Ghost Italia Team: i risultati del 12 Aprile

Comunicato stampa

 

Campionato Italiano Team Relay – Montichiari (BS) 11/04
Trofeo Delcar – XCO Internazionali d’Italia Series – Montichiari (BS) 12/04
Sabato nel Campionato Italiano a squadre il team è 7° con Ferrigno, Cina A., Frasisti e Clerici. Domenica nell’ XCO di Internazionali d’Italia Series ottime prestazioni per i nostri che se non penalizzati da posizioni impossibili in griglia di partenza potevano ottenere molto di più.

XC Montichiari Clerici in gara

Anche quest’anno il nostro team ha preso parte al Campionato Italiano a squadre presentando allo start un ottimo quartetto con in prima batteria lo Junior Damiano Ferrigno che concluso il giro del percorso ha dato il cambio in settima posizione ad Andrea Cina che nel suo giro si è portato in sesta posizione dando il cambio a Valentina Frasisti che con un finale di giro strepitoso ha recuperato un altra posizione dando il cambio in quinta piazza a Davide Clerici che nell’ultima batteria piena di big riusciva a rimanere a contatto del quinto e in lotta con il sesto staffettista finchè questo, che aveva appena superato in salita, con una scorretta entrata in curva al termine dell’ultima discesa sterrata lo ha centrato in pieno facendolo letteralmente volare e prima che Davide si rendesse conto di cosa era capitato, si rialzasse e riprendesse la bici rimasta sotto a quella dell’avversario, questi è riuscito a ripartire e a precederlo sul traguardo di soli 5 secondi e quindi per noi un comunque ottimo settimo posto visto il valore delle 10 squadre presenti che erano infarcite di big (anche stranieri come la Bianchi che ha vinto), con un pò di rammarico per l’episodio finale che ci ha impedito di fare meglio, visti i tempi con cui avevamo girato fin lì e il distacco di pochi
secondi dal quinto posto.

Domenica l’XCO Internazionale di Montichiari era l’appuntamento più prestigioso del circuito italiano 2015 per la valenza di gara Hors Categorie e per l’abbinata UCI Junior Series che ha richiamato un gran numero di big e un altissimo numero di partenti con ben 22 Nazioni rappresentate.

Partiamo dalla gara Juniores che era valevole per le UCI Junior Series oltre che Internazionali d’Italia, dove in griglia si sono posizionati ben 209 partenti con tutti i più forti europei e molti team delle Nazionali. Per i nostri Damiano Ferrigno e Matteo Martinelli un impegno difficilissimo anche perchè dopo il sorteggio dei numeri Damiano partiva con il 143 in griglia e Matteo con il 146. Naturalmente al via si è scatenato l’inferno e il primo giro per i nostri è stato un continuo salire e scendere dalla bici a causa dei tappi formatisi nei punti più stretti, con la conseguenza che i migliori davanti allungavano e se ne andavano e chi era intruppato nel lunghissimo serpentone ha fatto praticamente un giro in “processione”, ma Damiano non ha mollato e dopo il giro di assestamento ha cominciato a risalire posizioni lottando gomito a gomito per passare avversari nei pochissimi tratti dove lo spazio lo permetteva, riuscendo a portarsi nei primi 100 a due giri dal termine dei cinque previsti e a superare poi ancora altri avversari per tagliare il traguardo a giri pieni al 92° posto, 20° tra gli italiani, mentre per Matteo la gara è stata più difficile, primo perchè partiva molto indietro e secondo perchè per lui questa è stata la prima esperienza in una gara di tale livello e ha sofferto il ritmo altissimo, oltre al fatto che fisicamente non era in una gran giornata, quindi il suo onorevole 142° posto è da incamerare come esperienza e un tassello aggiunto alla forma che pian piano migliorerà.

Poi era la volta delle donne Open e anche qui un gran bel “mucchio” di atlete al via in 46 e una lunga sfilza di nomi importanti e di protagoniste assolute al mondo, con la nostra Valentina Frasisti in griglia con il numero 36 tra le ultime file e molto tesa essendo solo alla sua seconda gara internazionale di XCO e di tale livello. Al via subito in testa le big a impostare un ritmo altissimo e per Valentina l’imperativo era rimanere agganciata al gruppo il più possibile, ma purtroppo a metà del primo giro atterrando da un salto dava una gran botta sulla sella che si abbassava completamente e arrivata alla zona di assistenza abbiamo dovuto intervenire facendola fermare per rialzare la sella, così perdeva il treno del gruppone che proprio in quel momento si stava allungando con le atlete che cercavano di portarsi il più avanti possibile. Ripartita praticamente ultima ha cercato di recuperare più posizioni possibili e ha tagliato il traguardo al 36° posto (14^ tra le italiane) e a giri pieni, risultato che visto la sua poca esperienza, la sosta per la sella e il livello delle avversarie può ritenersi soddisfacente. Alle 15,30 partiva la gara
Open con ben 145 al via e molti big italiani e stranieri. Per noi in griglia a sorteggio il più avanti è Davide Clerici con il numero 92, poi piu dietro Andrea Cina con il 119 e Francesco Formichi addirittura con il 137 e naturalmente già a metà del primo giro si è formato un lungo serpentone con chi era avanti che riusciva a pedalare tenendo il passo e chi era più indietro che, a causa dei rallentamenti dovuti ai passaggi strettissimi del percorso, più di una volta doveva mettere piede a terra senza avere la possibilità si sorpassare, come successo anche ai nostri, che intruppati a circa metà gruppo sono comunque riusciti a fare una buona gara con Davide che partito bene ha recuperato parecchie posizioni finendo la gara a giri pieni al 67° posto (19° Under23 e 26° italiano) e con Andrea che partito un paio di file più dietro quando è riuscito a districarsi dal gruppo di queli più lenti di lui ha recuperato posizioni su posizioni superando avversari anche nell’ultimo dei sei giri con un passo che con una griglia di partenza adeguata lo poteva forse portare tra i primi trenta, fino a tagliare il traguardo in 62^ posizione (22° italiano), mentre Francesco che partiva quasi tra gli ultimi ha cercato di risalire il più possibile terminando la gara in 106^ posizione.