GimondiBike: la Cronoscalata della Madonna del Corno cerca nuovi eroi

Comunicato stampa

Per la quindicesima edizione della gara internazionale MTB in programma a Iseo il 27 settembre, il Comitato Organizzatore ripropone la Cronoscalata della Madonna del Corno, uno dei tratti caratteristici e fondamentali del tracciato e che regalerà una sfida nella sfida. Un’occasione unica di confronto per i migliori scalatori.

ImmagineDomenica 27 settembre una sfida nella sfida animerà lo spirito agonistico dei partecipanti e dei campioni che si schiereranno al via della quindicesima edizione della GimondiBike Internazionale. La Cronoscalata della Madonna del Corno (località Provaglio), un tratto cronometrato, su uno dei punti più caratteristici del tracciato bresciano e che esalterà le dote dei migliori scalatori della corsa e che scriverà una nuova pagina di una delle sfide più appassionati della storia della GimondiBike.

Con una lunghezza di 1.320 metri (suddivisa tra asfalto, ciottolato e terra battuta) e una pendenza massima del 23%, la scalata condurrà gli atleti a quota 427 m s.l.m., dove è situato il Santuario della Madonna del Corno (XVI° sec.). Arrivati in cima al monte gli atleti potranno tirare il fiato e godere per un attimo di una vista magnifica sulle Torbiere del Sebino e su tutta la Franciacorta, spaziando fino al lago di Iseo. In questa cornice davvero suggestiva, i biker si cimenteranno in un’appassionate “gara nella gara”.

Un anno fa il colombiano Leonardo Paez, uno dei più forti biker della scena internazionale, ha fatto registrare il nuovo record di scalata con il tempo di 6 minuti e 29 secondi, abbassando di sei secondi il precedente record detenuto dal russo Alexey Medvedev e che resisteva dal 2009. Va specificato che la percorrenza media del tratto cronometro da parte della maggior parte dei concorrenti va tra i 10 e gli 11 minuti. E siamo sicuri che il prossimo 27 settembre saranno tanti che si rimetteranno in gioco per provare l’impresa. E perché no, aspettiamo nuovi scalatori puri che possano sorprendere e sorprendersi in questa appassionate sfida contro gli avversari, ma anche contro sé stessi.

Tra le donne, lo scorso anno, il miglior tempo della scalata fu fatto registrare dalla slovena Blaza Klemencic (9’16”), poi risultata anche la vincitrice dell’edizione 2014 della GimondiBike. Un’atleta dal grande valore che tra i vari allori conquistati in carriera ha di recente aggiunto anche la medaglia di bronzo ai Campionati Europei cross country.

Ecco i dati tecnici del Gran Premio Simes:

Lunghezza: 1.320 m

Altitudine alla partenza: 247 m s.l.m.

Altitudine all’arrivo: 427 m s.l.m.

Fondo stradale: asfalto (410 m), ciottolato (510 m), terra battuta (180 m), cemento (230 m)

Dislivello totale: 180 m

Pendenza media: 14%

Pendenza massima: 23%

Chilometro di gara alla partenza: 33,9 km

Dopo la Cronoscalata mancano: 4,5 km all’arrivo