Rally di Romagna “Gyproc Saint Gobain”: boom di iscrizioni

Comunicato stampa

_mgm0100

Ad otto mesi dal via dell’ottava edizione della rassegna di Riolo Terme, i partenti sono già 115. Confermata la formula ed il pool di sponsor. Quarneti: “Si annuncia un’edizione da record”

Boom di iscrizioni per il Rally di Romagna. A quasi otto mesi dall’evento, gli iscritti all’edizione 2017 della rassegna Mtb di Riolo Terme sono già 115, in pratica solo una ventina di unità in meno rispetto ai 136 partenti dell’edizione passata.

Certo, la promozione che si è aperta il 5 settembre e si è chiusa lo scorso 31 ottobre era molto allettante, “ma – ammette Stefano Quarneti, presidente del Romagna Bike Grandi Eventi – nessuno poteva prevedere un successo di queste proporzioni”.

Se il buon giorno si vede dal mattino, dunque, l’ottava edizione si apre con i migliori auspici e la certezza, quasi statistica, che il Rally di Romagna “Gyproc Saint Gobain” 2017 batterà tutti i record di partecipanti, probabilmente superando la soglia dei 150 iscritti.

La manifestazione – in programma dall’uno al 5 giugno 2017 – ricalcherà grosso modo il format delle edizioni precedenti: “E’ una formula che ha dato grandi risultati – prosegue Quarneti – dunque non c’è nessuna ragione per cambiarla”.

Anche il pool di sponsor – da Saint Gobain a ResolvBike per arrivare ad Hera – ha confermato in toto gli impegni assunti nelle scorse edizioni, dando solidità e prospettive all’intero progetto. Del resto, la rassegna per Riolo Terme rappresenta ormai un volano turistico importante e dunque l’appoggio delle realtà economiche e delle istituzioni amministrative, nel corso degli anni, è diventato sempre più convinto.

In via di conferma anche la festa nella piazza centrale di Riolo (in programma il primo giugno), così come i servizi offerti al Villaggio Rally, dove – al fianco delle aziende di settore – sarà allestito un punto lavaggio bici (con l’utilizzo del prodotto ResolvBike), stand eno-gastronomici ed il servizio di meccanico.

Sul piano agonistico, al via, come sempre, i più quotati interpreti della disciplina, tra cui lo spagnolo Israel Nunez Baricon (campione iridato della categoria Master), con una larga rappresentanza di atleti provenienti dall’estero.

Per il resto immutati i principi della manifestazione che, oltre all’aspetto agonistico, intende promuovere anche i valori della eco-sostenibilità e del rispetto dell’ambiente nelle nuove generazioni. Per questo verranno confermate anche tutte le iniziative promozionali legate al mondo della scuola.