In test: Sigma BC 14.16 STS CAD

Con oltre 30 anni di esperienza alle spalle nella produzione di ciclocomputer, la tedesca Sigma Sport offre nel proprio catalogo svariate soluzioni per tenere sotto controllo i dati relativi alle proprie uscite. Soluzioni sia di tipo cablato che wireless e tra queste ultime abbiamo provato il modello BC 14.16 STS CAD.

_DSC9861

Descrizione

Il BC 14.16 STS CAD racchiude in un ciclocomputer dalle dimensioni ridotte una vasta serie di informazioni relative alle proprie uscite in sella. Le sue dimensioni sono infatti di 53,2 mm x 40,3 mm x 12,2 mm mentre il display misura 27 mm di larghezza x 37 mm di altezza.

DSC_5748

Le informazioni fornite dal ciclocomputer si possono suddividere in tre aree funzionali: funzioni bike, funzioni altimetro e funzioni cadenza.

La funzioni bike possiamo riassumerle come segue: distanza giornaliera, distanza totale, tempo di pedalata, tempo totale, velocità media, velocità massima, orologio, temperatura, tempo parziale, distanza parziale, velocità corrente.

Le funzioni relative all’altimetro sono: profilo altimetrico per gli ultimi tratti, altitudine attuale, pendenza, dislivello in salita, altitudine massima.

Le funzioni offerte per la cadenza riguardano, infine, la cadenza corrente e quella media.

L’accesso alle funzioni avviene tramite i tre pulsanti, dei quali uno è posizionato in alto (“Menu”) e serve ad accedere al menu e due in basso (“Alti” a sinistra e “Bike” a destra), utilizzati per accedere alle tre aree funzionali.

DSC_5745

La trasmissione dati avviene mediante il sistema STS (Sigma Transmission System), un sistema codificato digitale con il quale il trasmettitore di velocità posizionato sulla forcella e quello relativo alla cadenza, posizionato sul carro, raccolgono i dati e li trasmettono come pacchetto dati al computer. La codifica digitale adottata dal sistema impedisce che i dati vengano danneggiati da interferenze esterne quali fonti di energia o altri trasmettitori.

DSC_5750 DSC_5749

Il BC 14.16 STS è impermeabile secondo la normativa internazionale IPX 8. Ciò significa che prevede anche la protezione da un’immersione permanente. Il magnete per raggio è dotato di morsetto a scatto per una facile installazione senza attrezzi mentre quello per la cadenza può inserito direttamente all’interno del perno del pedale.

DSC_5742

Il BC 14.16 STS CAD è in grado di comunicare anche con gli smartphone aventi funzionalità NFC (Near Field Communication). La comunicazione avviene mediante l’app scaricabile gratuitamente Sigma Link per dispositivi Android, che consente di modificare le impostazioni del ciclocomputer e leggere i dati da esso rilevati. E’ possibile, inoltre, associare il BC 14.16 STS CAD a due bici distinte, che poi verranno rilevate automaticamente in base al segnale trasmesso.

Il BC 14.16 STS CAD è in vendita al prezzo di € 89,95 mentre nella versione priva di sensore di cadenza ha un costo di € 74,95.

Info: www.sigmasport.com



Il test

Nonostante le dimensioni comunque contenute, il BC 14.16 STS si presenta con un display decisamente ampio e con le cifre di dimensioni e spessore tali da poter essere facilmente visualizzate. I tasti sono comodi da azionare anche utilizzando i guanti.

_DSC9862

La sua dotazione comprende tutti gli accessori necessari all’installazione, che avviene in maniera molto semplice e senza la necessità di alcun attrezzo. La staffa per il manubrio può essere installata anche sull’attacco, vista la possibilità di essere ruotata (agendo sulle apposite viti). In ogni caso viene applicata grazie ad un anello elastico in silicone, disponibile in due diversi diametri.

_DSC9865

Il computer si aggancia alla staffa con una breve rotazione a prova di tenuta. In tal modo è possibile rimuovere facilmente il computer nel caso in cui ci si debba allontanare dalla bici. Sul campo la tenuta si è rivelata ottima così come la stabilità dell’insieme.

_DSC9864

Anche il trasmettitore di velocità e quello di cadenza sono dotati di un anello elastico per essere applicati rispettivamente sul fodero della forcella e sul fodero inferiore del carro. Sono molto comodi nel caso si volessero rimuovere rapidamente per poterli utilizzare su un’altra bici. In ogni caso sono provvisti anche di apposite feritoie nel caso si vogliano fissare mediante delle comuni fascette da elettricista.

_DSC9868 _DSC9870

Abbiamo trovato, inoltre, molto pratico il magnete per raggio, che si apre e si chiude con un semplice click, quindi senza necessità di essere bloccato con una vite. Una volta chiuso non abbiamo mai rilevato alcun scivolamento sul raggio. Il magnete per la cadenza, invece, viene inserito a pressione all’interno del perno del pedale. Essendo molto sottile non c’è alcun rischio di contatto con il trasmettitore. In dotazione troviamo comunque anche due supporti in plastica nel caso in cui vi sia invece molto spazio tra la pedivella ed il trasmettitore.

Il menu è particolarmente articolato e consente di accedere a tutte le impostazioni che ci si aspetta da un ciclocomputer, compreso il contrasto del display, molto comodo in condizioni di elevata luminosità, mentre per il diametro ruota è possibile selezionare uno di quelli già preimpostati da 16″ a 29″ oppure inserire manualmente un valore.

Le funzioni disponibili sono davvero tante e ne comprendono anche una per le statistiche. Infatti il BC14.16 STS tiene traccia delle statistiche degli ultimi dodici mesi, dando così la possibilità di confrontare ed analizzare mensilmente le attività svolte.

E’ presente anche una funzione di retroilluminazione intelligente. Viene attivata premendo contemporaneamente i tasti “Menu” e “Alti” e una volta attivata quando si preme un qualsiasi pulsante il display si illuminerà. Quando invece il computer entra in modalità di sospensione, la retroilluminazione si disattiva automaticamente.

Il BC 14.16 STS integra anche un indicatore dello stato della sua batteria nonché della batteria dei due trasmettitori, in modo da visualizzare un messaggio di avvertimento quando una delle batterie sta per esaurirsi.

DSC_5751

Il computer è dotato, inoltre, di un chip di memoria interno grazie al quale riesce a mantenere in memoria tutte le impostazioni e i valori registrati anche se viene sostituita la batteria, nel qual caso occorrerà solo impostare nuovamente l’orologio.

Negli otto mesi di test il BC 14.16 STS CAD si è dimostrato molto preciso nel rilevamento dei dati, con i trasmettitori che non hanno mostrato alcun tentennamento nell’invio dei dati anche per quanto riguarda la cadenza e la funzione di altimetro, quest’ultima tra l’altro si è dimostrata sempre abbastanza precisa. Abbiamo apprezzato molto anche la resistenza all’acqua e ai graffi da parte del display. Tutte queste caratteristiche lo rendono senz’altro una scelta obbligata per il biker che desidera avere il massimo controllo sui dati rilevati nel corso di un allenamento o di una semplice uscita.