Sono sempre di più i biker che con il tempo si appassionano alla manutenzione. Non c’è niente di più appagante, infatti, di prendersi cura della compagna di avventure e farlo soprattutto in prima persona. Ormai sul web si trovano tutorial di ogni tipo e con un po’ di manualità e di pazienza si scopre di essere in grado di eseguire la stragrande maggioranza delle operazioni di manutenzione, che possono garantire una vita migliore alla propria mountain bike. Ovviamente prima di procedere è opportuno dotarsi almeno dell’attrezzatura maggiormente indispensabile in questo lavoro ed è proprio di questo che vogliamo parlarvi in questo articolo, elencandovi quello che secondo noi non dovrebbe mai mancare nell’officina di ogni appassionato.

E’ chiaro che non tutti possono avere la fortuna di avere a disposizione un locale da dedicare all’officina, tuttavia con un po’ di inventiva ci si può ritagliare uno spazio sufficiente per poter svolgere le operazioni di manutenzione, ad esempio nel garage oppure in cantina ma chi avesse a disposizione un cortile o un terreno privato potrebbe anche mettervi uno di quei capanni prefabbricati dove poter lavorare al riparo dal cattivo tempo.

Il banco da lavoro

Il banco da lavoro sarà quello dove potrete riporre la vostra attrezzatura oltre che da utilizzare come base di appoggio per i vari componenti in fase di montaggio/smontaggio e per effettuare determinati lavori.

Se non avete abbastanza spazio potreste optare anche per un banco da lavoro di tipo mobile. Sono quelli dotati di ruote e di dimensioni contenute ma solitamente integrano alcuni cassetti dove poter riporre gli attrezzi.

Se invece non avete molto da spendere potreste sfruttare anche un vecchio tavolo, in ogni caso l’importante è che l’appoggio sia ben stabile e solido.

Morsa

Se il piano di lavoro è ben stabile può tornare utile avere una morsa.

Cavalletto

Non è assolutamente essenziale per la manutenzione, tuttavia se ci si trova spesso a lavorare sulla bicicletta l’acquisto di un buon supporto per la bici è sempre un ottimo investimento. Si rivela, infatti, efficace per regolare il cambio, per lubrificare la catena ma anche per altre svariate operazioni come la sostituzione delle pastiglie e conseguente ricentraggio della pinza sul disco. Evitate però prodotti economici, che poi si rivelerebbero poco stabili durante l’utilizzo.

Set di chiavi esagonali

Ormai avrete notato che la mtb è tenuta insieme da un bel po’ di viti esagonali. Un buon motivo quindi per dotarsi di un intero set di chiavi esagonali, andranno bene le misure da 1,5 mm a 10 mm. E’ bene optare per chiavi di buona qualità, visto che in tal caso vi dureranno un’eternità. Quelle con le estremità a sfera possono ritornare utili per lavorare su viti nelle posizioni più assurde però rischiano anche di rovinare le viti stesse, quindi è meglio prestare attenzione.

Set di chiavi Torx

Se fino a pochi anni fa su una mtb si potevano trovare viti di tipo Torx solo per il fissaggio dei dischi al mozzo e nella sola misura T25, recentemente questo tipo di viti si è esteso anche in altri utilizzi, ad esempio nel posto guida per il montaggio di attacchi manubrio, di comandi cambio e di leve freno, ovviamente con misure diverse dalla T25. E’ opportuno, quindi, dotarsi anche di un buon set di chiavi Torx, con misure comprese tra T9 e T40. Saranno utilizzate sicuramente con minor frequenza rispetto a quelle esagonali, ma quando sarà necessario usarle sarà meglio averle.

Set di chiavi aperte

Non se ne fa un uso frequente ma è meglio averne di diverse misure.

Chiavi a bussola

Solitamente utilizzate per inserire i Token (spessori) all’interno delle forcelle per personalizzarne il funzionamento. Non sono proprio necessarie se al momento non siete ancora interessati a queste operazioni di tuning.

Chiave di rimozione del lock ring del pacco pignoni

E’ una particolare chiave che serve a svitare l’anello di bloccaggio del pacco pignoni.ù

Chiave a frusta per pacco pignoni

Se si prova a svitare il lock ring del pacco pignoni, ruotandolo appunto in senso antiorario, ci si accorgerà che il pacco pignoni ruoterà anch’esso insieme al corpo ruota libera. Questa particolare chiave serve appunto a tenere bloccato il pacco pignoni mentre si svita l’anello di bloccaggio. Volendo la si può costruire con una vecchia catena e un po’ di inventiva ma è conveniente acquistarne una di buona qualità.ù

Chiave per movimento centrale

Necessaria per rimuovere il movimento centrale di tipo filettato.ù

Chiave tiraraggi

Può essere utile se sapete come utilizzarla o se volete dilettarvi ad esercitarvi nell’uso con una vecchia ruota.

Chiave smonta valvola

E’ una piccola chiave in plastica che serve a rimuovere l’anima interna delle valvole Presta smontabili, in modo da poter inserire più agevolmente il liquido sigillante all’interno di un copertone.

Cacciaviti

Un buon cacciavite piatto sarà sempre utile, magari con punta di due misure diverse, ma è utile avere anche un paio di misure a stella, visto che serve ad esempio a regolare il fine corsa del cambio.

Pinza

Meglio se a becco lungo in modo da poter accedere anche negli spazi più esigui.

Tronchese per cavi e guaine

Molto utile quando si installa un nuovo set di cavo e guaina del cambio. E’ importante che sia di comprovata qualità affinché il taglio avvenga correttamente e senza sfilacciare il cavo di acciaio o rovinare le estremità della guaina.

Smagliacatena

Necessario quando si monta una nuova catena, per accorciarla alla giusta misura.

Pinza smagliacatena

Molto utile quando occorre smontare una catena dalla bici quando è dotata di falsamaglia, visto come risulta abbastanza difficile aprire una falsamaglia a mano.

Compressore

Utile a far tallonare un copertone in modalità tubeless, tuttavia se avete una buona pompa da officina e adottate gli opportuni accorgimenti non è proprio necessario.

Pompa per copertoni

Le mini pompe ultraleggere lasciamole per le uscite in sella. Per l’officina invece è sempre conveniente optare per una buona pompa da pavimento di comprovata qualità, visto che farà la differenza quando si dovrà far tallonare una gomma in modalità tubeless. Le pompe migliori, infatti, riescono a farcela senza far rimpiangere il compressore, ricordandosi però alcuni accorgimenti, come quello di rimuovere l’anima interna della valvola prima del gonfiaggio, in modo da consentire un maggior passaggio di aria.

Manometro

Si può scegliere tra un modello digitale oppure quello classico analogico per misurare la pressione delle gomme, operazione molto importante visto che è in grado di influenzare il comportamento del mezzo.

Leve cacciagomme

Non devono mai mancare almeno due leve cacciagomme di buona qualità nel kit di riparazione anche durante le uscite più brevi, lo stesso vale per la vostra officina.

Pompa per sospensioni

Se avete sospensioni ad aria probabilmente ce l’avrete già la relativa pompa per il gonfiaggio. In caso negativo sarà il momento di acquistarne una.

Seghetto

E’ utile ad esempio per accorciare un manubrio troppo largo. Nel caso di manubri in carbonio è necessario utilizzare una lama specifica.

Chiave dinamometrica

Lo sappiamo che non costa poco ma sappiamo anche quali siano i danni che si possono creare in sua assenza, inoltre negli ultimi anni i prezzi si sono ridotti notevolmente. Ogni componente è contraddistinto da una propria coppia di serraggio (in Nm) da rispettare in fase di serraggio delle viti, con una chiave dinamometrica basta impostare questo valore per avere la sicurezza di serrare senza arrecare alcun danno. Per la maggior parte dei componenti della mtb sarà sufficiente avere una chiave dinamometrica che abbia un range di coppia di serraggio dai 2 ai 16 Nm.

Calibro per misurare l’usura della catena

Estremamente utile per tenere sotto controllo lo stato di usura della catena e capire quando è il momento di sostituirla prima di rovinare i denti di corona e pignoni.

Martello in gomma

E’ sempre utile avere in officina un martello in gomma quando si deve, ad esempio, rimuovere la forcella o la guarnitura e non si vogliono fare danni utilizzando il classico martello.

Livella

Si rivela utile ad esempio per regolare l’inclinazione della sella.

Calibro o metro

Utili per prendere svariate misure, come il SAG della forcella e dell’ammortizzatore.

Kit di spurgo freni

Ogni sistema frenante ha il suo kit di spurgo specifico. E’ importante averlo nel momento in cui si rende necessario effettuare un’operazione di spurgo dei freni.

Sgrassanti e lubrificanti

In ogni officina che si rispetti non possono mancare prodotti sgrassanti e lubrificanti. E’ necessario avere almeno i seguenti:

  • lubrificante per catena (meglio liquido piuttosto che spray), sia per condizioni asciutte che per bagnato
  • grasso al litio
  • sgrassante spray
  • spray sbloccante (ad es. WD40)