Trek Zerowind off road Challenge presenta la Marathon bike della Brianza

Comunicato stampa

 

Immagine

Il Trek Zerowind per la settima ed ultima tappa del circuito si sposta a Casatenovo (LC), per la 24ª MARATHON BIKE della Brianza. La classica e piu’ longeva manifestazione del calendario nazionale della mountain bike è in programma per domenica 6 settembre 2015 ed il comitato organizzatore è come sempre firmato “Bike Action Team Galgiana”.

Un percorso duro e suggestivo, con tanti passaggi ritracciati nei sentieri che aggirano i piccoli centri abitati della Brianza lecchese e in zone amene delle colline di Montevecchia e del San Genesio. I percorsi, che nelle precedenti edizioni erano rispettivamente di 67,8 (Marathon) e 48,4 Km (Avventura) avranno la prima parte in comune fino alla statale Como/Bergamo, circa 24 km; i partecipanti al lungo troveranno ad aspettarli la salita del “Calzolaio” che inizierà la lunga ascesa al San Genesio, mentre chi si cimenterà sulla distanza ridotta proseguirà lungo la sterrata principale e percorrere i 24 chilometri finali sugli stessi sentieri del percorso Marathon.

Chi, meglio di Ennio Decio, organizzatore della manifestazione e coordinatore del circuito Trek Zerowind off road challenge può dirci di più:

Brianza: paesaggi mozzafiato, vegetazione composta da boschi fitti di Castagni, ronbinie e betulle, praticamente un paradiso per ogni biker, Ennio parlaci del territorio e della vicinanza a questa manifestazione:

Il territorio collinare dell’alta brianza si presenta molto frastagliato, ricco di terrazzamenti, scoscesi impervi, intervallati di continui attraversamenti stradali: abbiamo sempre cercato di uscire dalle strade asfaltate alla ricerca sfrenata di tracciati sterrati, inventando nuovi passaggi e coinvolgendo diverse proprietà private. Diventa sempre piu’ impegnativo avere questa disponibilità, sia per la mancanza di chiare normative territoriali che regolamentano il passaggio su sentieri privati, sia per la scarsa manutenzione che viene effettuata sugli stessi. Inoltre, nella parte bassa del tracciato, dobbiamo sempre lottare con un tracciato prevalentemente fangoso.

Parlaci degli sponsor che ti sostengono per l’organizzazione dell’evento:

La fortuna della nostra manifestazione è che a crederci vi è una grande quantità di sostenitori locali che hanno garantito presenza e sostegno, nonostante le evoluzioni delle loro attività nel tempo o le difficoltà economiche degli ultimi anni. Spesso abbiamo ripagato questo impegno assicurando l’immagine al di là del contributo a volte interrotto.

In che modo la tua esperienza da organizzatore contribuisce nelle scelte di gestione del circuito?

La parola d’ordine del circuito è quella di essere un valore aggiunto per le singole manifestazioni, cercando di diventare un sostegno, anche materiale, per contribuire ad elevare il livello qualitativo delle singole manifestazioni, evitando il più possibile interferenze organizzative nelle singole competizioni.

 “Trek Zerowind off road challenge”, perché e cosa rappresenta per te?

Da sempre, fin dalla prima edizione della marathon bike, era in noi latente la volontà di creare aggregazione e sinergia tra le varie gare; Speravamo che fosse la federazione ad effettuare da collante, ma una volta verificato che così non era, ci siamo impegnati con Capella, Bergamini, Margonar ed altri organizzatori, poi persi per strada. E se da una parte c’era l’esigenza di organizzatori di gare, dall’altra c’era la necessità rivolta ai corridori, di trovare una serie di manifestazioni ben organizzate tra loro per dare un senso logico all’impegno di gareggiare alle singole gare. Analoga la richiesta di sponsor e sostenitori alla ricerca di gare ben organizzate e partecipate per dare un senso logico all’investimento pubblicitario. Dopo 15 anni abbiamo creato un grande gruppo molto affiatato tra organizzatori, sponsor ed atleti.

Quali novità hai in riservo per questa edizione della Marathon bike della Brianza?

Per le novità, per noi della marathon è ancora presto: l’unica novità è che la 24^ edizione sarà in coincidenza, per la prima volta, con il gran premio d’Italia di formula 1 nel vicino circuito di Monza: sicuramente avremo qualche problema di ospitalità, ma vedremo come risolverlo.

insomma… organizzatori, volontari e addetti ai vari settori curano scrupolosamente ogni aspetto della manifestazione per creare una sfida che prima fra tutte è con voi stessi. A tal proposito, noi di Trek Zerowind, che di passione e determinazione ce ne intendiamo, vi auguriamo buone pedalate invitandovi a visitate online il nuovo sito ufficiale http://www.trekzerowind.it.