Merida Italia Team: Stefano Valdrighi vince la MTB Yellow Race Memorial Lorenzo Vernazza

Comunicato stampa

 

Immagine

Domenica di gare su due fronti per i ragazzi del Merida italia Team. Stefano Valdrighi, Vanni Frassoni e gli altri giovani del Vivaio a Tabiano (Pr), ad onorare la prima prova della Coppa Emilia Romagna XC, mentre Gioele Bertolini, Alessandro Naspi e Mattia Setti in Austria all’Oetztaler Mountainbike Festival di Haiming, gara HC di alto livello utile per raccogliere preziosi punti UCI in vista delle imminenti prove di World Cup.

L’evento di Tabiano è stato aperto in mattinata dalle gare dei più giovani, con impegnati Giulia Lazzari tra le allieve e Lorenzo Calloni tra gli allievi. Il ragazzo di Usmate non ha potuto esprimersi al meglio, a causa di un problema meccanico occorso nelle primissime fasi di gara, che lo ha costretto al ritiro. Purtroppo per lui la sfortuna persiste in questa prima parte di stagione. Giulia ha invece chiuso ottava, non soddisfatta però della sua prestazione.

Nel primo pomeriggio è partita la gara Open, con allo start anche i concorrenti delle categorie Juniores e Master. Valdrighi ha preso subito il comando, mantenendo poi facilmente la testa della corsa fino all’arrivo. Per lui vittoria facile a causa dei pochi avversari del suo livello presenti, ma ottimo allenamento. Vanni Frassoni ha imitato il compagno di squadra vincendo tra gli Junior, conducendo una gara a ritmo elevato, e riuscendo anche ad agguantare nel finale la seconda posizione assoluta. I ragazzi impegnati nella HC Austriaca hanno accusato la troppo arretrata posizione in griglia con cui sono stati ingiustamente schierati degli organizzatori, ma dettagli a parte la gara è stata comunque molto dura e combattuta. Il Valtellinese Bertolini è comunque riuscito nel difficile compito di recuperare posizioni, trovandosi al terzo posto ad un giro dal termine. Nel corso dell’ultimo giro, sentendo la gamba ancora ottimamente in spinta e volendo ambire ad un risultato ancora migliore, il ragazzo ha però rischiato oltre modo in discesa, cadendo per fortuna senza gravi conseguenze, ma perdendo però qualche posizione e concludendo al sesto posto. Ottima gara di Alessandro Naspi (12°), invece più sfortunata quella di Mattia Setti (23°), vittima di una foratura mentre era assieme al compagno.