OkMap – Parte 1 – La pianificazione di un percorso




OkMap è un applicazione per Windows, scaricabile da www.okmap.org, in grado di gestire dal personal computer le mappe e le tracce gps, quest’ultime sia importate che create direttamente. E’ disponibile anche in lingua italiana.

In questo primo tutorial analizzeremo le funzioni principali per poter pianificare un percorso.

Dopo aver installato e lanciato il programma, si avrà la seguente finestra.

ok-1

A questo punto la prima cosa da fare sarà quella di impostare il linguaggio italiano. Per farlo basterà selezionare dal menu “Utilità>Preferenze” e successivamente nella cartella Generale impostare il linguaggio italiano.

Ora occorre caricare una mappa. Con OkMap si ha la possibilità di calibrare o georeferenziare una mappa, ovvero usare una carta rilevata da scanner come sfondo per disegnare tracce, in modo simile a quanto abbiamo visto in passato con CompeGPS Land. In questo primo tutorial, però, ci limiteremo a vedere come caricare una mappa preesistente, rimandando la procedura di calibrazione alla prossima puntata.

Per caricare una mappa occorre selezionare dal menu “File>Carica>Mappa” e selezionare la mappa desiderata.

ok-2

E’ possibile spostarsi sulla mappa, utilizzando il mouse o le frecce della tastiera, e anche ingrandire la visualizzazione tramite la rotella del mouse o gli appositi pulsanti della barra degli strumenti del programma.

Ovviamente con OkMap è possibile importare tracce già create. Selezionare dal menu “File>Carica>Waypoint, rotte, tracce (multi)” e andare a caricare quindi la traccia che già abbiamo.

Per creare, invece, una nuova traccia basta selezionare dal menu “Strumenti>Nuovo punto di traccia” ed iniziare così a tracciare i punti cliccando con il tasto sinistro del mouse direttamente sulla mappa.

ok-3

Al termine dell’operazione di tracciatura è necessario selezionare dal menu “Strumenti>Selezione” per uscire dalla modalità di tracciatura.

Per cancellare un punto qualsiasi della traccia, una volta selezionato con il mouse, basterà selezionare, con il tasto destro del mouse dal menu che appare, “Oggetto singolo>Cancella>punto traccia”. Per cancellare più punti basterà selezionarli tenendo premuto il tasto “CTRL” e poi procedere alla stessa operazione.

Per spostare un singolo punto, una volta selezionato lo stesso, basta invece selezionare con il tasto destro del mouse “Oggetto singolo>Sposta>punto traccia”. Apparirà una piccola finestra dove, agendo su delle frecce, è possibile spostare il punto prescelto.

ok-4

E’ possibile modificare la traccia cliccando con il tasto destro del mouse sulla traccia e selezionando, dal menu che appare, “Oggetto singolo>Modifica>traccia”. Apparirà un fumetto in cui sarà possibile modificare alcuni dati relativi alla traccia.

ok-5

A questo punto bisogna impostare l’altitudine per ogni punto della traccia. Ci si posiziona su un punto qualsiasi della traccia, quindi col tasto destro del mouse si seleziona, dal menu che appare, “Funzioni oggetti>Imposta altitudine DEM” e si seleziona la traccia da calcolare.

Una volta assegnato le quote altimetriche alla traccia è possibile visualizzare il relativo grafico altimetrico. Ci si posiziona su un punto qualsiasi della traccia e con il tasto destro del mouse si seleziona, dal menu che appare, “Oggetto singolo>Grafici”. Apparirà in sovrimpressione alla finestra del programma la seguente finestra.

ok-6

In questa finestra possiamo impostare i valori dei due assi ed ingrandire la visualizzazione. Inoltre è possibile visualizzare le statistiche della traccia, cliccando sull’apposito tasto.

ok-7

E’ anche possibile esportare i dati della traccia in un file leggibile come foglio elettronico, cliccando su “Esporta”.

Per salvare la traccia creata basta selezionare dal menu “File>Salva>Waypoint, rotte, tracce>Nuovo file”, impostare il nome del file e la destinazione ed infine salvare la traccia.

E’ possibile anche inviare direttamente la traccia al dispositivo GPS collegato al computer. Basta selezionare dal menu “GPS>Invia”.

 

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *