Circuito Nazionale Gravitalia: un fulmine fa slittare a domani le qualifiche degli Agonisti Maschili

Comunicato stampa

Prima giornata di gara all’Abetone con la manche di qualificazione del Round#3 del Circuito Nazionale Gravitalia, gara valida anche per l’assegnazione punti del circuito Gravity Race. La località toscana, ormai tappa storica nello scenario della DH nazionale, ha allestito come sempre una grande festa per il Downhill che conta oltre 300 iscritti e un nutrito seguito di spettatori.

_DSC1291
Dopo una mattinata di sole pieno, un temporale si è avvicinato al Monte Gomito senza rovesciare precipitazioni ma colpendo con un fulmine un pilone della moderna cabinovia Abetone-Pulicchio, causandone l’arresto. Pertanto la manche di qualificazione della categoria Agonisti Uomini, impossibilitati a raggiungere la vetta, è stata rimandata a domani mattina prima della manche finale, mentre per le altre categorie la prova si è svolta regolarmente.

Dominatrice della categoria Agoniste Donne è Eleonora Farina (Mangusta Bike) che stacca di quasi 20 secondi la diretta antagonista Veronika Widmann (ABC Egna Neumarkt). Terzo posto per Rosaria Fuccio (Ancillotti Doganaccia) che rispetto alle precedenti prove riduce nettamente il distacco dalle concorrenti che la precedono.

_MRC9003

Nella categoria Amatori Uomini Fabrizio Dragoni (Alessi Racing) vince la manche di qualificazione con oltre 7 secondi di vantaggio su di un ottimo Nicolò Marsiglietti (Bikeland Team). Terza posizione per Riccardo Ferragamo (Pro Bike Riding Team), mentre il leader di circuito Luca Fusani (GS ProM) resta bloccato da una foratura alla ruota posteriore.

_MRC8982

Sara Mologni (Scout NukeProof) si conferma la più veloce della categoria Amatori Donne, concludendo la prova davanti a Denise Tremul (Gravity Project) e a Elisabetta Orlando (Bike Store Racing Team).

_MRC8992

Classifica Assoluta Qualifiche – Circuito Nazionale Gravitalia \\ Rd#3 – Abetone

Domani gli atleti avranno una giornata impegnativa nella quale dovranno lottare per i punti della qualifica al mattino, a seguito di un lasso di tempo ridotto per le prove libere, per poi correre la manche finale, su un tracciato fiscamente molto impegnativo. Ci attende una giornata di gara da non perdere!