Cala il sipario sulla Lessinia Legend

Comunicato stampa

Immagine

“…e anche questa è andata”, frase classica e azzeccata dopo un evento come lo è stato la Lessinia Legend; mesi e mesi di preparazione che culminano in una giornata perfetta. Il comitato organizzatore non poteva chiedere di meglio: la sinfonia era stata creata, ai 500 biker presenti a Bosco Chiesanuova non restava che suonarla e dobbiamo dire che sono stati tutti degli interpreti di gran talento.

Senza peccare di superbia pensiamo di aver proposto una delle gare di mountain bike più dure del panorama europeo con il percorso Extreme da 125 km e 4500 metri di dislivello dominato e vinto da Marcello Pavarin del team BottecchiaFactory Team che ha fermato il cronometro a 6 ore e 23 minuti, in ambito femminile la vittoria invece è andata a Maria Cristina Nisi del team Ennebi Bike che ha concluso in 8 ore e 19 minuti.

Per quanto riguarda il percorso Classic da 53 km e 2000 metri di dislivello il primo biker a tagliare il traguardo è stato Martino Marana del team Rana-Tagliaro con il tempo di 2 ore e 48 minuti mentre nella categoria femminile la vittoria è andata alla nostra ospite speciale Paola Pezzo del team Barbieri concludendo in 3 ore e 26 minuti.

I riscontri che abbiamo avuto da voi amici biker sono a dir poco entusiasmanti, ci danno la forza e l’energia per iniziare sin da ora al progetto della prossima edizione e siamo sicuri che quello che avete provato direttamente sulla vostra pelle domenica servirà a far crescere sempre di più questa gara. Il territorio della Lessinia si merita questo e altro.

“La Lessinia è grande. Ma può essere immensa quando ci sono passione e dedizione assolute e disinteressate, come in questo caso.”

(cit. Marco Malvezzi; fotografo naturalista)

Michela Zonato

Amante della Lessinia

Ciao, sono una runner-biker appassionata di Montagnana, frequento le vostre bellissime montagna, meno spesso di quel che vorrei! Ho seguito a distanza la VOSTRA bellissima manifestazione e davvero vi faccio tantissimi complimenti! So cosa vuol dire  fare uno sport, so cosa vuol dire avere un valido supporto nei percorsi, so cosa vuol dire organizzare un evento del genere!! Quindi complimenti davvero, solo un gruppo affiatato ci può riuscire! Mi è venuta voglia di offrirmi come staff per il 2016!!!! Siete un grande esempio per tutti! Solo così possiamo mettere in mostra le nostre terre che AMIAMO!!!! Solo così possiamo mettere insieme persone diverse di ogni provenienza, e farle stare bene!!! Continuate a dare il buon esempio perchè ne abbiamo bisogno! Solo quando vedo cose del genere penso che sì, in Italia un cambiamento è possibile,e lo faremo con questi esempi! Grazie di cuore! Ci sentiamo il prossimo anno perchè voglio fare da staff!!! Buon meritato riposo!

 

Diego Beltramo

9° – EXTREME – 7:14:58

9° assoluto nella marathon più lunga d’Italia!….e oggi, oserei dire, in una delle più dure d’Europa!! Provare per credere!!! All’arrivo mi son sentito stremato come solo in altre due occasioni…alla MontafonMtb Marathon in Austria e al Grand Raid in Svizzera!”

 

Marco tenuti

98° – EXTREME – 10:08:43

Dopo aver fatto la Salzkammergut da 211 km l’anno scorso, posso dire che adesso anche noi abbiamo una “Salz all’italiana”: è l’extreme della Lessinia Legend!
Ieri l’ho fatta mettendo per la prima volta il numero sulla bici quest’anno e devo dire che nel percorso fatto c’è tutto, ma proprio tutto: salite veloci, salite lente, discese veloci, velocissime, pietraie, single track infiniti nel sottobosco, ramponi di cemento e di asfalto, scale verticali, un droppino, tornantini stretti in cui buttare il posteriore, spinte a piedi….
Chiaro che non è da tutti… Comunque segnatevelo per una prossima edizione, se volete devastarvi… Al riguardo dell’altimetria tutto il tratto tra il 85º e il 105º chilometro è un single track infinito molto bello, che non accumula molto dislivello, ma devasta abbastanza le gambe se ci date dentro coi rapporti.

 

Marco Rivi

33° – EXTREME – 8:17:23

“Complimenti per tutto quello che avete fatto per realizzare la gara più dura e bella che abbia mai fatto…Io sono scoppiato, ma le discese così belle mi hanno convinto a non ritirarmi!..un solo consiglio per la prossima: non cambiate nulla…”

 

Andrea Pezzo

39° – EXTREME – 8:26:26

C’è voluta testa è cuore per portare a casa questa ennesima sfida extreme ma una grosso mano c’è la data il percorso e lo staff dei volontari che ad ogni ristoro erano pronti a riempirti la borraccia finchè tu ti ristoravi …

Un tracciato stupendo ricco di single track per me anche nuovi o riscoperti dopo anni , ben segnalato e ben presidiato!

