In test: AbsoluteBLACK Oval XT M8000 / SLX M7000




Ormai siamo abituati a testare componentistica a marchio AbsoluteBLACK, ma quando riceviamo prodotti di questa azienda che progetta nel Regno Unito e produce in Polonia, restiamo sempre affascinati dalla cura dei dettagli impiegata nella realizzazione delle corone. Corone che da tempo ormai propone anche nella versione ovale, di cui abbiamo già avuto modo di testare una versione e che ora vi proponiamo invece in una nuova versione specifica per alcune trasmissioni introdotte di recente da Shimano.

DSC_7425

Descrizione

La Oval XT M8000 / SLX M7000 è stata progettata in maniera specifica per poter essere impiegata nelle trasmissioni Shimano Deore XT M8000, SLX M7000 e MT700. Proprio per questa particolare destinazione è prevista solo con girobulloni da 96 mm.

Le misure disponibili sono da 30, 32, 34 e 36 denti, con le seguenti precisazioni da parte del produttore:

  • La corona da 30 denti possiede una “ovalizzazione” da 28/32T ed è consigliata per coloro che utilizzano corone da 28 o 32 denti.
  • La corona da 32 denti è invece consigliata a quei biker che normalmente utilizzano una corona da 31/32 denti. La pedalata richiederà uno sforzo simile a quello che si avvertirebbe utilizzando una normale corona da 31 denti, visto che il diametro minore dell’ovale corrisponde ad una corona da 30 denti, tuttavia la velocità che si raggiungerebbe sarebbe equivalente a quella con una corona normale da 33/34 denti.
  • La corona da 34 denti ha una “ovalizzazione” da 32/36T ed è consigliata per coloro che utilizzano corone da 33 o 34 denti.

DSC_7431

E’ realizzata in alluminio 7075, lavorato CNC e sottoposto a processo di anodizzazione. Il profilo dei denti adotta il consueto spessore differenziato di tipo narrow-wide, per favorire la ritenzione della catena ed evitarne la caduta.

DSC_7434-2

La Oval XT M8000 /SLX M7000 è disponibile nei colori nero o rosso corsa. Il peso da noi rilevato della versione da 30 denti è stato di 45 grammi. E’ disponibile nelle versioni 30, 32, 34 e 36T. In vendita al prezzo di € 54,99.

Info: absoluteblack.cc

Il test

Tempo addietro abbiamo già avuto modo di testare con soddisfazione una corona ovale di AbsoluteBLACK, per cui eravamo già preparati per quanto concerne la sua installazione, che come tutte le corone ovali non è proprio scontata. Per facilitare questa operazione il produttore ha realizzato, nella parte interna della corona, una piccola protuberanza triangolare che in fase di installazione deve andare a posizionarsi in corrispondenza della pedivella. In corrispondenza dei fori in cui dovranno alloggiare le bussole, invece, sono stati realizzati degli appositi spessori che consentono alla corona di incastrarsi perfettamente sullo spider della guarnitura, senza quindi dover sostituire le bussole. Non è necessario, infine, variare la lunghezza della catena, se il numero di denti della corona ovale è lo stesso di quella utilizzata in origine.

DSC_7428

Chi non è abituato a pedalare con una corona ovale non troverà subito il giusto feeling con essa, non bisogna però demoralizzarsi ma prendersi il tempo necessario ad abituarsi, il che il più dello volte significa attendere 3/4 uscite di media lunghezza, ovvero il tempo che è occorso a noi come fase iniziale di rodaggio. Durante questa fase, in effetti, quando si pedala si avverte una strana sensazione di molleggio, una sensazione che all’inizio potrebbe infastidire ma, come dicevamo, dopo le prime uscite si arriva con naturalezza ad impostare un’azione di pedalata più regolare, che fa subito apprezzare i benefici portati dalla corona ovale. Benefici che si mostrano non solo in pianura, dove ci si può divertire nei rilanci dell’andatura con maggior entusiasmo, ma soprattutto nel corso delle salite, quando ci si potrà giovare di una maggiore trazione ed, allo stesso tempo, di una diminuzione dei fenomeni di slittamento della ruota posteriore, con un conseguente risparmio di energie. Si nota anche una migliore accelerazione in uscita dalle curve.

DSC_7433

Anche con questo modello di corona ovale a marchio AbsoluteBLACK non si sono mai verificati salti di catena, nonostante il timore che potrebbe essere indotto dal movimento non perfettamente circolare della corona. Lo stesso possiamo dire per i fenomeni di caduta della catena, che al contrario è sempre rimasta ancorata alla corona anche nelle discese più dissestate. Per i biker più aggressivi, comunque, AbsoluteBLACK ha recentemente introdotto un particolare tipo di guidacatena disegnato specificamente per le corone ovali, che tra l’altro ci ha già spedito per un test e del quale vi faremo conoscere presto le nostre impressioni.

absoluteblack_oval_chainring_xt_m8000_crank_30_red-3

Anche la durata si è fatta apprezzare, visto che dopo i 7 mesi di utilizzo la corona non ha mostrato segni di decadenza delle prestazioni. Con il nostro precedente test avevamo già potuto apprezzare sia le performance offerte da una corona ovale in generale che il livello qualitativo offerto da questo marchio, qualità che trova senz’altro conferma anche in questo nuovo modello.

Share this:

Articoli correlati

2 comments

  1. Angelo fiore

    Io monto una doppia 26/36 con 11/40 e sarei più propenso a montare una 28, perché ho paura di no farcela a spingere la 30 visto che fa anche da 32, voi cosa ne pensate??

    • .
      Author

      Se sui tuoi percorsi ti capita spesso di abbinare alla 26 il pignone 40 in effetti potresti avere qualche difficoltà con una ovale 30, a meno che non pensi prossimamente di aumentare il pignone maggiore della cassetta, portandolo ad esempio ad un 42. In ogni caso il modello da noi testato non va oltre i 30 denti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *