Baldo Bike XCP, l’organizzazione si racconta

Comunicato stampa

Ivan Cristofaletti ci guida tra gli antefatti, gli aneddoti, e il dietro le quinte della Baldo Bike XCP, che si è corsa a Rivoli Veronese domenica 5 luglio. Sei anni di lavoro, dieci granfondo, e la crescita del gruppo ASD Giomas. Il grazie finale a chi collabora e l’arrivederci al 2016.

unnamed

Era il maggio del 2010 quando a Rivoli Veronese (VR) si presentarono poco meno di 200 bikers appassionati o curiosi di conoscere tanti nuovi passaggi sul Monte Baldo. Inizia da lì la nostra avventura sportiva ricca di avvenimenti, fatti positivi e aneddoti divertenti.

Sul Baldo, prima di tutto, siamo diventati per molte contrade – che raramente vedono passare “estranei” – un avvenimento da segnare sul calendario già mesi prima. Abbiamo conosciuto delle persone gentili – estremamente gentili – che senza che noi glie lo chiediamo falciano l’erba, ripuliscono la boscaglia e tagliano le siepi nei bordi dei sentieri, considerando voi bikers come il gradito ospite per il quale si riordina in fretta e furia la casa. C’è chi ci apre i cancelli delle loro proprietà e poi ci dice addirittura grazie, ci sono i bambini che il giorno della gara spuntano dalle porte di casa e mettono in mostra le loro frecce per segnalare ai ciclisti la giusta via. In contrada Coliel, per il 2016, hanno già pensato di fare due giorni di sagra paesana, e fanno gara a chi ci deve dare l’acqua per i ristori.

Insomma, tornando dal percorso di gara, noi di Giomas torniamo con il sorriso, quei sorrisi quieti e rilassanti che danno anche soddisfazione, perché presumiamo di esserci comportati il meglio possibile. Siamo riusciti in poco tempo a trasferire il “comportarsi meglio che si può” anche sulle rive del Lago di Garda, tanto che se confrontiamo il percorso di Bardolino Bike del primo anno con quello dello scorso marzo ci rendiamo conto quante siano le proprietà che passo dopo passo ci siano state concesse e riconcesse e confermate già per il 2016.

In questi anni sono nate anche delle sinergie con molti gruppi locali che si prodigano con coscienza del territorio in modo che vada tutto al meglio. Tanti gruppi di Volontari Protezione Civile sempre presenti, il gruppo dei Quad, i “Cariconi” e i “Sovietici” sempre sul territorio con le loro mtb, pronti a rimediare ad imprevisti o a segnalarli al nostro team, il gruppo della Sagra degli Asparagi che vi fa sempre da mangiare ai pasta party, Alfio Montagnoli, speaker sempre presente alle nostre gare, Luca Guarneri che quest’anno ha scritto per noi, e non per ultimi i ragazzi del team Giomas che ci sono sempre ogni qual volta vengano interpellati.

Nasce anche un’importante collaborazione con i “cugini” organizzatori della Garda Marathon e con in “cugini” della Gf d’Autunno a Verona che, al di là di tanti campanilismi, ha fatto crescere il circuito Mtb Ahead Tour.

Chiudiamo la stagione ringraziando le istituzioni locali e ogni figura che ha partecipato alle nostre gare e con la coscienza di poter guardare al 2016 già con delle conferme fra le mani e con la voglia di fare.