Un’altra stagione entusiasmante per il ciclismo altoatesino




Comunicato stampa

La stagione ciclistica non è ancora conclusa, ma la realtà altoatesina delle due ruote può già guardare a un’altra annata costellata di successi, in campo nazionale e internazionale, tracciandone un primo bilancio decisamente positivo.

Il 2015 è partito con “il botto” già a gennaio: ci hanno pensato Eva Lechner e Jakob Dorigoni, la garanzia e la promessa, che ai Campionati Italiani di ciclocross, di scena a Pezze di Greco (BR), hanno conquistato due prestigiose maglie tricolori, la sesta tra le Donne Elite per la biker appianese, la prima tra gli Juniores per il polivalente e talentuoso atleta di Vadena. Pochi giorni dopo, Eva Lechner, nella sesta e ultima prova di Coppa del Mondo di Hoogerheide, in Olanda, ha messo a segno una vittoria entusiasmante, prima azzurra a compiere l’impresa.

Calato il sipario sulla stagione di ciclocross, ad aprile, i migliori team nazionali del fuoristrada si sono dati battaglia a Montichiari (BS) per conquistare il titolo italiano Team Relay e l’atleta di Chiusa Gerhard Kerschbaumer, insieme ai compagni di squadra Alexander Gehbauer, Jan Vastl e Chiara Teocchi del Team Bianchi i.Idro Drain, ha indossato la maglia tricolore di specialità nella categoria Open.

Il 16 maggio è stata invece la volta del tricolore conquistato dalla ventiduenne di Villandro Lisa Rabensteiner, che si è aggiudicata il 1° Campionato Italiano Universitario MTB, disputatosi a Tabiano Terme (PR).

Il 19 giugno, sempre nel fuoristrada, è andato invece in scena, a Courmayeur (AO), il Campionato italiano XC Eliminator, particolarmente ricco di soddisfazioni per gli atleti altoatesini, che hanno chiuso la trasferta con ben quattro titoli italiani: ad aggiudicarseli, la pusterese Anna Oberparleiter del Carraro Team Trentino Alè in campo femminile, il bolzanino Maximilian Vieider (KTM Protek Dama) tra gli uomini, la portacolori del Bike Club Neumarkt Egna Anita Rossi nella categoria Open giovanile femminile ed Helmut Flor (Bike Club Neumarkt Egna) tra gli Open Master. La quindicenne Anita Rossi di Ora, poi, nel giro di una settimana, ha bissato il successo tricolore laureandosi Campionessa nazionale Enduro tra le Juniores a Canazei.

Il 5 luglio, poi, Lisa Rabensteiner ha conquistato uno splendido terzo posto nella gara Under 23 della prova di Coppa del Mondo XCO di Lenzerheide, in Svizzera, chiudendo alle spalle della svedese Jenny Rissveds e della rossocrociata Ramona Forchini.

Sempre a inizio di luglio, è stata invece la volta del ciclismo su strada, con le “ragazze terribili” del GS Mendelspeck, che si sono messe in evidenza sulle strade di Cavarzere (Ve): Alessia Vigilia, Elena Pirrone, Sofia Frometa e Debora Ghiotto hanno conquistato il titolo nazionale Allieve nella prova contro il tempo riservata alle squadre.

Neanche il tempo di godersi la vittoria e una settimana più tardi, l’11 luglio, a Darfo Boario Terme (BS), proprio Alessia Vigilia ha vinto il titolo nazionale su strada Allieve, finalizzando un’impeccabile tattica di squadra con uno splendido assolo finale.

Pochi giorni dopo, il 18 luglio, a Volpago del Montello (TV), la plurimedagliata Eva Lechner non ha deluso le attese, riconfermandosi Campionessa Italiana nel Cross Country, aggiungendo il settimo titolo nazionale consecutivo al suo incredibile palmares.

