Merida Italia Team non sfigura tra i giganti a Montichiari

Comunicato stampa

Immagine

Gran giornata di mountain bike a Montichiari, ricca di spettacolo e spettatori accorsi nel centro della splendida cittadina bresciana. Giunti alla seconda prova degli Internazionali d’Italia, i ragazzi di Merida Italia Team si sono confrontati con diversi atleti stranieri coetanei di altissimo livello (145 partenti totali nella gara Open).

Fin dal giro di lancio è stata pura bagarre, e purtroppo le prime fasi concitate hanno mietuto qualche vittima, e Mattia Setti è stato bravo nel rialzarsi dopo una brutta caduta, risalendo in sella e soprattutto conducendo poi una gara grintosa, in recupero fino all’arrivo (19°UN). Anche Stefano Valdrighi non è stato fortunato, forando durante il primo giro e dovendo quindi ripartire dai box in coda al gruppone. Per lui non è stato possibile portare a termine la rimonta purtroppo, in quanto al penultimo giro è stato fermato dai giudici a causa della regola dell’ottanta per cento. Ottimo start di Gioele Bertolini, il quale ha proseguito la gara tra le prime posizioni immerso tra i migliori della categoria Elite. La sua gara, ha via via preso i connotati della classica prestazione fenomenale, perché il ragazzo sfoderando una grinta impareggiabile ha scalato posizioni fino a due giri dal termine. Nel finale la fatica si è fatta sentire, ma il 17° posto assoluto e la seconda piazza tra gli Under23 hanno soddisfatto pienamente lui e tutto lo staff.
Lorenzo Samparisi ha purtroppo dovuto arrendersi ai crampi nel corso del penultimo giro, mentre stava conducendo una buona gara.

Alessandro Naspi partiva dalle retrovie, ma con coraggio ha affrontato la gara senza risparmiarsi ed alla fine può ritenersi più che soddisfatto del suo 12° posto tra gli Under23. In mattinata gare combattute anche per i giovani del Vivaio del Team. In sintesi i risultati: Vanni Frasoni 50° JU, Lorenzo Calloni 11° AL2, Giulia Lazzari 9°DA2. Occhi puntati ora a domenica prossima per la classicissima di Nalles, terza prova degli Internazionali d’Italia.