Una “Domenica elettrica” alla 3Epic-3EBike

Comunicato stampa

Il nuovo orizzonte della mobilità sostenibile e del divertimento, si chiama e-bike! Sono adatte a chiunque e godono di tutti i vantaggi della bici tradizionale, ma con meno fatica.

Un risultato rivoluzionario, sia per coloro che si recano al lavoro pedalando sia per chi vede la bici come un mezzo turistico o, in genere, come svago. L’aiuto elettrico consente, infatti, di percorrere più chilometri e di raggiungere luoghi altrimenti di difficile accesso, soprattutto perché preceduti da salite molto impegnative. E chi ha poco tempo per allenarsi, oppure soffre di patologie, non è più costretto a rinunciare al piacere del viaggio in Mtb. Muoversi a contatto con la natura non è mai stato tanto facile e piacevole!

Se diamo un occhio ai dati rilasciati dall’ANCMA, nel corso del 2016 in Italia, il mercato delle biciclette a pedalata assistita ha raggiunto i 124.000 pezzi, con un incremento del 120% rispetto all’anno precedente. Il modello di bici preferita è la mountain bike e sono sempre più numerose le realtà italiane che progettano e producono in proprio i motori e l’elettronica. Insomma, una vera e propria rivoluzione che non sta passando inosservata sui nostri territori turistici che si stanno organizzando con guide e noleggio.

E la 3Epic è proprio l’occasione per offrire a tutti la possibilità di esplorare il territorio, visitare aree di interesse naturalistico e paesaggistico, anche remote, senza eccessivo sforzo o allenamento grazie all’utilizzo delle biciclette a pedalata assistita. Un’escursione di mezza giornata con guide esperte alla scoperta del territorio e dei passaggi più spettacolari.

Ritrovo domenica 3 settembre con partenza alle ore 9.30 dal Palaghiaccio di Auronzo. Si attraversa la ciclabile passando per la riserva naturale di Somadida, Val Bona e arrivando a Misurina. Si sale poi verso le Tre Cime fino al Casello, si prende il sentiero che conduce al Lago d’Antorno e da qui si sale a Pian degli Spiriti. Si scende per la Pista di Torre del Diavolo fino alla Baita di Misurina. Si prende il secondo anello di Misurina fino alla seggiovia di Col de Varda. Si imbocca Bus de Pogofa e poi si scende da Malga Maraia per rientrare ad Auronzo.

Sono circa 60 km per 1500 m di dislivello, così da poter gestire una “carica” di batteria.

L’obiettivo è quello di estendere l’esperienza dell’escursione in bicicletta anche a chi non è ciclista grazie all’ausilio dell’assistenza alla pedalata. Il Costo, comprensivo di pacco gara (doppio paio di calze tecniche SIXS) e medaglia di finisher, è di 25,00 euro. Possibilità di noleggio bici su prenotazione 30,00 euro. Per iscrizioni e informazioni http://mtb.3epic.it/?p=eventi%20collaterali