Le Open MTB Map – parte 1




Molti biker avranno sicuramente sentito parlare delle Open MTB Map. Si tratta di mappe vettoriali create direttamente dai biker e caratterizzate da una licenza d’uso libera, quindi liberamente e gratuitamente scaricabili dal sito internet openmtbmap.org/it.

La cosa interessante è che essendo realizzate proprio dai biker, possono essere considerate molto spesso più precise delle mappe in commercio, essendo queste ultime il più delle volte non molto dettagliate per motivi soprattutto legati alla responsabilità: i sentieri e le strade sterrate tracciati in esse vengono, infatti, forniti dagli enti ufficiali ma spesso può accadere che quelle zone non molto praticate non vengano mappate in dettaglio. In questo caso le Open MTB Map diventano una valida alternativa, considerato anche che esse abbracciano l’intero pianeta e per alcuni paesi quali l’Italia, la Svizzera e l’Austria sono particolarmente curate.

open-1

Attualmente le Open MTB Map sono sempre più complete, inoltre ai sentieri vengono associate delle informazioni relative al fondo e al grado di difficoltà. I sentieri sono contraddistinti da una sigla da M0 (sentiero facile) a M6 (sentiero da percorrere a piedi) mentre le strade sterrate da G1 (strada sterrata dal fondo molto battuto) a G4 (strada sterrata molto sconnessa). Alcuni sentieri, infine, sono contraddistinti da un valore aggiuntivo che rappresenta la pendenza.

open2

Tutte queste informazioni risultano essere molto utili nel momento in cui si decide di pianificare un’escursione. Analizzando, infatti, queste informazioni associate ai sentieri è possibile, ad esempio decidere altri sentieri in alternativa oppure il verso in cui effettuare il giro. Se, infatti, un sentiero, ad esempio, è caratterizzato da un fondo molto  difficile e con forte pendenza, si può decidere di percorrerlo in discesa anzichè in salita.

open-3

Per utilizzare, quindi, le Open MTB Map si può accedere al sito openmtbmap.org/it, quindi selezioniamo dal menu “Scarica le mappe” e poi “Windows/Linux – Openmtbmap”. Scorrendo la pagina verso il basso si arriverà all’elenco delle mappe disponibili. Per prima cosa, dunque, scarichiamo le mappe alle quali si è interessati, ad esempio “openmtbmap – Italia”.

open-4

Al termine del download, che durerà qualche minuto essendo un file abbastanza grande, avremo un file eseguibile che occorre installare eseguendolo semplicemente.

open-5

Una volta installata la mappa occorre, chiaramente, un programma per poterla visualizzare. A tale scopo si può utilizzare un programma gratuito e completamente compatibile con le Open MTB Map: Basecamp, scaricabile gratuitamente dal sito Garmin.

Nella prossima puntata vedremo come utilizzare le Open MTB Map con Basecamp.

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *