La pedalata indoor più profonda del mondo lancia la volata di ExpoBici

Comunicato stampa

L’emozionante discesa in bici da primato del sub Calesella fino a -42 metri è l’evento con cui PadovaFiere ha lanciato l’edizione 2015 della Fiera della bicicletta leader a livello nazionale, presentata questa mattina anche con una conferenza stampa.

Uno spettacolo di grande effetto che è anche un evento da record – la pedalata indoor più profonda del mondo – è stata l’occasione, questa mattina, per lanciare in grande stile l’ottava edizione di ExpoBici, salone della bicicletta leader in Italia e secondo in Europa in programma in Fiera a Padova dal 19 al 21 settembre 2015. Teatro dell’impresa è stata Y-40, la piscina inaugurata dall’Hotel Millepini di Montegrotto Terme (Padova) iscritta nel World Guinnes Record come piscina più profonda del mondo, con una profondità di 42 metri. Il sub esperto Alberto Calesella (istruttore PADI Platinum C.D.#921657, M3-CMAS, TRIMIX Instructor Trainer, CCR Instructor Trainer) è partito in sella alla sua flexy bike da una profondità di 1,3 metri, per arrivare attraverso salti successivi a -15metri e poi lanciarsi, aiutato da un pallone del peso di 18 kg installato sul manubrio per rallentare la velocità altrimenti insostenibile, nella discesa lungo il cilindro del diametro di 6 metri che scende fino alla profondità di -42metri. Un’impresa frutto di settimane di prove ed esercizio seguita da un cineoperatore subacqueo e trasmessa in diretta che ha emozionato chi ha avuto il privilegio di poter assistere.

20150116_131752

Accanto a questo evento unico nel suo genere, la presentazione di Expobici ha offerto tutte le anticipazioni sui principali contenuti e novità proposti per l’edizione 2015, ma già prospettiva triennale. l primato è ormai consolidato: con 60mila visitatori, 550 espositori e oltre 100 giornalisti accreditati ExpoBici è la fiera leader a livello nazionale. Forte di questi numeri, nel 2015 ha deciso di ingranare una nuova marcia e pedalare, in volata di gruppo, verso traguardi ancor più ambiziosi. «Lo farà – ha spiegato Daniele Villa, amministratore delegato di PadovaFiere – con il prezioso e qualificato supporto di un team tecnico che vede in campo, come presidente, l’ex campione del mondo Moreno Argentin, che si affianca all’esperienza del nostro staff: una squadra che in questi anni ha lavorato duramente e con professionalità, competenza e passione per mettere a punto un progetto di ampio respiro».  «Ringrazio Padova Fiere e gli organizzatori di ExpoBici che hanno collaborato per realizzare e mantenere nella nostra città un’esposizione fra le più partecipate e amate dai cittadini, dai visitatori e dagli addetti ai lavori –ha aggiunto Massimo Bitonci, Sindaco di Padova – l’Amministrazione guarda con favore a questa iniziativa, come ad un’occasione di sviluppo per l’intera comunità. Gli investimenti sulla manutenzione dei padiglioni hanno lo scopo di ribadire la centralità di Padova Fiere e di attrarre nuovi e numerosi espositori. Padova, grazie a questa manifestazione, si riconferma capitale delle bicicletta». Internazionalizzazione sarà una delle parole chiave della kermesse padovana, con prospettive di sviluppo di grande interesse. «Abbiamo contatti con Doha e Dubai già per il 2016», ha “svelato” l’ad di PadovaFiere durante la conferenza stampa.

IMG_20150116_125521

Il progetto e gli eventi

Quattro le linee guida del progetto: il consolidamento della leadership della manifestazione a livello nazionale con lo sguardo rivolto anche ai mercati esteri; la scommessa di rendere ExpoBici non una semplice “vetrina”, ma uno strumento per promuovere la cultura legata alla ciclabilità; la scelta di aprirsi alla città e al territorio delle Terme; la ricerca di strategie per aiutare gli espositori ad incrementare i volumi di vendita ed aprire nuove rotte commerciali.

Il Salone 2015 non si esaurirà nei giorni della manifestazione, in programma dal 19 al 21 settembre, ma prenderà il via già nelle prossime settimane e mesi con un tour che “uscirà” dal perimetro del polo fieristico e che diventerà un forte volano promozionale: in programma un calendario di otto ExpoBici Tour organizzati in occasione di manifestazioni a carattere nazionale e internazionale, cui il team di Expobici parteciperà con la proposta di un’esposizione dei principali modelli delle aziende che raccoglieranno l’invito. Fra le tappe già in programma le Terre Rosse (26-28 giugno, Montebelluna e Volpago del Montello) e 3Epic Cime di Lavaredo (3-5 settembre, Auronzo di Cadore, Belluno). Un calendario che “culminerà” con il Test Day delle Terme del 18 settembre, con una proposta – articolata in tre percorsi diversi strada, cross country e gravity – ancor più ricca dello scorso anno.  Un progetto destinato a crescere ulteriormente nel 2016 e 2017, quando verranno organizzati due nuovi Test Day nel Centro e Sud Italia.

