La BresciaCup 2015 chiude col botto: alle premiazioni finali si parla già di 2016




Comunicato stampa

Ospite d’onore il Presidente federale Renato Di Rocco che omaggia tutti i bikers elogiando l’operato e le scelte del circuito. Tanti premiati ed un grande pubblico per una passerella d’onore che introduce già al futuro: l’edizione 2016 pronta a stupire!

Così era stata pensata e voluta dagli organizzatori. Una grande festa per rendere omaggio a tutti i vincitori, tutti i premiati e tutti i meritevoli che nel corso di questa stagione si sono distinti per valore atletico, tenacia e passione. Cala nella magica serata delle Porte Franche di Erbusco il sipario sulla Bresciacup 2015 che mette così in archivio la sua 11ª edizione, carica di gioie, fatiche e tanto divertimento.

VINCITORI FINALI BSCUP15
Sul palco di Erbusco, diretto magistralmente dalla voce e dal carisma inconfondibile di Silvio Mevio, sono sfilati nella veste di “special-guests” campioni e celebrità del mondo nazionale del fuoristrada, da Cristian Cominelli a Serena Tasca, da Mattia Faglia a Johnny Cattaneo, impegnati a rendere omaggio ai premiati. Ma l’ospite d’onore di serata è stato senza dubbio il Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco, intervenuto personalmente per sottolineare l’importanza e la qualità del progetto che ha caratterizzato l’edizione 2015 della Bresciacup.

PRESIDENTE DI ROCCO
Il circuito nel corso degli anni ha dimostrato d’essere cresciuto trovando la sua vera identità – ha commentato il Presidente Di Rocco – la Bresciacup è stato l’unico circuito che con coraggio ha investito tutto sui giovani facendo scelte spesso anche difficili e contestate. La federazione ciclistica ne è riconoscente come è riconoscente alle società ed a tutti questi appassionati d’aver dato seguito alle fatiche organizzative dei promotori del circuito. Un circuito capace di distinguersi e del quale la federazione ciclistica italiana ha bisogno per promuovere la mountain bike guardando al futuro, rappresentato dai giovani talenti.”

TEAM CUP JUNIOR 2015
Una lunga passerella d’onore dedicata agli atleti di tutte le categorie, impreziosita dall’assegnazione del Trofeo Grimm dedicato all’ultimo, arricchita dall’entusiasmo delle società che si sono contraddistinte nelle speciali classifiche Team Cup, una passerella conclusasi con la gioia dei 38 valorosi All-finishers capaci di portare a termine tutte le prove previste. Come uno spettacolo pirotecnico, l’esplosione di colore generata dalla foto di gruppo finale con tutti i vincitori di categoria ha invaso la piazza centrale del centro commerciale contagiando anche quella parte di pubblico che pubblico non era, ma del quale l’attenzione è stata involontariamente catturata da tutta quella allegria e passione che la mountain bike regala.

TEAM CUP 2015
Si conclude così, con un lungo ed interminabile applauso l’ennesima avventura della Bresciacup ma la vera sorpresa arriva proprio sui saluti finali. Già, perché la Bresciacup si dice già pronta a lanciarsi nell’avventura targata 2016, nella 12ª edizione che si preannuncia quindi pronta a stupire: “Da tempo tutti gli organizzatori stanno lavorando alla prossima edizione – conclude Enrico Andrini, coordinatore del circuito – dopo ogni prova di questo 2015 abbiamo raccolto osservazioni, costruito idee, programmato novità. Ad oggi abbiamo un progetto concreto che segnerà profondamente la Bresciacup 2016. Ora possiamo solo svelare che punteremo ancora sui giovani, sulle gare cross country, che ricalcheremo il progetto di quest’anno ma che saremo ancora più presenti nella scena nazionale.”

ALL FINISCHER 2015

Il comitato organizzatore del Circuito Bresciacup ringrazia tutti gli sponsor, tutti gli organizzatori e tutti i volontari che hanno reso possibile l’ottima riuscita degli eventi. Grazie alle società ed a tutti coloro che hanno partecipato anche ad una sola prova del circuito. Grazie a tutti i vincitori, a tutti i meritevoli ed a tutti gli atleti, dal primo all’ultimo degli ultimi, che grazie alla loro passione ed ai loro sacrifici, alle loro gioie ed alle loro sofferenze, al loro divertimento ed entusiasmo sono in grado ogni anno di regalarci stimoli e motivazioni.

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *