GimondiBike 2016: Stephan Tempier e Katazina Sosna entrano nell’albo d’oro

Comunicato stampa

Finora solo sfiorata, il francese e la lituana riescono finalmente a vincere la prestigiosa gara internazionale MTB di Iseo. Entrambi hanno tagliato in solitaria il traguardo entrando nell’albo d’oro della corsa.

Sia il francese Stepahan Tempier (Bianchi Countervail) che la campionessa di lituania Marathon Katazina Sosna (Torpado Factory Team) lo scorso anno si erano dovuti accontentare della piazza d’onore alla GimondiBike. Il biker transalpino addirittura si era fermato al secondo posto anche nelle edizioni del 2012 e prima ancora in quella del 2010. Oggi, per entrambi, è arrivata la gloria con la tanto attesa vittoria nella sedicesima edizione della prestigiosa gara internazionale MTB in programma a Iseo (BS) e sui sentieri della Franciacorta, un evento che negli anni ha scritto pagine importanti di storia della mountain-bike nazionale e internazionale con la regia organizzativa della Gimasport e dell famiglia Nulli.

Il tracciato è quello ormai classico e collaudato di 40,5 chilometri. Alla partenza quasi 1.500 partecipanti che hanno colorato fin dalle prime ore della mattinata le vie del centro di Iseo. La giornata è bella e gradevole anche per quel che riguarda il clima e numeroso è anche il pubblico presente dietro le transenne ad applaudire tutti i biker.

partenza

In prima linea c’è, come sempre, il campione Felice Gimondi, ma questa volta senza bici e divisa, qualche acciacco fisico gli ha impedito di pedalare, ma comunque non ha voluto far mancare la sua vicinanza a tutti i partecipanti.

Il via è dato dal sindaco di Iseo Riccardo Venchiarutti e inizia la battaglia. Nelle prime battute perndono la testa della corda Stephan Tempier, il suo compagno Gerhard Kerschbaumer (Bianchi Countervail), Vito Buono (Cycling Project) e Michel Casagrande.

Dopo le prime difficoltà di giornata si delineano le prime gerarchie della corsa. Allungano al comando il francese Stephan Tempier e l’italiano Michele Casagrande che dopo Monterotondo vantano già un minuto di vantaggio sul primo gruppetto inseguitore composto da Leonardo Paez (Olympia Polimedical), Julien Ragnoli (Scott), Roel Paulissen (Torpado), Martino Fruet (Team Lapierre – Trentino), Vito Buono, Gerhard Kerschbaumer e in seconda battuta si aggiunge anche il campione del mondo Master Oscar Lazzaroni (2R Bike Store). La coppia di testa lavora di comune accordo e vola verso la fase decisiva della corsa.

Nella gara femminile in testa alla gara troviamo: Katazina Sosna, Serena Calvetti (Team Cottatec – Keit), Anna Oberpaleiter (Team Lapierre – Trentino) e Mara Fumagalli (Torrevilla Bike).

La corsa, come tradizione, si decide sull’ultima salita della Madonna del Corno. Tempier e Casagrande si presentano ai suoi piedi con un vantaggio di 50” sui primi inseguitori.

L’ascesa lancia il francese che si toglie di ruota l’italiano e vola verso il trinfo. Tempier taglia il traguardo di Iseo per primo con il tempo di 1’27”. Secondo posto per Michele Casagrande, completa il podio il campione italiano Marathon Juri Ragnoli.

arrivo-tempier

La sfida nella sfida, quella della Cronoscalata della Madonna del Corno, incorona il colombiano Johnnatan Botero Villagas – quinto alle recenti Olimpiadi di Rio de Janeiro – che è stato il migliore nel tratto cronometrato in salita, eguagliando anche il record di scalata in 6’29” che deteneva il suo connazionale Leonardo Paez dal 2014.

Tornando la gara femminile, ancora prima della salita finale, la lituana Sosna ha già costruito un rassicurante vantaggio tra sé e la più immediata inseguitrice, Serena Calvetti. L’italiana, che ha maggiori doti da scalatrice, tenta di recuperare terreno in salita, ma la Sosna – terza ai Campionati Europei Marathon – si difende bene e plana vittoriosa verso il traguardo con il tempo di 1’47”. Seconda la Calvetti, terza Mara Fumagalli e quarta la giovane orobica Chiara Teocchi (Bianchi Countervail) che è stata anche la migliore tra le donne nella Cronoscalata Madonna del Corno col tempo di 9’36”.

arrivo-sosna

Insomma due grandi vincitori, una bellissima giornata di sport e mountain-bike e l’appuntamento per la prossima edizione.

CLASSIFICA ASSOLUTA MASCHILE:

  1. Stephan Tempier (Bianchi Countervail) 1:27:25
  2. Michele Casagrande (Team Corratec – Keit) 1:28:04
  3. Juri Ragnoli (Scott Racing Team) 1:28:12
  4. Leonardo Paez (Olympia Polimedical) 1:28:14
  5. Samuele Porro (Team Trek – Selle San Marco) 1:28:25
  6. Roel Tony Paulissen (Torpado Factory Team) 1:28:39
  7. Diego Alfonso Arias Cuervo (Repartosport-Leecougan) 1:28:49
  8. Cristiano Salerno (Scott Racing Team) 1:28:59
  9. Vito Buono (Cycling Project) 1:28:59
  10. Marzio Deho (Olympia Polimedical) 1:28:59

 podio-maschile

CLASSIFICA ASSOLUTA FEMMINILE:

  1. Katazina Sosna (Torpado Factory Team) 1:47:36
  2. Serena Calvetti (Team Corratec – Keit) 1:48:04
  3. Mara Fumagalli (Torrevilla Bike) 1:50:11
  4. Chiara Teocchi (Bianchi Countervail) 1:50:46
  5. Anna Oberparleiter (Team Lapierre – Trentino – Alè) 1:51:52

podio-femminile

Classifiche complete qui.