Orobie Cup – #3: anche Viadanica è di Oscar Lazzaroni

Comunicato stampa

17991304_1268093976600926_6508224755599433984_o

Nonostante la presenza di una folta schiera di biker Open a Viadanica si impone ancora il portacolori del team 2R Bike Store Oscar Lazzaroni che riesce a staccare il colombiano Botero Villegas (quinto nella XC alle recenti olimpiadi a Rio) e il compagno di quest’ultimo Daniel Tassetti entrambi portacolori del team KTM Protek Dama. Tra le donne si impone Quintero Pineda anche lei colombiana come il compagno di team Botero Villegas.

 L’acqua che è caduta sabato nei dintorni di Bergamo qui a Viadanica non è arrivata. Il tracciato di gara preparato dalla MTB Viadanica era perfettamente asciutto. Asciutto come mai è stato nelle precedenti 23 edizioni. Nonostante sia la gara più corta del circuito Orobie Cup oggi tutti gli atleti arrivati nel paese Sebino si sono divertiti tantissimo. Il tracciato è altamente spettacolare. La lunghissima salita iniziale serve per sgranare i quasi 250 biker partiti. Dal GPM in poi è un continuo saliscendi tra prati e boschi. Uno spasso di tracciato.

Cronaca di gara: La lunga salita iniziale mette tutti immediatamente alla frusta. Il ritmo fin dai primi metri di gara è vertigginoso. Il primo ad allungare è il colombiano Botero Villegas che cerca subito un affondo “importante”. A sua ruota rimane solo Oscar Lazzaroni mentre tutti gli altri soffrono il forcing fatto dal colombiano. A meno di un Km dal primo GPM Lazzaroni alza ulteriormente il ritmo. Botero fin da subito preferisce lasciare sfogare il biker di Sedrina che guadagana immediatamente una ventina di secondi. La discesa successiva frena ulteriormente Botero che è costretto a fermasi per una foratura. Pochi secondi che però fanno guadaganare a Lazzaroni ulteriore margine sul suo avversario più diretto. Sul secondo GPM il campione del mondo M3 ha quasi 1m30s di vantaggio sul colombaino Botero e circa due su Daniel Tassetti. La gara continua cosi: Oscar Lazzaroni solo al comando che tiene un ritmo altissimo, Botero Villegas insegue la testa della gara ma allo stesso tempo deve difendersi dall’amico e compagno Daniel Tassetti che giunge dalle retrovie. Al termine della gara finisce cosi. Lazzaroni chiude il memorial Plebani con un tempo di 1H11m43s staccando di circa 3 minuti Botero Villegas e di 4 minuti Daniel Tassetti. Chiudono la top five l’altro Open del team KTM Protek Dama Gandola Luca che precede quasi in volata il Top Master Cristian Boffelli (Team Pavan).

Tra le ragazze, come già detto, si impone la colombiana Quintero Pineda anche lei del team KTM Protek Dama. Anche per Yosiana Viadanica è stata una gara “relativamente” semplice. Pronti via e subito dimostra che la giovana sudamericana ha una gamba magnifica. In salita lascia alle su spalle moltissimi maschietti e tutte le altre ragazze in gara. La più quotata avversaria è sicuramente la portacolori del team Triangolo Lariano Eloise Tresoldi che però non riesce mai ad impensierire la Quintero Pineda che giunge cosi sul traguardo con circa 2 minuti di vantaggio proprio sulla Tresoldi. Terza si piazza Nicoletta Bresciani (Team Scott).

Classifiche complete

Prossima prova il 1° maggio a Nembro (BG).

IT - 728x90

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here