Va in archivio anche la Capoliveri Legend Cup

Comunicato stampa

046

Si è corsa domenica 17 maggio 2015 la terza tappa del circuito MTB Tour Toscana grazie all’organizzazione del Bike Park di Capoliveri che ha organizzato la sesta edizione della Capoliveri Legend Cup.

Un’edizione da record: novecento i partenti, ma soprattutto il meglio del mountain bike nazionale e non era presente all’Isola d’Elba sotto gli occhi attenti del Commissario Tecnico della Nazionale Hubert Pallhuber.

Una logistica in parte modificata e un percorso di 63 chilometri con oltre 2000 metri di dislivello quello in programma. Il via è stato dato alle ore 9.30 e subito si è messo in evidenza un quartetto, quello composto dal colombiano del Reparto Corse Lee-Cougan Diego Alfonso Arias Cuervo, il portacolori della Scapin Soudal Daniele Mensi, l’altro colombiano Leonardo Hector Paez Leon (Bianchi I.Idro) ed il toscano al primo anno nel fuoristrada Francesco Failli (Cicli Taddei).

Dopo poco più di un’ora di corsa la testa della corsa non cambiava e in quinta posizione ancora Cattaneo, dietro di lui però si riportava un secondo quartetto formato da Tony Longo (Bianchi I.Idro), il bresciano della Scott Juri Ragnoli, il campione italiano marathon in carica Porro e l’ex pro Casagrande.

Al 51esimo chilometro di gara avveniva l’allungo di Daniele Mensi che prendeva qualche secondo sul colombiano Arias e sui due che da dietro erano rientrati sulla testa della corsa, vale a dire Tony Longo e Juri Ragnoli. Mensi però nel finale veniva colto da crampi – e sarà ottavo al traguardo – mentre il colombiano del Reparto Corse Lee-Cougan accusava una gara condotta fin dalle battute iniziali e così rimanevano in due a giocarsi la vittoria elbana: è stato un decisivo attacco sull’ultima salita in programma, un attacco vincente di Juri Ragnoli che arrivava dunque solitario dopo poco più di due ore e quaranta di gara. Il secondo gradino del podio a Longo e completava in podio Diego Alfonso Arias Cuervo.

La gara femminile, ha visto Elena Gaddoni (Scapin Soudal) senza rivali e chiudere con un tempo di tre ore e 23 minuti, la seconda piazza a Mara Fumagalli (KTM Trek Dama) con un ritardo che si aggirava attorno ai sette minuti ed infine Pamela Rinaldi (Ciclissimo) chiudeva il podio rosa.

Podio assoluto maschile Archiviata così la terza tappa, ci sarà da arrivare al mese di settembre per vedere nuovamente indossate le maglie di Acqua dell’Elba, che ROSTI mette a nostra disposizione per ogni tappa del circuito, al via della 24° edizione della Straccabike a Pratovecchio (Arezzo).

L’alto livello raggiunto dal circuito MTB Tour Toscana è senza ombra di dubbio merito, oltre che del suo C.O., di tutti gli sponsor che ci credono e danno il loro contributo: oltre al main sponsor Acqua dell’Elba e al già citato maglificio Rosti, Northwave, Limar, Mediacom, MucOff, Compression Zone, Focus, Volchem, Aepicasport e Caffè Bonni.

IT - 728x90

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here