Orobie Cup – #2: Oscar Lazzaroni cammina sulle acque a Costa Volpino

Comunicato stampa

Anche a Costa Volpino, sulla sponda bergamasca del lago d’Iseo, Oscar Lazzaroni (2R Bike Store) lascia il segno. E’ lui che si aggiudica il 2° Memorial Giulio Amighetti. Gara superlativa del biker della Botta di Sedrina che riesce a staccare l’altro “mostro sacro” della mtb Orobica (e non solo!!!)Marzio Deho (Olympia-Polimedical). Sul terzo gradino del podio Cristian Boffelli del team Pavan. Organizzazione spettacolare, tracciato superlativo!!

Sono stati 300 i biker arrivati all’estro nord est della provincia di Bergamo per correre il 2° Memorial Giulio Amighetti organizzato dal Team Tokens Cicli Bettoni. Sulla scorta delle opinioni della gara dello scorso anno l’organizzazione ha modificato il tracciato rendendolo, a mio modesto parere, fantastico. Davvero bello: non c’è un passaggio banale, tutto è stato pensato da biker per i biker. Sia le salite (belle toste) che le discese ti fanno assaporare la bellezza di questo sport. E’ una competizione dura ma non al limite dell’impossibile, insomma è una vera gara di MTB!!! Voto all’organizzazione 10 e lode!!!

Alle ore 8:45 circa hanno preso il via i ragazzi delle categorie esordienti ed allievi. In pratica, con uno sforzo davvero importante, una gara dedicata solo a loro, senza nessuna interferenza con le categorie “adulte” nel pieno rispetto anche dei tempi imposti, cosi come desidera la Federazione. Al termine i giovani biker erano davvero entusiasti di questa formula di gara. Formula, che intendo sottolineare, mette ulteriormente sotto pressione gli organizzatori poichè devono gestire due gare separate, con esigenze e tempistiche diverse.

Ore 9:35 invece partenza regolare per tutte le altre categorie. Davanti subito i big del circuito “a menare”: i top master Ivan Testa e Oscar Lazzaroni i giovani Cristian Boffelli e il compagno Stefano Moretti, Andrea Giupponi, Mirko Gritti  nonchè il fortissimo Marzio Deho. Il primo giro partiva subito con una lunga salita tosta capace di fare una selezione davvero importante. Ovviamente subito i biker più in forma hanno provato ad allungare. Ma se in gara c’è Oscar Lazzaroni e Marzio Deho agli altri non possono che rimanere le briciole. I due campioni fin dalla prima scesa e dai successivi passaggi tecnici nel bosco staccano i compagni e si involano in una lunga fuga a due. Dietro a tirare rimangono Cristian Boffelli e Ivan Testa, seguiti da Andrea Giupponi, Stefano Moretti, Mirko Gritti, Rizza Stefano …

Al primo passaggio sulla linea del traguardo il vantaggio della coppia lazzaroni|deho sul resto del plotone è già importante. Siamo già nell’ordine del minuto. La gara ormai si gioca qui, la vittoria è affar loro. La seconda parte di gara sarà decisiva solo per decidere le prime due posizioni del podio. Ed infatti le scintille tra i due iniziano subito. Già nel centro abitato di Costa Volpino Oscar Lazzaroni sferza una “fucilata” micidiale, il campione di Ranica fatica a tenergli la ruota ma ci riesce. In pratica questa è la tattica scelta dell’alfiere del team di patron Mario Rota: continui strappi per vedere di “sfinire” Marzio Deho. D’altronde i due biker hanno caratteristiche leggermente diverse: Oscar Lazzaroni è più avezzo a circuiti nervosi e tecnici come questo, Marzio Deho invece è abbituato a gare più lunghe e meno “fucilose”. la cosa che li accomuna è che sono due campioni assoluti di questo sport!!!

Giunti nei pressi della cava, nel territorio comunale di Lovere, altra stoccata di Oscar Lazzaroni che stavolta lascia il segno nelle gambe di Marzio Deho. La coppia si sfalda, la lunga salita permette a Lazzaroni di guadagnare qualche secondo sull’avversario, secondi che alla fine saranno incolmabili per Marzio Deho. Lazzaroni non molla nulla nonostante Deho provi in ogni modo a rientrare sul leader. Sulla linea del traguardo, posta nei pressi del bellissimo palazzetto CBL, Oscar Lazzaroni giunge con una trentina di secondi di vantaggio sull’avversario. Una prestazione maiuscola per entrambi gli atleti, davvero complimenti ai due giovanotti!!!

Chiude il podio Cristian Boffelli che alla fine riesce a beffare il Top Master Ivan Testa. Anche per loro una super prestazione. Certo riuscire a stare con i due fenomeni la davanti è dura. Sta di fatto che già la terza e quarta posizione assoluta, dietro due biker di questa caratura, è una super prova di forza ed abilità.

12419347_986174474810835_4919961951394258566_o

Gara femminile Master: Presto detto Eloise Tresoldi!!! La ragazza, che da quest’anno è passata al team Triangolo Lariano, fa il bello ed il cattivo tempo. E’ in formissima e si vede. Lascia le altre avversarie dietro di parecchi minuti. Anche lei pronti via e saluta la compagnia. Alle altre super ragazze non resta che battagliare per il secondo posto. Secondo posto che è stato “agguantato” dalla bravissima e “storica” Paola Bonacina: anche lei non demorde mai, non molla un centimetro alle avversarie, da sempre il 110%!!! Chiude il podio femminle della categoria Master Woman la bravissima Pesatori Valentina: anche lei come per Paola valgono le stesse parole. Valentina è sempre presente e sempre nelle posizioni da podio, complimenti!!!

11167972_986159458145670_1988468055509540599_o

Classifiche complete qui.

Prossima prova il 28 marzo a Viadanica.