Il giorno seguente, il 19 luglio, è toccato alla ventiduenne di Termeno Veronika Widmann che, a sorpresa, al termine di un appassionante finale, si è aggiudicata i Campionati Italiani di Downhill svoltosi a Sestola (MO).

Appena il tempo di archiviare gli splendidi risultati, in un susseguirsi di entusiasmanti emozioni, e il 22 luglio, le forti atlete del GS Mendelspeck hanno messo il loro sigillo anche sui Campionati Italiani giovanili su pista di Dalmine (BG), conquistando il titolo tricolore nell’Inseguimento a squadre. Alessia Vigilia, Elena Pirrone, Sofia Frometa, Ilaria Debeni e Deborah Ghiotto si sono laureate campionesse italiane di specialità, lasciandosi alle spalle le rappresentative di Emilia Romagna e Lombardia. Ma le soddisfazioni non sono terminate qui e Gabriele Zadra, alfiere del Team Südtirol Campana Imballaggi, ha vinto il titolo italiano nel Keirin Allievi, mettendo a segno un risultato forse inatteso, ma meritatissimo, e quindi ancor più gradito.

Rispolverando i risultati più recenti, poi, lo scorso 26 luglio Eva Lechner ha portato a casa una stupenda medaglia d’argento nella prova Cross Country riservata alle Donne Elite ai Campionati Europei di mountain-bike di scena a Chies d’Alpago (BL), conquistando con grande determinazione un brillante secondo posto alle spalle di una fortissima Jolanda Neff.
Il giorno prima, invece, era stata la pusterese Anna Oberparleiter a regalare un argento europeo all’Italia, questa volta nell’Eliminator, con l’altoatesina del Carraro Team-Trentino Alé che ha chiuso alle spalle della campionessa del mondo Kathrin Stirnemann.

Il 28 luglio, sempre in campo continentale, è arrivata invece la preziosa medaglia d’oro conquistata da Elena Pirrone nella prova contro il tempo al Festival Olimpico della Gioventù Europea di Tbilisi, in Georgia. La portacolori del GS Mendelspeck, pochi giorni prima, aveva confermato il titolo nazionale a cronometro Allieve per il secondo anno consecutivo, laureandosi campionessa italiana a San Vito al Tagliamento (PD). Convocata in azzurro, l’atleta di Laives ha confermato il proprio talento anche sulla scena ciclista europea.

Il 10 agosto scorso, poi, Lisa Rabensteiner ha bissato il successo di Lenzerheide, conquistando un fantastico bronzo nella gara femminile Under 23 di scena Windham, New York, penultima tappa di Coppa del Mondo di cross country, alle spalle di Jenny Rissveds e Margot Moschetti.

Il 16 agosto è invece giunto il risultato della giovane biker del Bike Club Egna Neumarkt Veronika Widmann, che ha lasciato il segno anche in campo continentale, salendo sul gradino più alto del podio nella 4^ prova della iXS DH European Cup a Spicak, in Repubblica Ceca.

Infine, ultime in ordine di tempo ma non d’importanza, sono di pochi giorni fa altre due medaglie di bronzo: la terza in Coppa del Mondo di Lisa Rabensteiner, che si è messa in evidenza anche nella gara di casa, in Val di Sole, chiudendo alle spalle di Jenny Rissveds e Alessandra Keller e centrando un risultato che le ha permesso di chiudere la classifica finale della UCI World Cup in terza posizione, e quella di Eva Lechner nel Team Relay ai Mondiali di Vallnord.

Sono dunque ben 16 le maglie tricolori targate Alto Adige in questo 2015, cui vanno ad aggiungersi una vittoria in Coppa del Mondo e 8 medaglie di caratura internazionale.
A completare le preziose affermazioni poi, altre 17 medaglie d’argento e 8 medaglie di bronzo ai Campionati Italiani delle varie specialità e categorie.

Summer Sale wk28 - 728x90  
 
 

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *