Titici: a Lenzerheide tappa difficile per gli atleti del team

Comunicato stampa

SERENA TASCA

Nella terza prova di World Cup Cristian Cominelli e Serena Tasca non riescono a lasciare il segno in una giornata caratterizzata dalla sfortuna. Cominelli chiude in 76ª fermato a due giri dal termine mentre è un malore a costringere al ritiro Serena Tasca. Al campionato italiano giovanile Tabarelli chiude in 27ª seppur costretto a fermarsi ai box subito dopo lo start.

Ancora un week end nero per gli uomini del Titici Factory Team LGL impegnati nella trasferta svizzera per la terza prova dell’U.C.I. Mountain Bike World Cup ed in Trentino per il campionato italiano giovanile. In Cristian Cominelli e Serena Tasca erano riposte le aspettative per una buona prova nel campionato mondiale del cross country che per l’occasione ha fatto tappa sul nuovo tracciato di Lenzeheide, uno dei più veloci e tecnici della World Cup 2015. Inizia subito male la gara del biker bresciano che nel corso della prima tornata è coinvolto in una caduta che gli causa la rottura della sella.

Dopo una buona partenza sono rimasto coinvolto in una caduta di gruppo su di un passaggio tecnico – ha detto Cristian – nessuna conseguenza fisica importante ma mi sono subito accorto che la bici aveva qualcosa che non andava e così sono stato costretto a più soste ai box nel tentativo di porre rimedio ma ogni volta perdevo posizioni e tempo prezioso.” Cominelli viene così fermato dalla giuria, per l’applicazione della regola dell’80%, a due giri dal termine e classificato in 76ª posizione. Un malore, proprio come nella tappa di Albstadt, ferma invece Serena Tasca che nella gara riservata alle donne Under23 è costretta al ritiro dopo solo tre tornate mentre navigava attorno alla 15ª posizione.

Al campionato italiano giovanile XCO 2015 di Carzano (Trento) tra gli Allievi 2º anno Leonardo Tabarelli non riesce ad esprimersi al meglio a causa di una caduta nelle fasi di partenza che ne ha compromesso l’intera gara.Tamponato da un altro biker poco dopo lo start, Tabarelli è stato costretto al rientro ai box per sistemare il cambio ritrovandosi quindi a ripartire in ultima posizione. Dopo una furiosa rimonta resta la consolazione di una condizione comunque in crescita a fronte del 27º posto con cui ha chiuso la sua prova.