 

Veronica Pacini

5° -CLASSIC – 3:54:39

 Io ho fatto il Classic e quei 53 km sono stati duri ma bellissimi… Però nell’aspettare un amico che ha portato a termine il lungo, mi sono detta che il prossimo anno in quel percorso Legend voglio esserci anche io…. Non sono una gran biker ma quei posti e tutto il contesto riescono a farti amare le ruote grasse…. Grandi tutti…. E soprattutto avete saputo valorizzare tutti i partecipanti… Dal primo all’ultimo… E questa è una grande organizzazione….”

 

Gian Claudio Chiurulli

55° – EXTREME – 8:52:28

“Per me questa è stata la gara più dura che abbia mai affrontato. Sono 6 anni che partecipò alla Dolomiti Superbike e non per screditare la corsa che è e rimane bellissima ma a confronto è, passatemi il termine “una passeggiata”. La Lessinia Legend ha salite mostruose e molto lunghe ma la cosa che massacra di più sono le lunghe discese molto tecniche!”

 

Alessandro Isidori

111° – EXTREME – 10:28:23

“Io non ho mai fatto la Hero, (il prossimo anno vedrò il confronto perché la farò), ma dico solo che ho finito l’extreme della Lessinia Legend, ed è uno spettacolo di percorso e durezza. Certo non si può paragonare alla dolomiti superbike e alla hero, che è normale che sono 2 contesti diversi con 5000 persone iscritte)..ma vi assicuro che all’arrivo mi sono emozionato di più alla Lessina Legend che alla Dolomiti Superbike…cavolo un’accoglienza della gente che mi a fatto sentire primo assoluto.. PS:comunque ho visto amici che hanno fatto la Hero in poco più di 8 ore mentre la Lessinia Legend in più di 10 ore…. quindi non so quale sia la più estrema…ciaooo grandi complimenti..ci vediamo di sicuro nel 2016”

 

Andrea Balboni

70° – EXTREME – 9:18:09

Organizzazione più che al top!!!! Ristori e persone veramente eccezionali!!!

 

Alessandro Tardio

144° – EXTREME – 12:06:10

RAGAZZI CHE GARA!!! Ora so perché l’hanno chiamata LEGEND! Decisamente superiore alle mie capacità fisiche…….non è una marathon in mountain bike, E’ TUTTO QUELLO CHE PUOI ASPETTARTI DALLA MOUNTAIN BIKE!
Ma ce l’ho fatta, l’ho chiusa entro il tempo limite….siamo arrivati scortati dai motociclisti e ci hanno accolto come se fossimo noi i vincitori!! ….e forse lo siamo stati, pur arrivando ultimi…è questo lo spirito travolgente e contagioso della LESSINIA LEGEND.
Ottima l’organizzazione e grande cortesia di tutti i volontari lungo il percorso: c’è stato persino chi ci ha dato la spinta necessaria a superare uno strappo “impossibile” senza mettere il piede a terra…e gli splendidi alpini che non hanno mancato di offrirmi un prosecchino al posto degli integratori…subito accettato!  Ed i motociclisti, che all’inizio, quando ci sono arrivati addosso, erano un po’ strafottenti, della serie: “ora tocca a te salire sul furgone-scopa!”, ma poi, col passare del tempo e col susseguirsi dei metri di dislivello, vedendoci tenere duro e continuare a pedalare, hanno iniziato a farci il tifo ed ad incitarci, sino a applaudirci con entusiasmo quando abbiamo svalicato l’ultima salita….che emozioni, un evento da non poter mai dimenticare: lo rifarò certamente, ma saprò cosa aspettarmi e sarò più preparato, sia fisicamente che mentalmente, ma questa prima avventura nella legenda non potrà avere eguali!
E infine, ma andrebbe al primo posto, il paesaggio unico, indimenticabile, che ti rapisce, dell’Altopiano dei Silenzi, la Lessinia.
Grazie a tutti…ci vediamo il prossimo anno!! 

 

Roberto Vigano’

140° – EXTREME – 11:43:06

Bellissima gara organizzata perfettamente!!!! Bravissimi!!!! Vi volevo ringraziare per avermi fatto scoprire la Lessinia Legend, la gara più Bella d’Italia. Nonostante dal km 70 sono entrato in crisi di crampi ci sono riuscito ad arrivare (quasi al limite del tempo massimo…) per me ma anche in rispetto del vostro impegno. Grazie tanto. 

 

Fabio Savoia

27° – CLASSIC – 3:29:07

Non posso non ripetermi, ma, come ho già detto a Simone Scandola, questo è stato il più bel percorso proposto per la Lessinia Legend e spero tanto che riesca portar avanti il progetto di renderlo permanente. La Lessinia lo meriterebbe e ci sarebbe anche un incremento turistico per la stagione estiva. 

 

Michele Tale

Artista

Poco prima della partenza ho incrociato vostri occhi… brillavano di quell’entusiasmo che ha saputo unire la passione per lo sport all’amore per questa terra. Il più grande evento del 2015 . Bello, unico e professionale. Grazie a nome del sottoscritto imbrattatele e di tutta l’Associazione Luxinum per averci permesso di essere presenti con il nostro modesto contributo. Grazie .

 

Alessandro Manno

88° – CLASSIC – 4:17:10

Bhe posso solo dirvi complimenti a tutti voi… gara bella, percorso duro ma divertente gestito in maniera impeccabile… i ragazzi dell’organizzazione fino a sabato notte a sistemare transenne e la mattina presto già pronti sulla linea di partenza… l’idea di gratificare i Finisher con la maglia commemorativa è stata molto apprezzata… tanta fatica e lavoro si sono visti sul percorso di gara.

 

Samuele Tomasoni

15° – EXTREME – 7:47:51

Avrei voluto stringerVi la mano e farVi i complimenti di persona al termine dei 125 km più duri che abbia mai pedalato…ma avrei dovuto ripercorrere tutti i 125 km per non dimenticare nessuna delle persone che ho incontrato lungo il percorso! E che erano li per noi bikers! Grazie ragazzi.

 

Federico Rigodanzo

56° – EXTREME – 8:52:58

Lessinia Legend Extreme… 125km di sudore, passione, concentrazione, dolore, tenacia, voglia di raggiungere il proprio limite…. 9 ore di fatica, natura, sole, estate…. 4000kcal bruciate, disintegrate, polverizzate…. 4 le forature totali che hanno tentato di guastare la festa a me e al mio grande, grandissimo compagno di avventura Francesco JessiFrassani… ma che non hanno arrestato la lunga corsa verso il Nostro obbiettivo finale…..

1000 gli applausi e incitamenti da parte del pubblico che ha sostenuto tutti…. dal primo all’ultimo, perché in realtà qui nessuno è arrivato ultimo…. Un’esperienza magica che ho potuto fare insieme alla mia cara amica a 2 ruote…un’esperienza che ho potuto fare grazie a quella macchina organizzativa che ci ha confortato e assistito per tutti quei 125km.  Un sentito grazie a tutto lo staff e un grosso, anzi grossissimo, arrivederci alla prossima edizione!!!!!

 

Simona Sacchetti

7° – EXTREME – 11:47:32

non pensavo di fare una marathon cosi dura, c’era tutto qll che uno desidera trovare in un percorso di mtb…..gli ultimi 30 km sono stati un calvario(fin dai primi km problemi meccanici), ma ho voluto andare avanti di testa di cuore…..perchè il mio motto dice “se una cosa ti emoziona falla”…..anche se sono arrivata tra gli ultimi sono andata via dallaLessinia sentendo dentro me qualcosa di speciale ………..

 

Davide Turati

95° – EXTREME – 10:02:13

Sono cresciuto fin da ragazzino con il mito della Lessinia Legend, raccontatomi da chi questa esperienza l’aveva vissuta in prima persona molti anni fa…nel 2009 per passatempo mi sono avvicinato alla Mtb, ho conosciuto persone che hanno fatto di questo sport la loro passione…non ci è voluto molto affinché questa passione (qualcuno ironicamente la chiama “malattia”) mi contagiasse, diventando parte del mio modo di fare e di essere…

Da quel 2009 ne ho fatti di Kilometri, forato gomme, imprecato contro freddo, neve, caldo…pedalato nella polvere e nel fango…ma sempre insieme a chi condivideva con me tutto questo fra sorrisi e battute…

Quest’anno per caso ho ricevuto un messaggio riguardante la Lessinia Legend, nel quale parlava della proposizione della versione Extreme, 125 km per 4600 mt di dislivello…troppo elevato quel dislivello per il mio allenamento…ma poi ho ripensato a chi mi raccontava con il sorriso questa esperienza…

Adesso posso dire che ne è valsa la pena…perché è stata dura, fino all’ultimo kilometro non ho mai mollato, ho dato il massimo per 10 ore, era una sfida a cui non potevo arrendermi nonostante 2 forature abbiano provato a fermarmi…

Personalmente è stata una esperienza unica, la Lessinia la conosco da anni, ma gli organizzatori sono riusciti a valorizzarla in modo fantastico…un grazie a tutte le persone che erano ai ristori e all’assistenza meccanica, alle persone che ci hanno incitato dal primo all’ultimo metro del percorso, a chi mi hai invitato via messaggio e a tutti i collaboratori per l’organizzazione impeccabile…

 

Tania Chillo

6° donna – EXTREME – 11:03:14

Sono sempre stata una patita delle gare lunghe perchè fisicamente sono più predisposta alla resistenza a scapito dell’esplosività delle gare corte.

Ma devo dire che la Lessinia Legend mi ha messo a dura prova.

Tecnica sia in salita che in discesa…non avevi mai un momento per tirare il fiato.

Però la solidarietà che ho trovato in gara è stata enorme….un gruppo di ragazzi mi hanno ” scortata ” per buona parte della gara.

Mi aspettavano ai ristori e quando arrivavo mi facevano una gran festa.

Credo di essere riuscita ad arrivare in fondo anche grazie a loro…

Queste sono le cose che mi fanno amare la mtb…..GRAZIE RAGAZZI !!!! Tania

 

 

 

Grandissima è stata anche la partecipazione del pubblico che lungo tutto il percorso non ha mai smesso di sostenere la fatica di chi stava pedalando per scrivere il proprio nome nella “Leggenda”.

Vogliamo ringraziare veramente tutti coloro che hanno contribuito a riportare in vita questo evento perché il mondo della mountain bike italiana ha bisogno di questi eventi estremi per poter competere con le altre gare a livello mondiale.

Classifica percorso Extreme men

1° MARCELLO PAVARIN – BOTTECCHIA FACTORY TEAM – 6:23:42

2° EFREM BONELLI – BOTTECCHIA FACTORY TEAM – 6:44:04

3° LUCA ZANASCA – ÈQUIPE ÈXPLOIT – 6:46:23

4° AGOSTINO ANDREIS – OLYMPIA CICLI ANDREIS – 6:52:48

5° PAOLO PAVIOLO – SCOTT RACING TEAM – 7:05:51

6° OTTAVIO NATTERO – TEAM ENNEBI BIKE – 7:11:21

7° CLAUDIO SEGATA – BREN TEAM TRENTO – 7:11:36

8° MATTEO NERINI – ASD 46 – 7:12:03

9° DIEGO BELTRAMO – FOCUS XC ITA TEAM – 7:14:58

10° ENRICO FERRARIS – SCOTT VALSANGONE MTB ASD – 7:26:59

Classifica percorso Extreme women

1° – MARIA CRISTINA NISI – TEAM ENNEBI BIKE – 8:19:29

2° – FEDERICA PICCOLI – TEAM TODESCO ASD – 9:27:25

3° – YLENIA COLPO – ASD GREEN DEVILS – 9:43:41

4° – VALENTINA ROCCA – TEAM TODESCO ASD – 9:47:01

5° – NUNZIA GAMMELLA – CICLOO BIKE TEAM – 9:53:26

6° – TANIA CHILLO – ASD ONLYOFF DUE RUOTE – 11:03:14

7° – SIMONA SACCHETTI – TEAM BIKE CENTER – 11:47:32

Classifica percorso Classic men

1° – MARTINO MARANA – ASD TEAM RANA – TAGLIARO – 2:48:45

2° – VALENTINO DALPIAZ – TEAM TODESCO ASD – 2:52:17

3° – NICOLO’ ZOCCARATO – S.C. BARBIERI – 2:53:28

4° – STEFANO GIRELLI – TEAM TODESCO ASD – 2:54:19

5° – ANTONIO PARISE – PUNTOBICI TEAM BIKE – 2:58:13

6° – PIERANGELO ARNOLDI – ASD BIKE STORE COSTERMANO – 3:03:12

7° – LUCA SPERI – BUSSOLA MTB RACING TEAM ASD – 3:06:29

8° – PARIDE ZOMER – A.CIC. DIL BIKBIKE – 3:06:50

9° – ERIK NERI – SMP – ESSEGI 2 – 3:07:15

10° – GIANLUCA CARLOTTO – TEAM BIKE CASTELGOMBERTO – 3:10:47

Classifica percorso Classic women

1° – PAOLA PEZZO – S.C. BARBIERI – 3:26:15

2° – MARTINA ARSIE – G.S.ALPILATTE – 3:34:38

3° – FRANCESCA LONARDELLI – CARRAROTEAM – 3:40:57

4° – PATRIZIA D’AMATO – TEAM BSR – 3:42:22

5° – VERONICA PACINI – ASD CICLI COPPARO – 3:54:39

6° – CLAUDIA FIORIN – ASD CHESINI – 4:04:56

7° – MARIA TERESA MOSCA – CICLOO BIKE TEAM – 5:11:45

Potete trovare le classifiche  complete al seguente link: https://www.mysdam.net/events/event/results-v5-files_29899.do

Non ci resta che darvi appuntamento all’anno prossimo, seguite l’aquila e ci troverete!

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook officiale e sul nostro sito internet: www.lessinialegend.it