Hosting Wordpress

Azonic è uno dei marchi che hanno fatto la storia della mountain bike, basta sapere che tra gli atleti che hanno utilizzato prodotti di questo brand ci sono nomi come Missy Giove, Steve Peat e Anne Caroline Chausson, per citarne solo alcuni. Ormai da anni di proprietà del marchio O’Neal, Azonic propone una smisurata gamma di componenti per il posto di guida. L’offerta dei pedali spazia su diversi modelli e tra di essi abbiamo pensato di dare spazio ad un modello entry-level.

Descrizione

Gli Shoo-In sono realizzati in nylon rinforzato con fibre, con 11 pin integrati su ciascuna superficie di appoggio, quindi non sostituibili.

La superficie, inoltre, presenta una serie di zigrinature ed ha una dimensione di 105 x 100 mm.

Il perno è in cromo-molibdeno e ruota su cuscinetti a sfera.

Il peso da noi rilevato della coppia di pedali è stato di 348 grammi. Gli Shoo-In sono disponibili nei colori nero, bianco, rosso e giallo neon. Sono in vendita al prezzo di € 19,95.

Info: www.azonic.eu

Il test                                                                                       di Fabio Paracchini

Il montaggio dei pedali non ha comportato nessuna difficoltà ed è possibile a tale scopo utilizzare una chiave esagonale da 6 mm o in alternativa una chiave aperta da 13 mm.

I ruotismi non hanno dimostrato all’inizio un’elevata scorrevolezza, situazione che è poi migliorata durante l’utilizzo sebbene non abbia mai raggiunto livelli eccelsi.

Inizialmente scettici sulla tenuta dei pin in plastica, ci siamo dovuti poi ricredere apprezzando l’ottima sensazione di grip tra scarpa e pedale, in particolare nelle giornate invernali e in presenza di fango e neve. Nel lungo utilizzo, però, i pin si sono arrotondati e qualcuno si è anche spuntato a seguito di qualche impatto con rocce. Questo ha purtroppo ridotto il grip, che è diventato impreciso soprattutto nell’affrontare le discese più impegnative.

Sui tratti dal fondo molto meno impegnativo, dove non si tende a spingere sui pedali o non si cerca il massimo dell’aderenza, i pin seppure consumati hanno continuato a garantire una buona aderenza, grazie anche alla generosa superficie di appoggio del pedale. In queste situazioni quasi non si è avvertito il loro deterioramento.

Sul lungo periodo possiamo affermare che gli Shoo-In rappresentano senza dubbio una buona proposta di pedali flat per il biker che affronta generalmente fondi non molto impegnativi ed è alla ricerca di un prodotto economico, di discreta fattura e dal design moderno.