UEC: eletto il Direttivo 2017-2021




Comunicato stampa

Confermato alla presidenza il francese David Lappartient – Renato Di Rocco tra i candidati europei per il Direttivo UCI e Daniela Isetti tra i candidati votanti per il Congresso del 21 settembre– Confermato anche Enrico Della Casa Segretario Generale.

6c564c0a-92bc-4085-ac20-bf024c1f4d70_medium_p

Al congresso elettorale dell’Union Européenne de Cyclisme svoltosi oggi in Belgio (Bruxelles), che ha visto la riconferma di David Lappartient, presidente uscente e unico candidato in corsa per tale carica, di sono stati designati anche i candidati europei per il direttivo UCI tra cui il presidente della Federciclismo, Renato Di Rocco per l’Italia ed i quindici delegati votanti per il congresso UCI del 21 tra cui Daniela Isetti, vice presidente vicario della Federciclismo.

All’Assemblea Generale Ordinaria odierna, alla quale hanno partecipato i rappresentanti di tutte le 50 federazioni nazionali europee, ha presenziato anche il Presidente dell’Union Cycliste Internationale, Brian Cookson, che nel corso del proprio intervento ha sottolineato l’importanza del movimento europeo nel panorama mondiale.

Ricordiamo che oltre alla riconferma di David Lappartient, è stato inoltre riconfermato l’italiano Enrico Della Casa, nel ruolo di Segretario Generale della UEC. Mentre, come membri del direttivo sono stati eletti: Sahib Alakbarov (Azerbaijan), Henrik Jess Jensen (Danimarca), Martin Wolf (Germania), Agata LANG (Polonia), Alexander Gusyatnikov (Russia), Rocco Cattaneo (Svizzera). Nel corso del primo direttivo, nello stesso pomeriggio di oggi Agata Lang (Polonia), Rocco Cattaneo (Svizzera) e Alexander Gusyatnikov (Russia) sono stati nominati vice presidenti.

fd744d31-4188-402d-88a9-b86adf393031_large_p

Francese di Sarzeau (Bretagna), 44 anni il prossimo 31 maggio, David Lappartient nel corso del proprio intervento subito dopo la riconferma rivolgendosi all’assemblea ha dichiarato: “Desidero ringraziarvi di cuore per avermi riconfermato alla guida dell’Union Européenne de Cyclisme. Mi rendo conto della responsabilità che mi è stata affidata e cercherò di essere degno della vostra fiducia com’è avvenuto nel corso del mandato precedente.

Avete voluto dimostrare di continuare il processo di modernizzazione dell’Union Européenne de Cyclisme sostenendo il progetto “Insieme per il Ciclismo Europeo” che è sempre stato alla base dei miei impegni. Il vostro sostegno è la dimostrazione di una ferma volontà di perseguire importanti azioni per promuovere il ciclismo e le eccellenze europee.

Quello che, nel 2013, inizialmente era un programma elettorale si è trasformato in un progetto di mandato che è stato pienamente rispettato. Il 2016 è stato l’anno che ha visto la UEC proseguire nella propria evoluzione grazie all’istituzione del campionato europeo su strada per la categoria Elite che, con il ciclocross, ha colmato una lacuna dell’attività e l’accordo con l’Eurovisione per la diffusione in diretta dei campionati europei Elite di 5 specialità in 80 paesi dei 5 continenti fino al 2021.

Nel corso del quadriennio che ci siamo lasciati alle spalle abbiamo partecipato attivamente alla prima edizione dei Giochi Europei di Baku 2015, abbiamo ottenuto l’obbligatorietà della vestizione della maglia in gara da parte dei campioni continentali ed abbiamo percorso un cammino di modernizzazione in termini di visibilità al grande pubblico della nostra confederazione.

Per quanto riguarda il futuro, quest’anno saremo al fianco del Comitato Olimpico Europeo nell’organizzazione dei Giochi dei Piccoli Stati che si svolgeranno a San Marino mentre nel 2018 faremo parte con le nostre quattro discipline olimpiche, dei Campionati Europei di Glasgow (Scozia), un grande evento multisport durante il quale, in due settimane, si disputeranno i campionati europei di sette sport : nuoto, atletica, ciclismo, golf, ginnastica, triathlon e canottaggio.

Abbiamo dato inoltre il nostro contributo alla lotta contro le frodi tecnologiche intrapresa dall’UCI, consapevoli del fatto che in materia ci sono importanti azioni da sviluppare quali la tecnologia a raggi X. Voglio ringraziare il presidente dell’UCI Brian Cookson per le azioni condotte mirate a garantire la credibilità del nostro sport. L’Union Européenne de Cyclisme, come potete vedere, è ricca di progetti. Lavoreremo per sviluppare ulteriormente i nostri campionati europei, per il successo dei Campionati Europei multisport di Glasgow 2018 e dei Giochi Europei del 2019, rimanendo al servizio delle nostre federazioni nazionali. La nostra confederazione è proiettata verso il futuro ma non dimentica il suo passato, la sua storia e i suoi valori che sono un patrimonio delle federazioni, dei club e dei loro dirigenti.”

Nel corso dell’appuntamento congressuale è stata premiata la Francia quale nazione vincitrice del Ranking UEC 2016 e sono stati consegnati gli attestati di merito UEC ai dirigenti che si sono particolarmente distinti: Madis Lepajoe (Estonia), Umberto Langellotti (Monaco), Jack Watson (Gran Bretagna), Edouard Carol Novak (Romania) e Slavomir Svoboda (Repubblica Ceca).

Il prossimo Congresso UEC si terrà a Istanbul (Turchia), il 3 e 4 Marzo 2018.

UNION EUROPÉENNE DE CYCLISME 2017/2021

Presidente

David LAPPARTIENT (Francia)

Direttivo

Agata LANG (Polonia) – Vice Presidente

Rocco CATTANEO (Svizzera) – Vice Presidente – Tesoriere

Alexander GUSYATNIKOV (Russia) – Vice Presidente

Sahib ALAKBAROV (Azerbaijan)

Henrik Jess JENSEN (Danimarca)

Martin WOLF (Germania)



Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *