Veneto Cup – #13: Mensi, Marchet, Tovo e Taffarel sono le stelle di Schio

Comunicato stampa

Ottima prima edizione per Schio Bike, che ha portato il cross country in una inconsueta ma molto riuscita ambientazione semi-cittadina con un opportuno tratto di lancio su strada asfaltata nella frazione urbana di Magrè di Schio, che ha lanciato in una breve ma selettiva salita i concorrenti verso il cuore del tracciato, sulle colline circostanti con tanto single track, lunghi tratti in sottobosco, salite impegnative e discese tutte da guidare.

Lotto partenti qualificato e gara 1 che prende presto una fisionomia precisa: Daniele Mensi ed Enrico Franzoi fanno valere classe e gamba prendendo il comando sul “solito” e pimpante gruppo di giovani under 23. La testa della gara è loro dalle prime fasi, alle spalle vari duelli per le posizioni da podio e la classifica under. Mensi è determinato e allunga, Franzoi tiene un distacco contenuto.

SchioBikeXc17_press-198_1223

La gara è lunga e non semplice, sul valido tracciato predisposto da Schio Bike che prevede anche un paio di passaggi in prossimità della curatissima zona di arrivo che dà la possibilità di effettuare 2 rifornimenti a giro nello stesso punto e a pubblico e addetti di verificare le posizioni. Il ritmo di Daniele Mensi è quello che continua a fare la selezione di giornata, continua a spingere fino al successo. Ottima seconda piazza per Enrico Franzoi, che precede nettamente sfoderando talento ed orgoglio sul traguardo di Magrè di Schio il miglior under 23, Alberto Lenzi che torna al terzo gradino del podio assoluto ed al successo di categoria dopo aver a lungo duellato con Simone Segat, che giunge alle sue spalle. Terzo under un Alex Da Canal in netta crescita, mentre il podio elìte è completato dall’esperienza e tenacia di Nicola Dalto.

Femminile a due volti, entrambi giovani: sono quelli di Marika Tovo e Giorgia Marchet che reduci entrambe da importanti esperienze internazionali danno vita a un confronto di alto livello. Le categorie sono diverse, oggi la Junior si fermava prima della Open woman con appena un anno di differenza. Entrambe ne escono vincitrici dando lustro alla corsa e non sono sole: la junior vede alla prima posizione appunto Marika Tovo, seguita da Giada Specia e Gaia Pagotto, un bel podio.

SchioBikeXc17_press-161_1223

Nella open successo per Giorgia Marchet, su una tenacissima anche se lievemente acciaccata Noemi Pilat. Un problema ha impedito alla correttissima Giovanna Michieletto di essere con loro sul podio, per noi c’è, se lo è meritato tutto sul campo con una condotta di gara e correttezza esemplari.

SchioBikeXc17_press-165_1223

Assolo tra gli Juniores per Nicola Taffarel, una stagione dove a parte piccole rotture ed inconvenienti relativamente innocui il giovane atleta di Vittorio Veneto sta offrendo una serie di prestazioni una più convincente dell’altra. Alle sue spalle l’attuale leader di veneto Cup Matteo dalla Vecchia raggranella altri preziosi punti di campionato, con un’altra gara di buon livello seguito dallo sloveno Anthon Bilic.

SchioBikeXc17_press-180_1223

Categorie Master di gara 1: fa valere per l’ennesima volta la sua classe tra gli ME Iva Zulian, successo senza discussioni. Lunga lotta invece tra gli M1: prevale all’ultima tornata Michele Valente sul leader Alberto Bisetto. M2 di nuovo per Pietro Lunardi, M3 altra conferma per Nicola Terrin, M4 decisamente per Antonio Tasca. Ancora un duello in M5, oggi lo vince Nereo Canale su Paolo Alverà, si impongono tra gli M6 Maurizio Borsato,  tra gli M7 Fabrizio Stefani e tra le MW Edi Boscoscuro.

Se tra le categorie agonistiche e master le classifiche finali hanno riservato posizioni piuttosto delineate, in gara 2 le giovanili hanno offerto invece lo spettacolo di confronti serrati fino alla fine. Si è rivelata ottima la scelta organizzativa di ridimensionare drasticamente il percorso, mantenendone tutte la caratteristiche ma consentendo ai ragazzi ed alle ragazze di confrontarsi su più giri del consueto. La gara di testa tra gli Allievi secondo anno vede per gran parte dei 4 giri in programma avvicendarsi per la vittoria i primi tre: Emanuele Huez, Lorenzo Faoro e Simone Pederiva si avvicendano in testa e solo nell’ultimissimo tratto Huez prende quel leggero vantaggio per un successo di rilievo. Appena dietro sprint tra Faoro e Pederiva che si classifica nell’ordine, con un “bonus in più per Pederiva che con il giro più veloce in gara si aggiudica il trofeo di giornata, destinato dallo sponsor Sartore appunto a un giovane, confermando l’intento chiaramente espresso dal presidente di Schio Bike Edoardo Sandri di previlegiare l’impegno di tutti verso il futuro.

Non sono da meno gli allievi 1: alla fine la spunta Gianni Vazzola ma dopo aver a lungo duellato con Eric Mendo e Giovanni Meneghin, in testa per lungo tempo c’era anche Tommaso Mezzacasa, quarto alla fine.

Il copione del confronto a viso aperto vale anche per gli esoridenti: tra i secondo anno oggi la giornata è di Matteo Sfregola, decisa la gara, piccolo il vantaggio sul sempre ottimo Riccardo Pivato, sul podio con loro Davide Turina.

Un assolo tra i primo anno, è di Mattia Marini, alle sue spalle cambiano invece le posizioni: sul traguardo secondo posto per Thomas Serena, in volata Gabriele Mazzucco si aggiudica il terzo gradino del podio su Federico Saccon.

Bella lotta iniziale tra le ragazze allieve, la risolve nel finale Vanessa Lucca su Camilla Cassol, più oltre Erica Campagna. Frizzanti le esordienti, il primo posto è della primo anno Denise Faiola che prevale su una sempre validissima Sara Vicentini ed Elena Tomasella in netta crescita.

Classifiche complete

Archiviata questa ottima prima di Schio Bike, un po’ di pausa per la Veneto Cup. Con i Kids ci si rivede a Salgareda il 22 luglio in concomitanza con i Campionati Italiani assoluti XCo di Genova, con i “grandi” il 6 agosto a Sospirolo.