Merida Italia Team: another time in Nals

Comunicato stampa

Immagine

Intenso fine settimana di gare in Alto Adige per i ragazzi di Merida Italia Team. A Nalles infatti si è svolta la terza prova degli internazionali d’Italia, in una località deliziosa, presente da sempre nel calendario con un percorso duro e spettacolare, ma anche molto appassionante (si ringrazia Alessandro Di Donato per la foto).

In mattinata hanno corso i giovani del Vivaio, tra i quali l’allievo Lorenzo Calloni, che non ha potuto esprimersi al meglio a causa di un problema meccanico emerso in seguito ad una banale caduta. E’ un peccato perché la pedalata del giovane era molto buona, e certamente la posizione finale non lo soddisfa (31° AL2), ma avrà tempo di rifarsi nei prossimi appuntamenti. Tra le allieve Giulia Lazzari non è apparsa brillante nella fase iniziale, mentre nella seconda metà della gara le gambe hanno cominciato a girare meglio, ma ormai le avversarie erano troppo avanti e si è dovuta accontentare della tredicesima posizione tra le allieve del secondo anno. Vanni Frassoni, al suo primo anno tra gli Juniores, ha corso bene. Non commettendo errori e tenendo un ritmo costante per tutta la durata di gara, ha potuto chiudere in sedicesima posizione, nonostante i crampi nel finale.

Nel pomeriggio è stata la volta dei cinque atleti under23, schierati nella gara Open tra tanti elite di livello mondiale. Per tutti e cinque il giro di lancio non è stato molto efficace, pertanto durante la prima delle sette tornate previste sono stati costretti a recuperare posizioni sugli avversari di pari livello.

Gioele Bertolini è apparso subito in gran forma, e in poco tempo ha guadagnato la ventesima posizione, mettendo nel mirino il coetaneo Jan Vastl militante in prima posizione tra gli Under23 fino a quel momento. Stefano Valdrighi e Lorenzo Samparisi passavano insieme all’inseguimento dei primi, mentre più indietro Alessandro Naspi e Mattia Setti risalivano posizioni dal fondo.

A circa metà gara tutti gli atleti del Team sono riusciti a tornare attorno alle proprie posizioni obiettivo, e la situazione faceva ben sperare per il finale. Mattia incappava però purtroppo in una brutta caduta, a seguito della quale una scarpa si è danneggiata, impedendogli di proseguire. Poco dopo anche Stefano calava vistosamente il ritmo, venendo così fermato dai giudici a due giri dal termine per la regola dell’ottanta per cento. Lorenzo ha stretto i denti, ma si è dovuto arrendere ai crampi (40esimo ad un giro).

Alessandro ha invece continuato ad avanzare in classifica fino allo striscione d’arrivo, chiudendo 31esimo assoluto e quarto tra gli Under23. Gioele ha condotto una gara superlativa, senza mai allentare il ritmo, risalendo posizioni fino ad ottenere un ottimo 11esimo posto assoluto e conquistando la prima piazza tra gli Under23, meritando gli applausi del folto pubblico ammassato all’arrivo.