Rally di Romagna, edizione record

Comunicato stampa

IMG_8803

Duecentosessantanove partenti. L’ottava edizione del “Rally di Romagna Saint Gobain Gyproc” – in programma a Riolo Terme dall’1 al 5 giugno – non può non partire da questa cifra. Perché, quando si parla di manifestazioni sportive, non capita tutti i giorni di raddoppiare, nell’arco di appena un anno, il suo numero di iscritti. E’ accaduto invece alla rassegna di mountain bike organizzata dalla Romagna Bike Grandi Eventi, passata dai 136 partecipanti del 2016 ai 269 dell’edizione 2017: “E alla fine – spiega il presidente Stefano Quarneti – potevano essere anche di più se avessimo accolto tutte le adesioni”. 

L’ottava edizione del Rally partirà, come detto, giovedì 1° giugno con il prologo di 20 km e 600 metri di dislivello. Si prosegue il giorno successivo con la Gran Fondo “Vena del Gesso” di 45 km, giunta alla quarta edizione e quest’anno sponsorizzata Aken, marchio della famiglia Solmec, leader nella componentistica “Made in Italy”. La terza tappa sarà di 58 km, mentre la quarta frazione – la più impegnativa – di ben 85 km e 2900 metri di dislivello. Gran finale il 5 giugno con la 5ª tappa da 40 km e 1150 metri di dislivello che deciderà la classifica (lo scorso anno, lo ricordiamo, si impose il portoghese Rodrigo Gomes): “Sarà l’edizione dei record – prosegue Quarneti – quella che segna un importante salto di qualità per la nostra manifestazione. Avere al via di una corsa a tappe per mtb quasi 300 bikers è un risultato enorme, che ci ripaga del duro lavoro fatto in questi sette anni. Sapevamo che, presto o tardi, avremmo raccolto i frutti del nostro lavoro, ma nessuno avrebbe mai immaginato di arrivare a questo record”. Come tradizione impone, i partecipanti provengono da quasi tutti i paesi europei, tanto che – mappamondo alla mano – si può davvero dire che tutti i paesi del vecchio continente quest’anno saranno rappresentati. 

L’evento rappresenta un “toccasana” anche per le attività ricettive di Riolo Terme che, per la settimana di gara, potrà contare su alberghi “sold out”, a riprova che gli eventi sportivi, quando sono di respiro internazionale, possono avere riverberi significativi anche sul fronte del turismo. Del resto, contribuiscono all’evento tutti gli enti pubblici del territorio, ma anche le realtà imprenditoriali più importanti del faentino, come Hera, Coop Reno e ovviamente Saint Gobain Gyproc, il main sponsor del Rally di Romagna.

Ricordiamo, infine, che quest’anno il Rally di Romagna ha aderito al Dys-Trophy Tour, un’avventura in mountain bike per contribuire a supportare la battaglia contro la distrofia muscolare di Duchenne e Becker (Info www.dystrophytour.it).