Coppa Italia Urban Downhill – #4: a Martin Maes la Mahikan Race di Santa Margherita Ligure

La pioggia annunciata non ha fermato la Urban di Santa Margherita Ligure, gli organizzatori della Mahikan e Simone Brescia hanno sfidato il tempo è sono stati premiato! La Gara infatti si è svolta regolarmente e con successo, tanti I campioni che si sono lanciati in questa Downhill cittadina Niccolò Bonifazio,Martin Maes, Julien Trarieux, JP Bruni, Christophe Le Mevel, Julien Trarieux, Victor Verreault, Tom Maes, Gioele Bertolini, Carlo Gambirasio e Vittorio Gambirasio. 

La Gara prevedeva 2 discese con valutazione della discesa con miglior tempo. La prima discesa il miglior tempo è stato quello di Vittorio Gambirasio seguito a pochi centesimi, dal fratello Carlo e terzo il Campione Mondiale Martin Maes che al secondo giro non ha lasciato scampo ai due fratelli che si sono dovuti accontentare Carlo Gambirasio del secondo posto e Vittorio del terzo. Martin Maes non smentisce la sua potenza portando si a casa la vittoria è il Trofeo del Lupo della Mahikan Race. Per i Master è JP Bruni che non lascia scampo agli avversari. 

La classifica della gara vede un podio d’eccellenza 1° Martin Maes, 2° Carlo Gambirasio, 3°Vittorio Gambirasio, 4°Gioele Bertolini e 5°Victor Verreault.

A Nicolò Bonifacio è stata consegnata la targa di” Eccellenza del Ciclismo Ligure”, il campione che ha iniziato la sua carriera in Mountain Bike è stato contento di ritornare per un giorno al primo amore e “…Ho già  26 anni e sono maturo al punto giusto per ottenere di più nei prossimi anni, ma sicuramente quando finirò la mia carriera su strada, voglio tornare a gareggiare in Mountain Bike”. 

Classifiche

Gli organizzatori della Mahikan Race e della Portofino Bike ringraziano Sandro Tuvo, presidente della Federazione Ciclistica Liguria,  Paolo Donadoni, Patrizia Marchesini, l’Associazione Albergatori e la Ascom, per aver contribuito al successo della gara. Un grazie va dato anche ai campioni come Loic Bruni, Christophe Laporte, Sylvain Andre, Rudy Molard che avevano accettato l’invito a correre in Francia e che per la distanza della nuova location non hanno potuto essere presenti.