Appennino Enduro Trophy – #2: Pietro Chinucci “Asso pigliatutto” alla SpoletoNorcia Enduro

Comunicato stampa

spole7

Si è svolta Martedì 2 Giugno la SpoletoNorcia… Enduro, seconda tappa dell’Appennino Enduro Trophy che ha visto i riders affrontarsi a viso aperto sui trails preparati dagli organizzatori locali del MTB club Spoleto e 2010 Gravity Team Spoleto.

Si è andati ben oltre ogni rosea aspettativa e nonostante la vicinanza di altre gare Enduro svoltesi appena due giorni prima, gli oltre 120 partecipanti dimostrano che l’AET 2015 ha ormai fatto breccia nel cuore dei Riders del centro Italia e non solo.

I concorrenti sono rimasti impressionati dal percorso di gara: questa volta infatti, a far compagnia ai riders non le solite salite su asfalto o strade di montagna, ma trasferimenti lungo il tracciato della vecchia Ferrovia SpoletoNorcia.

Questa opera dismessa da circa 40 anni e da poco resa percorribile da bici e pedoni ha regalato scorci suggestivi con passaggi mozzafiato su ponti alti 70 metri e l’inusuale attraversamento delle 5 fredde e buie gallerie di cui una lunga 2km e un’altra addirittura elicoidale.

La bellezza del paesaggio però non è stato l’unico ingrediente interessante della gara: le prove speciali infatti non erano da sottovalutare e un misto di parti guidate veloci, rilanci spaccagambe, rocce fisse, muri e curve spondate in successione hanno rappresentato ottimamente lo spirito dell’Enduro.
La PS1, probabilmente la più difficile da interpretare con i suoi toboga naturali ha acceso la competizione quando i primi 4 sono arrivati distanziati di soli 9 decimi di secondo. Pietro Chinucci regola così Antonio De Silvi, Simone Cesarini e Stefano Federici.

Nella lunga PS2 l’allungo decisivo di Pietro Chinucci che vola nel tratto sassoso iniziale e interpreta in maniera perfetta il sottobosco finale riuscendo a mettere tra se i suoi avversari ben 10 secondi.

Si cambia ancora scenario e si passa alla più guidata e faticosa PS3 dove il temuto muro “Pippaculo” attende inesorabile i concorrenti con la sua insidiosa curva finale che vedrà una ventina di concorrenti “baciare il terreno” fortunatamente senza conseguenze.

Anche PS3 è vinta da “Asso pigliatutto” Pietro Chinucci del TeamBiciDaMontagna.com di Viterbo che si aggiudica la gara appena 36 ore dopo aver vinto un’altra gara di Enduro nel basso Lazio.

Secondo classificato e decisamente più in forma Simone Cesarini delDieffe Bike Team a 23 secondi di distacco da Chinucci e terzo De Silvi Antonio della ASD Bike Shock a qualche decimo da Cesarini.

Tra le donne il gradino più alto del podio è andato a Pierini Monia seguita daPiattelli Paola di ASD Bike Pro e da Berardi Donatella di ASD Abruzzo Exploring.

Dopo due tappe la classifica generale vede così in testa Pietro Chinucci tra gli uomini e Monia Pierini tra le donne.

Molti i team che si sono incontrati a Spoleto, arrivati da tutte le regioni del circuito AET 2015 con qualche presenza inattesa come quella di Alessio Angemi nella categoria Front proveniente addirittura dalla Sicilia.

Impeccabile il sistema di cronometraggio fornito da www.dreamrunners.it dove si può anche consultare la classifica.

Nonostante Spoleto ospitasse per la prima volta una competizione interregionale di Enduro tutto è filato liscio e l’abbondante pasta party finale con birra e salsicce ha stemperato gli animi e concluso una bellissima giornata di Sport.

Archiviata la tappa di Spoleto, molti dei partecipanti si ritroveranno per la terza tappa del circuito AET 2015 che si terrà a Soriano nel Cimino (VT) dove si svolgerà la quinta edizione della Tuscia Enduro, gara che fa parte della Coppa Lazio e assegnerà il primo titolo Regionale dei quattro assegnati a gare del circuito AET.

Ad attendere i Riders ci saranno 4 PS nella Faggeta del Monte Cimino, tutte già ottimamente preparate dai ragazzi dell’ASD BiciDaMontagna.com.

Ringraziamo gli sponsor del circuito che hanno fornito logistica e premi tra i quali SantaCruz, Scott, O’Neal, ITAS Assicurazioni, Muc-Off, G-Form, Rie Cycle Company e ProAction.

Classifiche complete qui.