Lessinia Tour Fir Cup: parola a biker e team

Comunicato stampa

499218_2e62208c5c21478e8de6642ab32f481e-mv2

Il punto di vista dei bikers che hanno risposto presente alla Lessinia. Nerini, Dall’Amico e Paganotto ai microfoni del challenge. Stones bike fa il punto della situazione. Grande fermento in vista delle premiazioni finali del tour.

Lessinia tour fir Cup: Cinque regine della mountain bike che dal 3 aprile al 18 settembre hanno dato appuntamento a tutti i bikers decisi a misurarsi sui percorsi sterrati nel cuore della Lessinia, ma leggiamo il loro punto di vista:

Matteo Nerini – Asd Quarantaseiesima – (2°under 40): “Avevo partecipato alla Lessinia Legend nel 2015, un esperienza esaltante, così quest’anno ho voluto partecipare all’intero circuito. Non avrei potuto fare scelta migliore! Tutte manifestazioni ben organizzate e distanziate tra loro, per chiudere in bellezza, la PBX è stata la ciliegina sulla torta. Divertimento allo stato puro”.

Davide Dall’Amico – team Euganea bike – (3°under 50): “Penso che il Lessinia tour sia paragonabile ad un insieme di circuiti. Un challenge vario e per tutti i gusti. Nelle singole manifestazioni si trova un po’ di tutto, dalle discese veloci e tecniche ai sassi, single track, forestali e soprattutto una grande organizzazione. La gara che prediligo è senza dubbio la Lessinia Legend, una grande sfida con sé stessi.  Mi complimento personalmente e a nome di tutto il team Euganea bike per la strutturazione del circuito e dei singoli eventi che ne fanno parte”.

Federico Paganotto – team Adventure & bike – (3°under 30): “Da cinque anni mi dedico con passione alla Mtb con la partecipazione al Lessinia tour, per me ormai un appuntamento classico. I percorsi, le singole organizzazioni e tutte le persone che ruotano attorno a questo mondo sono fantastiche. È un circuito per me molto affascinante e spero che sempre più persone vengano rapite da questo interesse per le ruote grosse. L’essere tra i primi tre della categoria under 30 mi ha molto sorpreso e riempito di felicità. Spero il prossimo anno di riuscire a replicare o magari perché no, salire di uno o due gradini”.

A chiudere la linea con il microfono del Lessinia tour, Luigi Tosetto portavoce del team Stones bike, secondo nella classifica Team Cup: “nel bilancio di fine anno il team ha constato la piena soddisfazione nella partecipazione al challenge. E’ stato evidente sin dalle prime battute di inizio stagione che il circuito era guidato da molta passione e voglia di migliorare. Le location di ogni singola prova erano una più bella dell’altra. I percorsi poi, fantastici e i dettagli hanno fatto la differenza. Il team, con le tappe di Bosco Chiesanuova ed Ala, ha avuto la possibilità di fare due uscite fuori porta a conferma che il turismo è ben coniugato con questo fantastico sport. I più sinceri complimenti da parte mia e dell’intero gruppo, al comitato organizzatore del Lesinia tour Fir Cup”.

Non ci resta che brindare alla passione per la mountain bike e ai vincitori del circuito che verranno presto proclamati nella tradizionale cerimonia di premiazione finale di cui a breve ne sarà svelata data e luogo.

IT - 728x90