In test: Vittoria Deamion 29




La lunga esperienza maturata nella produzione di pneumatici ha portato Vittoria a compiere due anni fa un passo importante: la produzione di ruote in proprio, con la premessa di realizzare una rete capillare di assistenza. Ad Expobici 2014 avevamo avuto modo di vedere da vicino i primi modelli, tra cui le Deamion, che successivamente Vittoria ci ha inviato per un test.

_DSC2118

Descrizione

Le Deamion sono state progettate per un utilizzo che spazia dall’all mountain all’enduro. Sono costituite da cerchi in alluminio, caratterizzati da un profilo a sezione maggiorata (WSR) e asimmetrico, con un’asimmetria pari a 2,5 mm rispetto alla linea di mezzeria in modo da far risultare più equilibrati l’angolo e la tensione dei raggi tra il lato sinistro e destro del mozzo. Il canale interno ha una larghezza di 23 mm mentre la larghezza esterna è di 28 mm.

Vittoria_Wheels_Tech_1025_14

I cerchi sono, inoltre, tubeless grazie al sistema Speedlock che consiste in un leggero scalino situato nel profilo nella zona di contatto con il bordo di tenuta della gomma, che dovrebbe garantire la tenuta delle gomme anche a pressioni basse. Già preinstallato, inoltre, il flap di tenuta che ricopre i fori per i raggi.

_DSC2124

I mozzi sono realizzati da Vittoria stessa, compatibili con perno da 15×100 mm all’anteriore e da 12×142 mm al posteriore, ma sono previsti anche degli adattatori per sganci rapidi tradizionali, in dotazione con il set di ruote. All’anteriore, inoltre, troviamo due cuscinetti sigillati mentre al posteriore i cuscinetti sono ben quattro. L’attacco per il disco è di tipo CenterLock, ma è disponibile l’adattatore per i dischi a 6 fori.

_DSC2142

Il corpetto ruota libera è compatibile con cassette da 9 e 10 pignoni, ma vi è anche la versione con corpetto XD per 11 velocità. In ogni caso si basa su un meccanismo a 3 cricchetti con 36 punti di ingaggio.

_DSC2135

I raggi, in acciaio, sono 28 per entrambe le ruote, a testa dritta, a spessore variabile 2,0/1,8/2.0 mm e con incrocio in terza, a favore della massima rigidità. I nippli sono in alluminio.

_DSC2127

Una caratteristica particolare di tutte le ruote Vittoria è la presenza di un sistema di tracciabilità univoco, costituito da un IQR (Individual QR code) applicato sul cerchio e non rimovibile, che consente di risalire alla storia completa del prodotto. Ogni Service Center Vittoria nel mondo è collegato al Global Data Center per poter accedere alle parti di ricambio e garantire, quindi, un processo di assistenza rapido ed efficace. Il tutto unito ad una garanzia di 2 anni che può essere estesa a 3 registrando il prodotto sul sito Vittoria.

Il peso da noi rilevato del set di ruote da 29″ è stato di 1820 grammi con mozzo Shimano per 10 velocità. Le Deamion sono disponibili nei formati 29″ e 27.5″ e sono in vendita al prezzo di € 615,00.

Info: www.vittoria.com

Il test

Le Deamion sfoggiano una costruzione solida che ispira molta fiducia fin dalla fase di installazione, a dispetto di un aspetto grafico non particolarmente accattivante ma che comunque si addice all’ambito di utilizzo. Installazione che è avvenuta senza difficoltà sia con coperture dello stesso marchio Vittoria (parliamo delle Goma avute contestualmente e tuttora in fase di test) che di altri marchi. In modalità tubeless il fianco del cerchio ha mantenuto ottimamente la pressione interna, anche quando abbiamo utilizzato pressioni relativamente basse, e durante i circa 2 mesi di test non si sono mai verificati stallonamenti repentini.

_DSC2395

I mozzi sono facilmente smontabili per la manutenzione ordinaria oppure per l’eventuale sostituzione periodica dei cuscinetti, ma non consentono la regolazione del precarico. Sono caratterizzati, inoltre, da flange di lunghezza ridotta, che seppure riducono il peso finale possono potenzialmente ridurre la rigidità della ruota. I cerchi, tuttavia, sono dotati di profilo asimmetrico, il che consente maggiori valori di tensione per i raggi, a vantaggio quindi di una maggiore rigidità della ruota, oltre che di una maggiore durata.

_DSC2404-2

Una rigidità che si è dimostrata poi realmente sul campo, dove abbiamo apprezzato la reattività delle Deamion oltre che la precisione nella guida, nonostante la presenza di “soli” 28 raggi che per molti potrebbero sembrare in numero non sufficiente a garantire rigidità e sicurezza in un utilizzo all mountain/enduro. In realtà la costruzione sfoggiata da queste ruote le pone sullo stesso livello di altre dotate di un maggior numero di raggi e di un cerchio più massiccio, mantenendo un peso complessivo nella media per questa destinazione d’uso.

_DSC2399

Il canale interno del cerchio da 23 mm sulla carta potrebbe limitare l’utilizzo di coperture fino a 2.3″ di sezione, tuttavia ci siamo trovati molto bene ad utilizzare anche la Goma da 2.4″ in test, non rilevando tentennamenti o imprecisioni nella guida anche grazie al fianco ben rigido di questa copertura.

_DSC2407

Dopo un certo periodo di utilizzo una ruota può mostrare segni di diminuzione della tensione dei raggi, cosa che invece non è accaduta con le Deamion, che al termine dei 2 mesi di test hanno mostrato una costruzione ancora solida e identica a quando le abbiamo tirate fuori dalla scatola, a parte qualche normale segno sui cerchi derivante dall’utilizzo. I mozzi, inoltre, non hanno palesato alcun tipo di gioco, con i cuscinetti che sono apparsi ancora perfettamente scorrevoli.

_DSC2434-2

Si tratta, quindi, di un set di ruote che pur avendo un peso complessivo non certo trascurabile, sfoggiano un’estrema rigidità che le fa sentire molto più leggere di quanto realmente siano, e questo rapportato ad un prezzo non elevato rende le Deamion una scelta sicura per il biker che desideri delle ruote che, una volta montate, non destino preoccupazioni nell’affrontare i percorsi più impegnativi.

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *