Scapin-Soudal Pro Racing Team: Daniele Mensi straripante, vince al debutto stagionale

Comunicato stampa

 

Al debutto stagionale Daniele Mensi domina la XC del Santo e porta subito alla vittoria la SCAPIN Spektro 29er, dimostrandosi un gradino sopra tutti.  Vince anche Martino Tronconi, primo Under 23.

Mensi Santorso

Un inverno lungo, la grande trasformazione, ma la gara del debutto nella stagione sintetizza già il lavoro di SCAPIN-SOUDAL Pro Racing Team, già vincente alla prima gara.  A pochi giorni dalla presentazione ufficiale della squadra di Montemurlo, grazie ad una grande prova di Daniele Mensi e del promettente Martino Tronconi lo score segna già due punti.

Per il secondo anno consecutivo, Daniele Mensi ha vinto l’ XC del Santo corso a Santorso (VC), dominando una gara veramente dura che dopo sei giri dell’impegnativo percorso tracciato sulle pendici del Monte Summano ha visto il suo arrivo solitario a braccia alzate.   Daniele ha messo in chiaro subito le sue intenzioni di bissare il successo del 2014, staccandosi già nel primo giro e aumentando giro dopo giro il suo vantaggio che alla fine ha superato i 2 minuti e 30”.  “Sono proprio contento della mia gara, ci tenevo a fare bene per me personalmente e per tutto lo staff e per i nuovi sponsor.  E’ stata una gara veramente dura su un tracciato un quasi old style, molto selettivo con salite impegnative e discese da guidare.  Ho impostato fin dal primo giro il mio ritmo, poi quando al terzo giro avevo un buon vantaggio, ho amministrato, è stata una gara importante che mi ha dato buone indicazioni sul mio attuale stato di forma”, ha detto Mensi.

Molto contento anche Martino Tronconi, partito bene e poi autore di una gran rimonta dalla quindicesima posizione dopo una caduta nella prima discesa, quinto assoluto al traguardo e primo Under 23.  “Sono contentissimo, un buon inizio di stagione, il migliore possibile.  Quando sono partito all’attacco dopo la caduta, giro dopo giro sono andato sempre meglio, fino ad arrivare all’ultima salita dove ho quasi raggiunto i due corridori della forestale che però hanno preso l’ultima discesa davanti e quindi siamo arrivati in fila, comunque va benissimo così”, ha detto il 19enne di Marradi.

La pressione dovuta al debutto nella categoria Elite ha portato ad inevitabili alti e bassi per Federico De Giuli.  Sulla prima salita dura Federico è stato costretto da un rallentamento del gruppo a mettere i piedi a terra e ha perso contatto con il gruppo di testa, concludendo la sua gara in decima posizione assoluta.  Il compito del 24enne bresciano era unicamente quello di verificare il proprio stato di forma e di prendere le misure nella nuova categoria.

 

(Credit foto TrevisoMTB copyright Alessandro Billiani)