In test: Source Ultimate Hydration System




Con l’arrivo della stagione più calda diventa fondamentale idratarsi a sufficienza, soprattutto nelle uscite più lunghe. Ed è proprio in questo tipo di uscite che il modo migliore per farlo è utilizzare uno zaino dotato di una sacca idrica di buona qualità. Source è da anni tra i produttori di maggior rilievo di sistemi di idratazione e non lo diciamo solo per sentito dire ma perchè abbiamo avuto modo di testare alcuni prodotti di questo marchio con sede in Israele. L’ultimo arrivato in redazione è la sacca idrica Ultimate Hydration System.

DSC_1727a

Descrizione

L’Ultimate Hydration System rappresenta un vero e proprio sistema di idratazione, in quanto non è solo una semplice sacca ma ha in dotazione anche alcuni accessori di fondamentale importanza per l’utilizzo della stessa.

Partiamo dalla sacca, dicendo subito che essendo una Widepac, ha le stesse caratteristiche costruttive della classica sacca idrica Widepac a noi ben nota in quanto già testata. E’ caratterizzata, infatti, dalle tre diverse tecnologie proprie del marchio Source: Glass Like, Grunge Guard e Taste Free.

La tecnologia Glass Like rende il materiale molto più liscio del comune poliuretano, per garantire la capacità del sistema ad autopulirsi. La tecnologia Grunge Guard viene utilizzata per inibire, invece, la possibilità da parte dei batteri, di svilupparsi sulle superfici del serbatoio e del tubo per l’intera durata di vita del sistema. Per raggiungere questo obiettivo viene utilizzato uno specifico agente anti microbico approvato dalla FDA (Food and Drug Administration – Ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici) e registrato dalla EPA (Environmental Protection Agency – Agenzia degli Stati Uniti per la protezione dell’ambiente). La tecnologia Taste Free, infine, garantisce il mantenimento della purezza del liquido contenuto nella sacca, evitando il fastidioso sapore di plastica.

Il tubo infine è dotato di una speciale guaina protettiva dal calore e dai raggi UV.

DSC_1713a

A completamento del sistema di idratazione Ultimate troviamo una clip magnetica costituita di due parti, di cui una va applicata al tubo e l’altra allo zaino, in modo da tenere ben saldo il boccaglio del tubo allo zaino. Vi è infine un particolare adattatore denominato Universal Tube Adapter – UTA, progettato per poter essere applicato all’estremità del tubo, al posto del boccaglio, per poter rifornire la sacca senza necessità di rimuoverla dallo zaino.

DSC_1710a

L’Ultimate Hydration System è disponibile in versione da 2 o 3 litri, ed è in vendita al prezzo di € 45,00.

Info: sourceoutdoor.com

 

Il test

La qualità costruttiva delle sacche idriche Source è fuori discussione e ve lo dice chi ne ha ormai provate di diverse marche. Inattaccabile dalle macchie e dal gusto che rilasciano solitamente le bevande energetiche aromatizzate, la sacca Widepac ha una pratica ed ampia apertura, tale da potervi inserire una mano e ciò si rivela utile quando si vorrà procedere alla sua eventuale pulizia interna. La caratteristica chiusura è invece a prova di perdite. Questa sacca ha dimostrato poi di avere un tempo di asciugatura molto rapido. Una volta svuotata e lasciata aperta bastano infatti poche ore per avere il suo interno completamente asciutto.

DSC_1723a

Abbiamo apprezzato, sul tubo, la presenza di una protezione sia dal calore che dai raggi UV. In effetti durante le lunghe uscite nelle giornate calde, abbiamo notato che la prima parte di liquido ingerita non è calda come solitamente avviene, visto che il tubo pur essendo esposto inevitabilmente ai raggi solari è però protetto dalla particolare guaina in tessuto.

Come nella classica sacca Widepac, anche in questa è presente il sistema di rimozione rapida del tubo dal fondo della sacca, tramite un pulsante. Lo stesso pulsante, qui, è stato previsto anche all’altra estremità del tubo, ovvero dove si trova il boccaglio. E’ possibile infatti rimuovere il boccaglio facilmente ed applicare quindi l’adattatore UTA nel momento in cui si abbia necessità di rifornire la sacca e non si voglia rimuoverla dallo zaino. Abbiamo trovato questa soluzione molto comoda, visto che spesso capita che quando durante un’uscita si rimuove una sacca vuota dallo zaino, poi quando la si vuole rimettere piena di liquido l’impresa non è così semplice, in quanto occorre svuotare almeno parzialmente lo zaino se lo si è riempito in precedenza. Con l’adattatore UTA questa operazione risulta invece estremamente semplice.

DSC_1711a

Il boccaglio è il classico delle sacche Widepac, quindi consiste in un dispositivo di blocco che occorre ruotare per consentire il passaggio del liquido. Una volta ruotato, comunque, il liquido non passa se non si preme tra le labbra il terminale. Vi è infine un cappuccio protettivo che evita il contatto del boccaglio con la polvere ed altri elementi nel momento in cui non viene utilizzato.

DSC_1707a

Abbiamo trovato molto utile anche la clip magnetica. Con essa non avviene più il fastidioso dondolamento del tubo, scomodo soprattutto durante le discese o nei passaggi più tecnici. Basta infatti applicare una delle due parti della clip su un punto dello spallaccio dello zaino e lasciare l’altra parte sul tubo. Una volta che le due parti vengono a contatto il tubo resterà saldamente bloccato e basterà una sola mano per rimuoverlo dallo spallaccio quando si vorrà bere.

DSC_1718P

L’adattatore UTA e la clip magnetica, insieme alle caratteristiche costruttive di alto pregio della sacca idrica, fanno sicuramente dell’Ultimate Hydration System un compagno ideale per le lunghe uscite, da noi senz’altro consigliato.

Summer Sale wk28 - 728x90  
 
 

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *