazione di leggerezza offerta, nonostante il disegno di un casco volutamente più protettivo. La calzata è confortevole ed il profilo interno non ha mai costretto ad eventuali adattamenti. La regolazione delle fascette di ritenzione e quella della circonferenza si è dimostrata agevole oltre che efficace nel tempo.

Pur non essendo regolabile, la visiera non ha mai intralciato il campo visivo e si è sempre dimostrata molto stabile in ogni situazione, senza mai innescare fastidiose vibrazioni neanche correndo sui fondi più dissestati.

La ventilazione, pur essendo vincolata ad un limitato numero di aperture e non molto ampie, si è attestata su buoni livelli, grazie secondo noi ad una ben studiata canalizzazione interna dell’aria. Si potrebbe pensare in futuro di aumentare l’ampiezza delle aperture, sebbene ciò andrebbe un po’ a discapito della sicurezza passiva.

Le imbottiture interne si sono dimostrate di ottima qualità, considerati anche i frequenti lavaggi ai quali le abbiamo sottoposte nel corso del test e che non hanno mai intaccato le loro caratteristiche.

Dopo il Roam, da noi già testato, è la seconda volta che MET ci propone un casco che integra in maniera intelligente una luce posteriore. Non possiamo che apprezzare questa soluzione, dalla quale dovrebbero prendere spunto secondo noi anche gli altri produttori.

La Duo Light si è dimostrata molto semplice da usare, dal peso così contenuto da non accorgersi di averla ma soprattutto efficace nel momento in cui avevamo bisogno di sentirci più visibili lungo le percorrenze stradali, visto che capita spesso di dimenticare a casa le luci quando si esce per un lungo giro nelle giornate più corte dell’anno. E’ facile da attivare anche con i guanti ed in entrambe le modalità la luce prodotta è in grado di rendere visibili anche da lontano.

In rapporto al prezzo, estremamente contenuto per la destinazione d’uso, l’Echo sfoggia una qualità globale superiore alla media, sia per quanto concerne la costruzione che le imbottiture interne, che lo identificano senza dubbio come una delle migliori scelte in questo segmento. Visto poi il prezzo contenuto sarebbe una buona scelta acquistare insieme al casco anche la Duo Light.