Sardinian Enduro Challenge – #6: a Boi la tappa di Sinnai, a Soru il successo finale

Comunicato stampa

15095564_10209321267481812_2326911734877701042_nSono servite tutte…sino all’ultimo…. le 18 prove speciali distribuite in 6 gare che hanno attraversato la Sardegna durante questo 2016 per decretare il vincitore del 2° campionato Sardinian Enduro Challenge.

Vince con un distacco di soli 30 punti il rider Manuele Soru, che precede la vera rivelazione del campionato Federico Mongittu e Frank Verde (che balza al terzo posto per soli due punti vista l’assenza per infortunio di Roberto Tedde).

Sei tappe e sei diversi vincitori, Matteo Carrara, Roberto Tedde, Manuele Soru, Giovanni Falduto, Federico Mongittu e Francesco Boi hanno rispettivamente vinto ognuno di loro una tappa guidando il gruppo di 143 atleti che si sono sfidati lungo questi 9 mesi di campionato.

La gara di chiusura disputata domenica 13 a Sinnai è stata veramente sentita da tutti i concorrenti…

“INDEMONIATI”…così per la prima volta sono stati definiti i riders che arrivavano alle fotocellule di arrivo…la loro grinta è stata tale da essere appunto definiti in questo aggettivo!!

Si parte alle 9,30 con il pluricampione Davide Sottocornola ospite d’eccezione che ci ha omaggiato della sua presenza facendo da apripista..a seguire tutti gli altri atletti accompagnati da un tifo da stadio.

Tra gli 80 partenti ricordiamo anche Barbara Pinna e Emanuela Balasso che grazie a Loris le è stata assegnata una nuova ategoria…la Sensual 🙂

La prima Ps vedeva i due contendenti al titolo, Mongittu e Soru , arrivare rispettivamente 3° e 4° distaccati di solo 2 “ l’uno dall’altro. Al 1°posto si confermava il padrone di casa Francesco Boi seguito da uno straordinario Alberto Olla, una new entry nell’enduro ma una vecchia conoscenza del mondo xc..il più forte atleta della sua disciplina e recente vincitore dell’ultima edizione della Serpilonga.

La seconda ps vedeva salire ulteriormente la tensione tra fli sfidanti…il benche minimo errore o ancora peggio, inconveniente tecnico avrebbe potuto compromettere l’intera stagione.

La classifica finale della Ps2, una a mio giudizio delle ps più tecniche dell’intero circuito, la classifica vedeva 1° ancora F. Boi, seguito da F. Mongittu, un grandissimo Daniele Cardia e da M.Soru.

Durante la ps un infortunio a A. Olla, ai quali vanno i ns piu sinceri auguri per una pronta guarigione, lo rilegava in 17° posizione rimischiando ancora le carte sulla classifica generale.

La PS3 per l’ennesima volta dava vincitori diversi..ad aggiudicarsela il determinatissimo F. Mongittu, seguito dal sempre presente M. Soru e da F. Boi vittima di una caduta. Da segnalare uno starordinario 4°posto di Giuliano Scalas con la front.

A questo punto la tensione era realmente visibile..in attesa di avere le classifiche generali che avrebbero definito il vincitore di tappa ma sopratutto il vincitore finale assoluto e anche di categoria e team.

La classifica di tappa vedeva:

1° FRANCESCO BOI                          0.12.02,31

2° FEDERICO MONGITTU               0.12.07,33

3° MANUELE SORU                          0.12.30,15

4° DANIELE CARDIA                       0.12.46,13

5° GIULIANO SCALAS                     0.12.57,30

 

E questa classifica faceva si  che l’assoluta finale andasse a favore di Manuele Soru del team Back Flip il quale si laureava Campione del 2° SEC.

L’assoluta finale vedeva nelle prime 5 posizioni:

1° Manuele Soru con 1340 punti

2° Federico Mongittu con 1310 punti

3°Frank Verde con 862 punti

4° Roberto Tedde con 860 punti

5° Efisio Corgiolu con 742 punti

 

Per la categoria Team, l’Art Bike di Oristano si aggiudicava il titolo con 2401 punti seguita dal team Back Flip con 2222 punti e al terzo posto il team Vadilonga con 990 punti totali

Si chiudeva così con la solita tradizionale festa gestita dai tempi musicali di Marco Santarelli al quale va un ringraziamento particolare, al nostro magnifico immenso Vocalist/presentatore Loris Casti, tra gli scatti dei ns fotografi..Davide Tola e Giusi Falduto che ci hanno sempre seguito con un saluto ed un arrivederci alla prossima stagione e

Ultimo doveroso ringraziamento lo dobbiamo fare ancora una volta a colui che ha interpretato nei migliori dei modi la filosofia del ns campionato…le righe conclulsive le dedichiamo a Salvatore Angioni, che ha interroto la sua gara per aiutare Battista Casti, al quale va il ns augurio di una pronta guarigione, vittima di un incidente di gara.

Tore..ci piace chiamarlo così…si è fermato..lo ha soccorso..ma sopratutto lo ha rincuorato e non lo ha fatto sentire solo con il suo dolore…

Grazie Tore..tu sei l’immagine vivente dello spirito del SardinianEnduro Challenge.

Grazie a tutti voi che avete partecipato come atleti…tifosi…forze dell’ordine…comuni..enti locali..associazioni sportive e non…

Classifiche complete