Dal 2017 il nuovo codice dei tesserati UCI ID

Comunicato stampa

uci-id-1-640x409

Con il tesseramento 2017 verrà introdotto un nuovo codice identificativo denominato UCI ID che sostituirà il vecchio Codice UCI.

Cos’è l’UCI ID?

Il vecchio Codice UCI, fin qui utilizzato, era composto dalla sigla dalla nazione di cittadinanza dell’atleta più la data di nascita in formato anno-mese-giorno.

Il nuovo UCI ID è invece un codice univoco di 11 cifre che verrà utilizzato per identificare tutti i titolari di una licenza atta a partecipare a manifestazioni ciclistiche rilasciata dalle Federazioni Nazionali in conformità alle norme UCI 1.1.001 – 1.1.087.

L’UCI ID sostituisce il codice UCI.

L’UCI ID è associato ad una singola persona ed è destinato a seguire quella persona per tutta la sua attività ciclistica, come junior, professionista, commissario, direttore del team, e così via.

L’UCI ID è necessario per la raccolta dei risultati delle gare di calendario internazionale e campionati continentali e nazionali.

Più semplicemente, l’UCI ID permetterà di registrare con maggior affidamento i risultati di ogni corridore o la carriera dei commissari internazionali ecc.

Cosa cambia nella pratica?

•Il vecchio codice UCI verrà sostituito da questo nuovo codice numerico;
•senza questo codice sarà impossibile partecipare a manifestazioni internazionali;
•questo codice è stato già assegnato a tutti gli atleti tesserati nel 2016 con esclusione delle categorie cicloturistiche e ciclosportive;
•per i nuovi tesserati questo codice verrà assegnato all’atto del tesseramento tramite un collegamento informatico al database UCI.

Quali sono le categorie interessate?

L’UCI ha comunicato che inizialmente saranno interessate solo le categorie degli atleti con esclusione di quelle che svolgono attività di ciclismo per tutti (cicloturisti e ciclosportivi), oltre ad alcune categorie specificatamente indicate dall’UCI (commissari, antidoping ecc.).

Pertanto gli appartenenti a queste categorie troveranno sulla propria tessera il nuovo UCI ID in sostituzione del vecchio codice.

L’UCI ha comunicato che successivamente tutte le categorie di tesseramento saranno interessate alla riforma e necessiteranno di un UCI ID.

Cosa vuol dire codice univoco?

Vuol dire che quel codice seguirà la persona per tutta la sua carriera ciclistica ed è pertanto indispensabile, nel caso di trasferimento di società, mantenere codice e numero di tessere procedendo al trasferimento tramite la procedura informatica di nulla osta.

L’importanza del codice fiscale.

Risulta fondamentale per lo sviluppo di questo progetto individuare con certezza coloro che hanno più di una tessera e che dovranno avere lo stesso UCI ID per entrambi i tesseramenti. Pensiamo ad esempio ad un atleta master tesserato anche come direttore sportivo.

Così come è importante recuperare il corretto UCI ID per un tesserato che salta una stagione di tesseramento.

Per individuare correttamente i tesserati che rientrano in queste casistiche è importante che il codice fiscale sia correttamente indicato nel campo della scheda di tesseramento.

Cosa devono fare le società che richiedono il tesseramento?

Le procedure di richiesta di tesseramento non cambiano. I tesserati 2016 hanno già acquisito il nuovo codice e per i nuovi tesserati questo verrà assegnato al momento del rilascio della tessera.

Le società devono comunque accertarsi che il codice fiscale dei propri tesserati sia corretto.

Tesseramento stranieri

Per gli atleti stranieri dobbiamo ricordare che solo i residenti in Italia possono avere una tessera FCI. In caso di tesseramento di atleti di nazionalità estera con residenza in Italia la società dovrà indicare la nazionalità corretta (non quella di residenza ma quella di appartenenza) e l’indirizzo italiano di residenza.

L’indicazione di un indirizzo non italiano comporterà l’annullamento del tesseramento.

Gli atleti stranieri che trasferiscono la residenza in Italia dovranno mantenere l’UCI ID acquisito nel precedente tesseramento presso la federazione di provenienza. Dovranno, quindi, comunicare alla società che li tessera il proprio codice.

Per le società organizzatrici

Le società organizzatrici dovranno, dal 1° gennaio, indicare negli elenchi e nella modulistica di gara il nuovo codice in sostituzione del vecchio Codice UCI.

Per quanto riguarda le procedure di iscrizione ed il sistema informatico, tutti gli elenchi, la modulistica, ed i download dei dati conterranno il nuovo codice senza necessità di modifiche.