RMS: 1985-2015, trent’anni da ricordare

Comunicato stampa

RMS ha festeggiato con il botto il traguardo dei 30 anni.

Per l’occasione il piazzale dell’azienda è stato trasformato in una grande sagra in stile USA con tanto di toro meccanico, musica country, balli e imponenti barbeque, esibizioni acrobatiche con bmx. Nel programma anche due interessanti e seguitissimi workshop tecnici dedicati a ciclo e moto, i due settori di interesse del noto distributore. L’azzeccato mix della giornata ha ottenuto l’apprezzamento di tutti gli ospiti.

IMG_5471

In definitiva una gran bella festa. Un bel modo di festeggiare i primi 30 anni di attività, tutti in salita considerando il punto di arrivo.

Oggi RMS vanta una sede prestigiosa, per dimensioni, tecnologia applicata alla logistica, qualità del servizio, numero di marchi distribuiti e marchi di proprietà. Parliamo di 11 mila  articoli (3 mila referenze ciclo e 8000 mila moto/scooter stivati un magazzino di 24 mila mq), che RMS fa arrivare (in Italia entro 24 ore dall’ordine) a quasi 3 mila rivenditori sparsi nel mondo, dall’Europa al Nord Africa, al Sud Est Asiatico. RMS è anche distributore ufficiale per l’Italia di 34 brand legati alle due ruote (a pedali e a motore).

Le alleanze coinvolgono nomi di primissimo piano nell’ambito della produzione di componenti OEM e after market per cicli e motocicli: pneumatici KENDA, candele filtri e altri ricambi CHAMPION, batterie BS Battery, catene KMC, pastiglie e componentistica per sistemi frenanti FERODO, batterie al litio LI-ON BATTERY, U-lock e catene antifurto KRYPTONITE , cavi e guaine ALLIGATOR , attrezzi speciali per riparazione ICETOOLZ , selle VELO, componentistica SHIMANO, pedali UNION, Cinghie DAYCO, UFI FILTERS, e tanti altri non meno importanti.

I DUE WORKSHOP

Sapientemente organizzati all’interno di uno spazio chiamato “IN OFFICINA”, destinato a diventare un format con frequenza annuale, I due workshop sono stati definiti da tutti I presenti estremamente interessanti, un vero fiore all’occhiello.

Gli argomenti tecnici trattati e la scelta dei relatori sono stati vincenti e convincenti anche per I giornalisti presenti. I video tutorial che verranno realizzati avranno un certo impatto anche sugli utenti finali delle due ruote interessati a saperne di più sugli aspetti meccanici dei mezzi posseduti e guidati.

P1070560

Il primo dei due incontri, legato al mondo moto, ha catturato l’attenzione dei dealer, meccanici e stampa di settore presenti (una sessantina di persone) spiegando  nei dettagli la componentistica e la manutenzione dei sistemi frenanti utilizzati nel mondo racing, Motogp compresa, arricchendo il tutto con ”trick and tips”, che permetteranno ai meccanici presenti di migliorare la messa a punto delle sportive stradali e di effettuare al meglio eventuali up grade con prodotti aftermarket.

A fare da relatori sono stati Marco Ventura, capo meccanico Ducati Corse Moto GP, Adriano Scovazzo Ufficio tecnico e qualità Accossato, Sergio Bonfanti (Maning Director Racing and Motorcycle Division FERODO. Ad affiancarli nelle operazioni di montaggio/smontaggio Fabio Mapelli di RMS, in precedenza meccanico del team ufficiale Yamaha Superbike.

Ospite d’onore iI pilota Marco Pagani, protagonista del TT 2015: RMS ha creduto nelle sue capacità e l’ha supportato fornendogli una sponsorizzazione e componentistica racing per la sua BMW S1000RR.

Un ringraziamento speciale va alla MTS School, che ha fornito una preziosa collaborazione alla messa a punto dell’incontro.

Il secondo incontro tecnico, dedicato al mondo ciclo, ha presentato ai presenti la “multinazionale della catena” KMC, brand distribuito in Italia da RMS e presente in tutto il mondo con 16 grandi sedi (quella europea si trova in Olanda).

Pensate che dal 1977 al 2013 KMC ha prodotto catene che insieme raggiungono una lunghezza pari a 3.796.000 km: quasi 5 volte la distanza tra la terra e la luna e ritorno.

Anche in questo caso il workshop ha toccato tutte le problematiche legate ad un uso scorretto della catena, sia STRADA che MTB, presentando nei dettagli le caratteristiche delle ultime versioni realizzate e documentando montaggio e smontaggio, attrezzi…

Per KMC è intervenuto Rob Compas, ex atleta olimpico ora in forze al marchio in qualità di product specialist KMC Europe , che ha spiegato ai presenti I trattamenti hi-tech applicati alle catene e l’importanza di un supporto tecnico e logistico adeguato, con consegne anche per ordini OEM in 24 ore, plus ribadito da Maurizio Canzi, General Manager Kuota Cycle Italia (che ha scelto le catene KMC per la Kuota Khan, bici ufficiale del Giro d’Italia 2015 del Team Androni Sidermec) che ha chiarito l’importanza di  ricevere in tempi così stretti componentistica di primo equipaggiamento, per la quale – solitamente – viene richiesta una pianificazione degli ordini con mesi di anticipo.

Gli altri relatori: Gianfranco Zilioli, Atleta Team Androni Sidermec, che nel Giro di Italia ha potuto sperimentare in prima persona la resistenza all’usura delle catene KMC, e infine Luca Catabiani, meccanico Team Androni Sidermec, che ha effettuato le operazioni pratiche sulla bicicletta.

Alte prestazioni di cambiata, robustezza, peso leggero, durata estrema, compatibilità con i maggiori gruppi in commercio, facilità di assemblaggio, non direzionabilità, unica (11 velocità) per strada ed MTB…  Impossibile elencare tutti I plus di questa straordinaria gamma.

In conclusione Rob Compas ha posto l’accento sulle catene top di gamma DLC realizzate con la tecnologia (TiCN Tech, che significa Titanium Carbon Nitride) e ha fatto un veloce accenno alle novità 2016.

Al termine dei workshop la festa RMS ha preso il sopravvento.

IMG_5489