Hosting Wordpress

Si è concluso il lungo weekend sportivo che ha visto sull’isola d’Elba alcuni tra i migliori campioni della mountain bike sfidarsi sui percorsi mozzafiato di Capolieri.

L’ultima gara odierna è stata quella riservata alla categoria Open maschile, che tra l’altro segnava il ritorno del brasiliano Henrique Avancini alle competizioni internazionali. Il numero 1 nel ranking UCI mondiale ha faticato, infatti, a partecipare alle gare internazionali a causa delle restrizioni sanitarie sul Brasile dovute alla pandemia.

E’ stato proprio il brasiliano, insieme allo svizzero Nino Schurter, a dominare la gara. Una gara resa dura da un tracciato molto impegnativo, con due sezioni tecniche e un rock garden molto difficile d affrontare.

Fin dalle prime battute Schurter ha condotto la gara avendo Avancini alle calcagna. Entrambi si sono scambiati la prima posizione durante la prima metà di gara, ma non sono riusciti ad accumulare un grande vantaggio e sono stati così raggiunti dagli inseguitori, il francese Maxime Marotte, gli italiani Luca Braidot e Mirko Tabacchi, lo svizzero Andri Frischknecht e il rumeno Vlad Dascalu.

Schurter ha poi aumentato il ritmo negli ultimi giri ma Avancini e Marotte hanno risposto molto bene. I tre, infatti, sono arrivati ​​insieme nell’ultimo tratto finale e Avancini è riuscito, con uno sprint finale, ad avere la meglio sui due inseguitori. Vittoria, quindi, per Avancini con un vantaggio di un solo secondo su Nino Schurter. A completare il podio il francese Maxime Marotte, terzo classificato davanti a Luca Braidot, quarto e primo tra gli italiani.

Correre con Nino è sempre speciale. Sono molto felice di iniziare la stagione in Europa con una vittoria in Italia, il paese in cui ho iniziato la mia carriera professionale, dove ho vinto il mio primo podio in Coppa del Mondo e anche il mio primo titolo mondiale”, ha detto Avancini a fine gara.

1 AVANCINI Henrique – CANNONDALE FACTORY RACING – BRA 1:34:29.40
2 SCHURTER Nino – SCOTT SRAM MTB RACING TEAM – SUI +1.10
3 MAROTTE Maxime – SANTA CRUZ FSA MTB PRO TEAM – FRA +2.00
4 BRAIDOT Luca – SANTA CRUZ FSA MTB PRO TEAM – ITA +19.35
5 DASCALU Vlad – TREK PIRELLI – ROM +32.10
6 FRISCHKNECHT Andri – SCOTT SRAM MTB RACING TEAM – SUI   +52.60
7 LINDBERG Jonas – DANISH NATIONAL TEAM – DEN +52.70
8 TABACCHI Mirko – KTM – PROTEK – ELETTROSYSTEM – ITA +1:26.85
9 BERTOLINI Gioele – ASD TEAM BRAMATI TRINX FACTORY TEAM – ITA +1:29.75
10 STIRNEMANN Matthias – SCOTT DEVELOPMENT MTB TEAM – SUI   +1:31.75

Per l’atleta più vincente della storia non è semplice digerire una sconfitta, ma Nino Schurter ha trovato segnali positivi nel debutto stagionale: “Ho provato a fare la corsa dura fin dal principio, cercando di distanziare gli altri. Nell’ultimo giro Avancini era un po’ più esplosivo, ma sono contento del mio debutto stagionale, su un’Isola d’Elba veramente fantastica. La prossima settimana a Nalles avremo la rivincita, su un percorso molto diverso e con avversari di livello ancora più alto.

In campo Under 23, Simone Avondetto (Trek-Pirelli) ha conservato la maglia di leader della classifica con il 12° posto odierno.

(Foto ©Michele Mondini/Mario Pierguidi)