TransAndes Challenge – #2: Menapace 2^, Zanardi-Milesi 1° tra i Team 100+

Dopo la prima tappa di ieri, oggi la TransAndes Challenge ha tirato un po’ il fiato, con la seconda tappa che prevedeva un percorso di 49,3 km e 1804 metri di dislivello in salita. Percorso che si è sviluppato da Puerto Pirihueico a Huilo Huilo, attraversando un misto di strade sterrate (40%), strade secondarie (20%) e sentieri (20%). Un percorso molto tecnico, la prima parte con un anello di 15 km che poi riportava in zona campo per proseguire verso Neltume, da dove si accedeva alla riserva biologica di Huilo Huilo, salendo sulle pendici del vulcano Mocho.

16142600_1160813554039725_8887355821659996667_n

Già nel primo anello si è  fatta una grande selezione, sia in salita che in discesa, vista la tecnicità del percorso, in quanto la discesa era stata preparata per la gara di enduro della scorsa settimana. Una leggera pioggerella, inoltre, ha accompagnato i biker per tutta la giornata, ma le temperature sono rimaste accettabili, tranne che nel punto più alto, sul Mocho, avvolto dalle nubi, dove si sono avvertiti dei brividi, presto passati vista la lunghissima discesa di 16 km in single-track, degna di una downhill. Nel finale ancora 5 km di salita per fare rientro al campo base.

16194922_1161288207325593_6614990041507689289_n

Lo statunitense Russel Finsterwald oggi ha confermato le performance della prima giornata, andando a vincere anche questa seconda tappa, con un vantaggio di circa 2 minuti e mezzo sugli inseguitori cileni, capeggiati da Eyair Astudillo e Nicolas Delich, rispettivamente secondo e terzo. Ssotanzialmente invariata, quindi, la situazione in classifica generale, che vede sempre al comando Finsterwald.

16299934_1160932327361181_4469536195334077955_o

In campo femminile si è ripetuto il risultato di ieri, con la biker a stelle e strisce Kaysee Armstrong che ha preceduto al traguardo per circa 6 minuti Lorenza Menapace. Lorenza Menapace ha cercato di recuperare sulla Armstrong, ma la partenza fulminante della statunitense non ha consentito l’aggancio, e anche una caduta, senza gravi conseguenze, ha rallentato la corsa della trentina, che riesce a conservare comunque la seconda posizione di categoria.

16143073_1161562910631456_1427688457148174105_n

Nuovamente alla vittoria, nella categoria Team 100+, la coppia italo-svizzera formata da Aldo Zanardi e Lorenzo Milesi. I due sono riusciti a sopravanzare il diretto inseguitore, il cileno Carlos Cardemil, di circa 11 minuti, e nella classifica generale guadagnano un buon margine sui diretti avversari.

16266100_1161568110630936_1522761092057209736_n

Classifiche complete

La tappa di domani prevede una distanza di 54,8 km, quindi non particolarmente lunga ma che sarà caratterizzata da ben 2570 metri di dislivello totale in salita.

(Contributo testuale di Aldo Zanardi)

IT - 728x90

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here