MB Marcello Bergamo Cup – #15: Bonalda, Saporiti e Salmoiraghi esaltano il Memorial Angelo Gizzi

Comunicato stampa

440_0_4459373_22606Angelo Gizzi è rimasto nei cuori dei suoi cari, di tutta Cerro Maggiore e di chi lo ha conosciuto bene come noi amatori Acsi . A tutti quanti, Angelo Gizzi, trasmetteva  serenità, calore, condivisione e impulsi positivi, tutti segnali che abbiamo sposato fin dal primo incontro e ancora oggi, nonostante siano già passati sei anni da quando una  morte ladra lo ha sottratto all’amore dei suoi cari, continuiamo a camminare nel solco che lui stesso ci ha indicato. La gara, priva di ogni difficoltà altimetrica, è stata martoriata dai temporali dei giorni scorsi che hanno inzuppato il terreno fradicio già di suo e se non fosse stato perché corrono  con i micro chips avrebbero avuto seri difficoltà i giudici di gara, peraltro molto bravi come Angelo Bonalumi e Maria Basile,  a stilare le classifiche. Parte la gara dal centro industriale e subito una brutta caduta coinvolge un atleta di spessore come Silvio Olovrap che pare perseguitato da una sfortuna micidiale, deve ritirarsi e allora è il campione italiano di ciclocross Graziano Bonalda

13403949_980693465332274_4452683370390703928_o

a rompere gli indugi e involarsi solitario per una galoppata trionfale  che gli consente di presentarsi con in tasca il miglior tempo assoluto e l’ennesima esaltante affermazione ai danni dei pur bravi Giuseppe Colpani e Claudio Vittorio Gualtieri. E ha centrato il colpaccio anche il senior 2 Dieghito Salmoiraghi che vince abbracciando il suo sogno di gloria in  una gara di livello davanti al sempre corretto Tony Longo e Luca D’Ambros per poi portare i fiori alla splendida moglie Stefania, fotoreporter del master MB Bergamo Cup. Il gentleman 1 Marco Vacchini lo conosciamo molto bene, è un forte amatore che se non fosse stato per i seri guai fisici ad un ginocchio massacrato e operato una quindicina  d’anni fa, sarebbe stato un amatore di una caratura di prim’ordine, per questo motivo ogni sua vittoria, specie se sudata , incerta e acciuffata solo in volata su Roberto Manzoni e Paolo Nespoli, acquista un sapore particolare, esattamente come quella del super A Angelo Togni

VipTalisman2 r (800x519)

che lancia un urlo liberatorio per aver avuto ragione del pompiere volante Giorgio Bano e il conterraneo di Fabio Aru Giannino Succo. Bella soddisfazione,  anche questa in volata , del senior 1 Massimo Bonetti che schiocca una frustata al capoclassifica Davide Fornara. Il fortissimo Alessandro Togni  torna a ritagliarsi un grande e significativo spazio  nella sua categoria, quella saggia e competente dei gentleman 2, battendo Roberto Poletti e Domenico Grande, il quale,  balza al comando della sua categoria e, presumiamo, la manterrà fino alla fine del master perché la costanza è la sua arma migliore. Il bello del ciclismo è che quando ti colpisce non senti dolore ma, non è così per il puledrino e giovane primavera Fhilipp Gualtierotti che gli bruciava la sconfitta in volata del giorno prima nella Biella – Oropa ed è sceso nell’alto milanese col dente avvelenato e i cinque minuti rifilati agli amici-rivali Alex  Tonati e Franco Specchia ci dicono molto del suo già forgiato carattere. Loris Saporiti, tesserino da veterano 2 , è cresciuto a pane e ciclismo e dei valori dello sport s’è impregnato fino al midollo.

VipTalisman3 (800x509)

Per lui la vittoria non è una questione di vita o di morte ma semplicemente gli piace prendersi ciò che si merita e a Cerro, nei boschi di casa, s’è preso la sua bella vittoria conquistata in volata, bella, pulita e regolare, ai danni dell’educatissimo Alex Monetta e del poliziotto Mino Scappaticci. Le altre vittorie vanno al terribile Bum Bum Ballini , al … vecio Matteo Petrucci e alle donne Laura Vecchio e Kathrin Oertel. Nella bella ed accogliente struttura del Palcea, dopo un ristoro corposo per tutti, pubblico compreso, si sono tenute le belle e signorili premiazioni al cospetto di molte personalità quali il vice sindaco Mercedes Landoni, l’assessore Gianni Croci, gli imprenditori Bosotti ( Coop) e Rotondi ( Prefabbricati) e, ovviamente la Sig.a Piera Gizzi con i suoi splendidi ragazzi Alessio e Thomas, visibilmente commossi nel constatare che il loro dolore è attutito dai progetti e dai sogni che,  sia l’attenta amministrazione comunale che  chi scrive unitamente ad Antonio Cozzi e ai ragazzi del master MB Bergamo Cup, portiamo avanti con lo stesso entusiasmo dell’indimenticato Angelo Gizzi che amava questa “sua” gara ma soprattutto le sue finalità.

http://www.mastercrossmtb.it/

Classifiche complete qui.

Prossima prova il 26 giugno a Trontano (VB).