La bici al posto dell’auto




Sarebbero tanti i casi in cui lo si potrebbe fare e non solo per le piccole commissioni ma anche per andare al lavoro e, perchè no, per farci la spesa. Il prezzo del carburante che sale sempre di più, la difficoltà a trovare un parcheggio o a districarsi nel traffico, sarebbero tanti i motivi per utilizzare la bici invece dell’automobile. E non dimentichiamo che sarebbe un’occasione in più per fare allenamento, seppure in maniera più blanda.

biciclette-danimarca

Partiamo dal presupposto che ciò non vuol dire rinunciare completamente all’auto, soprattutto quando la distanza da coprire sarebbe elevata. In questi casi, però, si potrebbero anche utilizzare entrambi i mezzi: l’auto per compiere il percorso principale e la bici per il rimanente, che deciderete voi.

Non sarà il caso, poi, di utilizzare la vostra bici “prediletta” per andare al lavoro o fare la spesa. Questo perchè avrebbe sicuramente un assetto non consono a ciò per cui dovete servirvene. E’ più conveniente, infatti, avere una bici più tranquilla, come una delle tante urban bike in commercio, ma andrebbe bene anche una semplice rigida o front, magari quello che era il vostro “vecchio cancello”, compagno delle vostre prime avventure e che ormai avete dimenticato nel garage. Con un minimo di manutenzione e delle coperture slick (se non dovete farci percorsi sterrati) andrà più che bene.

IMAG0377

Andare al lavoro in bici offrirà occasioni in più per riscoprire angoli della vostra città mai notati prima in auto, Godere dell’aria fresca del mattino e, magari, di panorami che non si era abituati ad apprezzare mentre si andava al lavoro.

E’ stato dimostrato, inoltre, che negli spostamenti entro pochi Km la bici è più veloce dell’auto. Se poi ci si deve spostare in città e magari nelle ore di punta, la cosa è ancora più evidente.

Potreste scoprire che anche andarci a fare la spesa non sarebbe impossibile. Basta dotarsi di uno di quei comodi sistemi di trasporto che si utilizza in ambito cicloturismo.

71ZorGd9OeL._SL1500_

A meno che il percorso da fare non sia veramente breve, in tutte le altre situazioni l’abbigliamento dovrebbe essere consono alla bici. Quindi maglie e pantaloni adatti alla pedalata e soprattutto il casco. Potrete, poi, cambiarvi a destinazione con gli indumenti che avrete portato con voi nello zaino e che altrimenti avreste sporcato o sudato.

Visto che probabilmente si dovranno affrontare lunghi tratti trafficati e magari anche di sera, sarà il caso di dotarsi anche di una buona illuminazione. Come luce frontale sarà sufficiente una di quelle per utilizzo urbano, da integrare con una luce posteriore e possibilmente anche dei catarifrangenti da applicare ai raggi delle ruote.

Se ci si sta recando al lavoro, sarà il caso di evitare, all’andata, percorsi troppo impegnativi come una lunga salita, che farebbero arrivare a destinazione già abbastanza provati. L’ideale potrebbe essere quello di farlo quando si ritorna a casa, visto che poi ci aspetta una doccia rigenerante o magari la nostra uscita di allenamento vero e proprio.

Se poi si è abituati alle uscite in bici in compagnia perchè non farlo anche quando si va al lavoro o a fare la spesa? Magari non è difficile trovare altre persone che la pensano come voi e che fanno gli stessi tratti di percorso. Allora perchè non organizzarsi a farlo insieme? Sarebbe sicuramente più divertente e vi farebbe dimenticare del tutto le comodità dell’auto.

2010_0ldlystracommute

 

pub

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *