Vittoria: un’innovazione chiamata Grafene




Quando a CosmoBike Show dello scorso mese di settembre Vittoria ha presentato le sue nuove coperture realizzate con l’applicazione del rivoluzionario materiale Grafene, ci era stata anticipata l’opportunità di poter visitare il sito in cui viene prodotto questo materiale innovativo. Cosa che poi è avvenuta proprio ieri, quando Directa Plus ci ha aperto le sue porte per offrirci la possibilità di vedere da vicino il luogo in cui avviene il processo produttivo della migliore qualità di Grafene, chiamata pristine.

_DSC7069

Directa Plus, dove nasce il Grafene più puro

Ed in effetti a Lomazzo, in provincia di Como, dove ha sede Directa Plus, si riesce bene a percepire la presenza di innovazione tecnologica non solo negli impianti produttivi ma anche negli occhi delle giovani menti che vi lavorano.

_DSC7059

Siamo stati accolti da Giulio Cesareo in persona, presidente e fondatore di Directa Plus, che ha introdotto la presentazione di questa azienda che ha iniziato il proprio cammino nel 2005, anno in cui molte aziende si davano battaglia a suon di brevetti per garantirsi vantaggi nello sviluppo del Grafene, materiale di recente scoperta. Con una filosofia aziendale rivolta alla salvaguardia dell’ambiente, Directa Plus ha imboccato una direzione ben precisa: produrre una forma di Grafene priva di impurità chiamata appunto pristine. E tutto questo, come ha puntualizzato Giulio Cesareo, senza alcun processo chimico ma utilizzando esclusivamente le proprietà fisiche di questo materiale.

_DSC7064

I presidenti di Vittoria e Directa Plus si sono incontrati nel momento più propizio. Come ci ha spiegato Rudie Campagne, presidente e fondatore di Vittoria, proprio quando il passo successivo nello sviluppo del materiale sarebbe stata l’applicazione pratica, Vittoria ha proposto di affrontare la sfida insieme. L’applicazione del Grafene a ruote e gomme è diventata subito realtà.

_DSC7068

Cos’è il Grafene?

Il Grafene si presenta nella forma di un foglio di puro carbonio. E’ estremamente sottile al punto di essere quasi trasparente visto che la sua sottigliezza equivale quasi a quella di un atomo (1/1.000.000.000 di metro), basti pensare che un singolo grammo di Grafene potrebbe coprire una superficie di 2,63 km quadrati.

I vantaggi del Grafene sono molteplici:

  • elevata resistenza meccanica: circa 200 volte maggiore dell’acciaio;
  • elevata conducibilità termica: più di due volte rispetto ad un diamante;
  • bassa densità: equivalente alla metà dell’alluminio;
  • elevata elasticità: equivalente a sei volte quella dell’acciaio;
  • elevata conducibilità elettrica, trasparenza, leggerezza, flessibilità e resistenza meccanica.

Nel corso della visita guidata è stato chiarito fin da subito che le strutture presso le quali Directa Plus opera sono all’avanguardia e ai massimi livelli tecnologici, utilizzando un processo produttivo particolarmente innovativo, e questo abbiamo avuto modo di appurarlo con i nostri occhi. L’ambiente che circonda la produzione è particolarmente pulito e chiaro. Tutto è controllato nei minimi dettagli all’interno di un’area ad accesso limitato. L’azienda è inoltre molto orgogliosa di aver raggiunto il cosiddetto “impatto zero” del processo produttivo nei confronti dell’ambiente: ogni output ha una sua funzione, un ulteriore utilizzo. Sia Directa Plus che Vittoria condividono obiettivi strategici come sicurezza, qualità, salute e salvaguardia dell’ambiente. Tutti facilmente percepibili durante la visita al sito produttivo.

Graphene Factory (1)

Graphene Factory (2)

Dopo aver visto da vicino preparazione e lavorazione della grafite naturale abbiamo assistito alla dimostrazione di cosa sia veramente il Grafene.

_DSC7076

_DSC7073

_DSC7071

Dalla grafite naturale si passa per diverse fasi, come super espansione ed esfoliazione, arrivando alla produzione di 30 tonnellate di Grafene. L’output finale del processo produttivo può presentarsi in diverse forme e dimensioni, che variano a seconda delle molteplici destinazioni d’uso.

Immagine

Il Grafene pristine è un filtro naturale, estremamente utile per il filtraggio e la purificazione dell’acqua. Come ci è stato dimostrato, infatti, una vasca di acqua inquinata viene filtrata attraverso il Grafene, che restituisce solo acqua potabile.

_DSC7082

_DSC7087 (3)

_DSC7089

_DSC7094

_DSC7095-2

_DSC7097

Le misure di sicurezza in loco non consentono una dimostrazione della resistenza alla fiamma, ma Directa Plus ci ha comunque mostrato un video che spiega come l’applicazione del Grafene ai tessuti possa avere come risultato un indumento completamente ignifugo.

_DSC7099 (2)

Le applicazioni nel ciclismo

Vittoria e Directa Plus hanno stretto un accordo in via esclusiva per l’applicazione del Grafene nella produzione di ruote e coperture.

Vittoria ha proposto ruote top di gamma in carbonio e Grafene, sia strada che fuoristrada, già nel 2014. I vantaggi dell’uso del Grafene nelle ruote in carbonio consentono di avere una maggiore rigidità laterale aumentata del 50%, con conseguente maggiore precisione di guida e resistenza agli impatti, oltre ad una riduzione dei pesi e ad una maggiore dissipazione del calore nella pista frenante delle ruote da strada.

Lo scorso settembre, inoltre, Vittoria ha apportato un radicale cambiamento nella propria gamma di coperture sia da strada che da mountain bike, come vi dicevamo in apertura.

_DSC7081

L’applicazione del Grafene nelle nuove coperture da mountain bike in combinazione con le mescole ha consentito di avere come risultato una gomma dal comportamento versatile a seconda delle condizioni di utilizzo. Da un’analisi al microscopio effettuata presso il Politecnico di Torino, è stato appurato infatti che se la direzione della bici è univoca e costante, le nano particelle di Grafene pristine rimangono più addensate rendendo la gomma più compatta e con minore resistenza al rotolamento. Quando invece la gomma si deforma, a seguito ad esempio di frenata, accelerazione o in curva, le nano particelle si spostano direzionalmente ed in conseguenza di ciò la gomma si ammorbidisce nel punto di contatto al terreno, favorendo flessibilità e di conseguenza grip e trazione. In sostanza la copertura diventa più dura o più morbida a seconda dei bisogni del biker.

_DSC7105

Il Grafene assicura inoltre una riduzione di peso ed anche una sua maggior durata, soprattutto alla base dei tasselli. In quest’ultimo caso a vantaggio anche dell’uso con le e-bike, vista la forza generata dai motori elettrici alla quale vengono sottoposte le coperture.

_DSC7133

Vittoria ci ha inoltre stupito al termine della presentazione, con un interessante esperimento in cui una bicicletta da strada con copertoni tubeless è stata fatta passare diverse volte su una tavoletta su cui erano poste due file di chiodi. Nonostante i diversi passaggi dei copertoni sulle file di chiodi, abbiamo potuto constatare che la perdita di pressione è stata irrilevante.

_DSC7121

_DSC7126

Niente compromessi

L’introduzione del Grafene si pone come obiettivo quello di rimuove in maniera efficace le barriere della gomma naturale, permettendo così di non dover più scendere a compromessi nella scelta tra velocità, trazione, durata e resistenza alle forature.
Anche nelle ruote in carbonio lo scopo è di ottenere un nuovo livello che consenta di esaltare le proprietà intrinseche del carbonio stesso, in termini di rigidità laterale, resistenza agli urti, riduzione del peso e dissipazione del calore.

_DSC7108

Una vera e propria rivoluzione nel mondo del ciclismo? La cosa non potrebbe che farci piacere, visto anche che proviene da un’azienda italiana, come Directa Plus, che detiene i brevetti sui metodi di lavorazione e produzione di questo materiale, senz’altro motivo di orgoglio per il nostro Paese.

Vittoria ci ha dato la possibilità di essere tra i primi a poter testare una nuova coppia di coperture Mezcal realizzata appunto con il Grafene. Cosa che faremo con estremo piacere ed interesse per poter poi descrivervi dettagliatamente le nostre impressioni.

_DSC7079

IT - 728x90

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *