La Dolomiti Superbike entra a far parte di “Formula Bici”

Comunicato stampa

Unica nel ruolo di organizzatrice di gare di mountain-bike, la Dolomiti Superbike è entrata ufficialmente a far parte della neonata associazione “Formula Bici”. L’obiettivo primario di questa nuova realtà è quello di garantire elevati standard di qualità e sicurezza in occasione delle principali manifestazioni ciclistiche. “Formula Bici” è stata presentata alcuni giorni or sono nella sede del CONI a Roma.

confstampa03

Dell’associazione fanno parte 13 rinomati organizzatori di gare su strada tra cui: la 9 Colli, Chianti Classic, Giro Sardegna, Granfondo Campagnolo Roma, Granfondo Fausto Coppi, Granfondo Gimondi, Sportful Race,  L’Eroica e la Maratona dles Dolomites e la Dolomiti Superbike per la mountainbike.

„La Dolomiti Superbike è sempre stata un esempio in ambito di sicurezza – ha ricordato il presidente del comitato organizzatore Kurt Ploner -. Per questo siamo orgogliosi di essere entrati a far parte dell’organizzazione come unica realtà che cura gare di MTB.”

„Formula Bici“ è nata per rappresentare un importante punto di riferimento nazionale per i numerosi organizzatori di gare amatoriali. La sua funzione è quella di anello di congiunzione tra amministrazione, politica ed industria della bici.

Il presidente del Comitato Olimpico, Gianni Malagò, ha lodato l’iniziativa: “Formula Bici è un progetto importante. A testimoniarlo il fatto che opera sotto l’egida dell’associazione nazionale FCI e degli organismi per la promozione dello sport.”

La volontà della neonata organizzazione è quella di elaborare un ordinamento in grado di implementare la professionalità nel ciclismo, garantendo elevati standard nell’organizzazione e nello svolgimento delle gare, nonché regolando l’ambito delle assicurazioni. Al contempo si vogliono evitare sovrapposizioni di eventi nel calendario gare e si punta ad armonizzare la legislazione nelle diverse regioni. “Formula Bici” va dunque intesa come portavoce verso le istituzioni e l’amministrazione.

Il presidente della federazione ciclistica italiana FCI Renato Di Rocco ha inoltre fatto notare con soddisfazione che „Formula Bici“ non pensa solo alle proprie manifestazioni, bensì a tutti gli organizzatori: “E’ importante trovare un’istituzione comune in grado di rappresentare il ciclismo in diversi ambiti. Il punto d’incontro è rappresentato da aspetti cruciali come la salute e la sicurezza dei cicloamatori.”

Il presidente di “Formula Bici” è Gianluca Santilli: “Spesso sono gli affari l’aspetto più importante e purtroppo non la sicurezza. Questa consuetudine deve cambiare. La nostra organizzazione è aperta a tutti coloro i quali siano intenzionati a condividere e rispettare le nostre linee guida. Essa sarà strutturata e gestita secondo criteri di management.”

In occasione della presentazione a Roma, anche le parole del presidente della Dolomiti Superbike Kurt Ploner sono state accolte con un grande applauso. Ploner ha spiegato quanto sia importante per la mountain-bike un rinnovamento: “Servono nuovi impulsi, in particolar modo per il miglioramento degli standard di sicurezza e per una professionalizzazione delle organizzazioni.”