Anche nei giorni della Fiera alla proposta espositiva si affiancherà un ricco calendario di eventi, con novità significative. Uno spazio esclusivo, con un allestimento di forte impatto emotivo e con un design ricercato, sarà dedicato alle Top ExpoBike, ovvero ai modelli di punta delle principali aziende, mentre la grande tradizione della moda Made in Italy sarà “onorata” con l’organizzazione di una sfilata tutta dedicata alla presentazione delle collezioni dell’abbigliamento tecnico, appuntamento che proporrà ExpoBici nell’inedita veste di cool hunter, cacciatore di tendenze, coinvolgendo i brand più noti. In programma poi due importanti convegni e un folto calendario di incontri di formazione per i rivenditori, che in Fiera potranno conoscere le ultime innovazioni che riguardano il settore e apprendere le più moderne tecniche di vendita e di allestimento. L’Olanda, che ha “fatto il suo debutto” nella scorsa edizione grazie alla collaborazione avviata con l’ambasciata, tornerà anche quest’anno rafforzando la propria presenza.

Alla Fiera si affiancherà negli stessi giorni un “fuori salone”, con un calendario di eventi nelle piazze che “abbraccerà” Padova, che figura fra i primi comuni italiani per estensione delle piste ciclabili, e il territorio delle Terme e dei Colli Euganei, che vanta il primato come bacino termale più importante d’Europa ed è meta privilegiata di centinaia di ciclisti e cicloturisti. Fra le iniziative in programma, una partita di bike polo, specialità emergente che sta raccogliendo un interesse crescente, l’allestimento di un’area dedicata al minibike per insegnare ai bimbi l’abc della sicurezza su strada, un concerto serale sabato 19, l’iniziativa l’aperitivo con il campione, incontro in piazza con un grande rappresentante dello sport azzurro.

ExpoBici, assieme al suo territorio, “pedalerà” anche verso Milano, per poi approdare ai mercati internazionali: l’occasione offerta dall’Expo sarà colta con iniziative messe a punto in tandem con l’Amministrazione comunale di Padova e con le Amministrazioni dei Comuni del territorio termale, con cui ha preso il via in queste settimane una nuova collaborazione, per sviluppare azioni di sistema volte a intercettare i flussi turistici in arrivo per l’evento Milanese e aprire a nuove possibilità di business. Per promuovere la cultura della ciclabilità e il brand ExpoBici, verrà inoltre organizzato un blog tour, invitando alcuni tra i più influenti blogger internazionali sulla rete a percorrere gli itinerari ciclabili delle Terme per scoprire il territorio in sella alla loro bici.

IMG_20150116_130100

Servizi rinnovati

Novità significative riguarderanno anche i servizi: fra tutte, il restyling dei padiglioni possibile grazie all’investimento messo in campo dall’amministrazione comunale di Padova, che ha stanziato 3 milioni di euro, riconoscendo la strategicità di una Fiera che accanto a Expobici, propone un calendario di manifestazioni in cui figurano, fra l’altro, la prima fiera europea dedicata al mondo delle Auto e moto d’epoca, il primo salone italiano del florovivaismo e giardinaggio (Flormart), la prima fiera del Nordest per numero di visitatori (Campionaria),  e le più importanti fiere di settore del Triveneto per il mondo dell’arredo e del food (Casa su misura e Tecno&food).

IMG_20150116_130620

I dati

Il settore appare in buona salute: nel 2013 la produzione nazionale – che vede in Vicenza, Treviso e Padova le tre aree “leader” a livello nazionale – trainata soprattutto dall’export, aveva segnato un +22%, con oltre 2 milioni e mezzo di biciclette vendute, dato che conferma l’Italia come principale produttore europeo. Indicatori che confermano come il mercato delle bici sia uno dei pochi mercati che presenta segnali positivi e un’evoluzione vivace. In attesa dei dati ufficiali relativi al 2014, che saranno disponibili ad aprile, Confindustria Ancma fa sapere che si delinea «un leggero aumento della produzione nazionale a favore delle esportazioni, mentre si mantiene stabile il mercato interno».

Expobici sul web

I dati che fotografano la presenza di ExpoBici in rete rendono l’idea dell’attesa che si è creata attorno a questo appuntamento: il sito web raccoglie una media di 20mila visitatori unici al mese, confermata dall’attiva e sempre più vivace presenza sui social media con circa 30mila tra fan e follower.