Vogel, il peso del pronostico: “A Montichiari ci riprovo…”

Comunicato stampa

Dopo l’inverno a Finale Ligure e il successo di Milano, lo svizzero del Team Focus XC vuole proseguire a Montichiari la sua cavalcata vincente agli Internazionali d’Italia. “Il percorso mi piace, e al Trofeo Delcar ho già vinto…”.

vogel_2015_delcar

Quello di Domenica 2 Aprile a Montichiari sarà un Trofeo Delcar a grandi firme. Al via sono attesi ben dodici dei primi 20 atleti del ranking UCI maschile, 6 delle prime 10 del ranking femminile, e uno stuolo di titoli mondiali e olimpici degno dei più grandi palcoscenici della mountain bike a livello globale. Absalon, Marotte, Sarrou, Valero, Giger da una parte, Neff, Langvad, Wloszczowska, Dahle, Indergand dall’altra: tutti a caccia di un titolo di prestigio, dei pesantissimi punti UCI in palio nelle gare HC, e in generale tutti in cerca dei primi segnali importanti di una stagione ormai lanciata.

La concorrenza sarà quindi quantomai agguerrita, ma nel ricchissimo lotto dei pretendenti c’è un atleta che difficilmente può allontanare i gradi di favorito, alla pari forse di Maxime Marotte (Cannondale Factory Racing): si tratta di Florian Vogel (Focus XC), che si presenta al via della 3a prova degli Internazionali d’Italia forte della convincente vittoria di Milano, alla Montagnetta di San Siro, e di un inverno di preparazione affrontato proprio in Italia, a Finale Ligure. “Finale è un luogo che conosco molto bene, ci ero stato diverse volte anche in passato, ma ho scelto di lavorare lì in vista della nuova stagione per via del clima più mite e stabile rispetto alla mia Svizzera, e ovviamente degli splendidi single trails,” racconta il 35enne svizzero. “Inoltre, ho potuto allenarmi anche su percorsi downhill e gravity, un lavoro utilissimo per affinare la tecnica di guida: è un elemento fondamentale per poter stare con i più forti in gara in questo momento.

E lui di saper tenere testa ai più forti lo ha dimostrato, anzi: a Milano il migliore è stato proprio lui, lasciandosi alle spalle l’accoppiata Cannondale formata da Maxime Marotte e Manuel Fumic. Adesso arriva il Trofeo Delcar, una prova che lo svizzero ha conquistato nel 2015: “Quello di Montichiari è un circuito che preferisco rispetto a Milano, con salite più lunghe che meglio si adattano alle mie caratteristiche. Ma da Milano in avanti ho fatto un altro intenso ciclo di preparazione, e rispetto alla Montagnetta troveremo un campo partenti ancora più competitivo: parto per stare davanti e centrare il risultato pieno, ma non sarà facile.

Fra gli avversari, il nome di Julien Absalon è naturalmente sulla bocca di tutti, ma Vogel non vede il francese in prima fila per il bersaglio grosso: “Tutti conosciamo Julien e le sue qualità, ma credo non sia ancora al meglio della condizione fisica, e anche in Coppa di Francia pochi giorni fa non ha brillato. Mi aspetto che provi comunque ad essere della partita, così come i suoi compagni del Team BMC: Lars Forster ad esempio sta pedalando molto bene. Ma attenzione a Marotte e Fontana: si sono già sbloccati in questa stagione e sono in condizione, secondo me chi vorrà vincere dovrà fare i conti con loro.

Fontana, Vogel e Marotte, ossia i vincitori delle ultime tre edizioni del Trofeo Delcar fra gli Uomini Open: a volte ritornano…

TROFEO DELCAR MONTICHIARI – IL PROGRAMMA

Sabato 1 Aprile 2017

11:00 – Presentazione Ufficiale Atleti (Motor Home AloveEvents)
13:00-19:00 – Apertura Segreteria
15:00-18:00 – Prova Percorso
19:00 – Kermesse Giovanissimi Circuito Junior Bike Brescia – Trofeo Maggi

 

Domenica 2 Aprile 2017

7.00 Apertura Segreteria

8.45 Partenza Gara Esordienti

9.45 Partenza Gara Allievi

11.15 Partenza Gara Junior

13.00 Partenza Gara Open Donne

15.00 Partenza Gara Open Uomini

 

IL CALENDARIO DI INTERNAZIONALI D’ITALIA SERIES 2017

4 Marzo 2017: Verona MTB International
12 Marzo 2017: Milano “La Montagnetta”
2 Aprile 2017: Trofeo Delcar – Montichiari (BS)
9 Aprile 2017: Marlene Südtirol Sunshine Race – Nalles (BZ)
3 Giugno 2017: Courmayeur Internazionale (AO)

(Photo credit: Michele Mondini)