Silmax X-Bionic Racing Team: Samuele Porro chiude al 4° posto l’edizione 2015 dell’AlpenTour Trophy. Michael Pesse è 6° nella Promenado Bike Marathon

Comunicato stampa

Prom_Podio_Elite

Domenica, con il 7 tempo ottenuto nella cronoscalata conclusiva della quarta tappa dell’Alpentour Trophy 2015, Samuele Porro chiude al 4 posto la classifica generale del tour.
L’edizione 2015 dell’Alpentour Trophy ha regalato emozioni e colpi di scena dalla prima alla quarta ed ultima tappa che ha visto l’italiano Tony Longo aggiudicarsi per un solo secondo la classifica generale finale sull’austriaco Alban Lakata. Terzo il belga Roel Paulissen e quarto, ai piedi del podio, Samuele Porro che si conferma nell’elite del ranking mondiale.
Il compagno di team Mattia Longa chiude l’Alpentour Trophy al 27 posto in classifica generale.

A Vinadio (CN) sul percorso ridotto a causa del violento nubifragio che si è abbattuto sulla Promenado Bike Marathon dei Forti Albertini, sesta tappa di Coppa Piemonte MTB e prova unica del Campionato Regionale Marathon Piemontese, il portacolori del team Silmax X-Bionic Michael Pesse entra nella Top Ten di classifica tagliando 6 (3 Elite) il traguardo della gara percorsa interamente sotto la pioggia battente. Il resto degli atleti del team che hanno terminato la gara si sono classificati: 12 Filippo Blanc (6 Elite), 21 Renato Reinaudo (8 Elite), 25 Massimiliano Perchinelli che si laurea campione Regionale Marathon cat. M3, 27 Andrea Comola (9 Elite), 57 Nicolò Terracciano (14 EMT), 142 Domenico Pasteris (10 M6), 143 Vito Oddo (11 M6), 158 Pierantonio Rochietti (18 M3). Mentre Cavallo e Francisco che hanno optato per il percorso corto si sono classificati 13 Cavallo (1 M5) e 16 Francisco (1 M4).

Sfortunata, invece, la divisione altoatesina del team Silmax X-Bionic composta dagli atleti Pallhuber, Felder e Gufler impegnata nella 100 Km dei Forti a Lavarone (TN) che ottiene un 14 posto nel percorso Classic da 57 km con Manuel Felder, unico degli atleti del team a tagliare il traguardo. Nel percorso Marathon fuori dai giochi di classifica Pallhuber, alle prese con la sfortuna: una foratura e un successivo errore di percorso ad un bivio, lo hanno costretto prima a rallentare e poi ad abbandonare definitivamente ogni possibilità di ricongiungimento con il gruppo dei migliori e al ritiro. Ritiro anche per il compagno di squadra Gufler.